Cannelloni con spinaci vegani

Il primo piatto classico delle feste e delle grandi occasioni è buono anche vegano. Giuro!
4.12.17
Foto Marta Giaccone

Porzioni: 12-14 cannelloni
Preparazione: 40 min
Totale: 1 ora 25 min + 30 min di riposo

Ingredienti

Per i cannelloni

  • 200 gr di semola rimacinata di grano duro
  • 120 ml di acqua tiepida
  • un pizzico di sale

oppure

  • 1 confezione di cannelloni o lasagne di semola (che abbia almeno 12 sfoglie)

Per la panna

  • 100 ml di olio leggero (mais, riso, girasole bio e spremuti a freddo)
  • 50 ml di latte vegetale corposo senza zuccheri aggiunti (soia, avena)

Pubblicità

Per la besciamella

  • 400 ml di latte vegetale (100 + 300 ml) 40 gr di amido di mais

Per il ripieno

  • 360 gr di tofu (2 panetti)
  • 360 gr circa di spinaci freschi
  • 2 spicchi di aglio
  • Noce moscata
  • Olio evo
  • Sale
  • Basilico fresco

Simil parmigiano

  • mezza tazza di anacardi
  • mezza tazza di lievito alimentare
  • un pizzico di sale

Preparazione dei Cannelloni Vegani

  • (Se usi la pasta industriale passa al punto 2) Metti farina e sale in una ciotola, mischia, poi versa l’acqua poco alla volta e continua a mischiare, prima con una forchetta e poi con le mani. Quindi trasferisci l’impasto su un piano infarinato e lavoralo fino a ottenere un composto elastico che non si attacchi alle dita. Avvolgi l’impasto nella pellicola e lascialo riposare per 30 minuti a temperatura ambiente.

  • Per la panna: frulla olio e latte fino a ottenere un composto cremoso. Trasferiscilo in una ciotolina, coprilo con la pellicola e lascialo riposare in frigo.

  • Per la besciamella: riscalda 300 ml di latte in un pentolino capiente su fuoco basso (senza farlo bollire). Sciogli l’amido nei rimanenti 100 ml di latte in una ciotolina sbattendo con una forchetta. Una volta sciolto l’amido, versa il composto nel pentolino del latte. Fallo addensare a fiamma bassa mescolando continuamente, ci vorranno circa 5-10 minuti.

  • Per il ripieno: lava gli spinaci e cuocili al vapore o falli bollire per 5 minuti. Intanto sbriciola il tofu con le mani dentro una ciotola, poi schiaccialo con una forchetta e aggiungi sale, un cucchiaio di olio, qualche foglia di basilico sminuzzata e noce moscata grattugiata. Quando gli spinaci saranno cotti strizzali molto bene. Se preferisci, ripassali in padella con olio e aglio. Sminuzzali e trasferiscili nella ciotola. Mescola bene per incorporare tutto. Assaggia e aggiusta di sale e noce moscata. Aggiungi metà panna al ripieno e metà alla besciamella.

  • Per il simil parmigiano macina gli anacardi nel frullatore, poi aggiungi il lievito e frulla solo per incorporare. Assaggia e regola di sale.

  • (Se usi la pasta industriale passa al punto 7) Ora riprendi l’impasto per i cannelloni e stendilo su un ripiano infarinato con la semola. Se lavori a mano spianalo con il mattarello, crea le sfoglie più sottili che puoi e tagliale per ottenere dei rettangoli. Se hai la macchina per la pasta dividi l’impasto in 12 parti e passa ogni pezzo nella macchina (infarinandolo a ogni passaggio) fino a ottenere delle sfoglie sottili (io sono passata dallo spessore 1 a 6) che taglierai in rettangoli. Se ti avanza della pasta, puoi rimpastarla per ottenere altre sfoglie (a me ne sono venute 14).

  • Preriscalda il forno a 180°C. Porta al bollore una pentola con acqua salata e, una a una, fai cuocere le sfoglie per 30 secondi circa. Tirale fuori con una schiumarola e stendile su un piano ricoperto da carta da forno. Ricopri con altra carta da forno o stagnola le sfoglie già cotte per evitare che si secchino.

  • Versa un po’ di besciamella e “parmigiano” sul fondo della teglia (io ne ho fatte due). Per creare i cannelloni disponi un po’ di ripieno sull’estremità lunga di ciascuna sfoglia e arrotolala. Trasferiscili uno alla volta nella teglia e ricoprili con la besciamella e il “parmigiano” rimasti.

  • Inforna per 20 minuti, poi passali molto brevemente sotto il grill controllando che non si brucino. (Se usi la pasta industriale per la cottura segui i tempi suggeriti)

Segui Marta sul suo blog e su Instagram