Nella vita di una proprietaria di sex shop

FYI.

This story is over 5 years old.

Foto

Nella vita di una proprietaria di sex shop

Zoë Ligon ci ha mostrato le foto del suo negozio e di una convention sul sesso a cui ha appena partecipato.

Attenzione: foto NSFW.

Quello che state per leggere è First-Person Shooter, un appuntamento irregolare che ci offre uno spaccato sulla vita di completi sconosciuti attraverso le loro foto. Il funzionamento è molto semplice: diamo due macchinette usa e getta a una persona chiedendole di fotografare la sua giornata, e poi pubblichiamo il risultato.

La fotografa di questo episodio è Zoë Ligon, proprietaria di un sex shop a Detroit, la Spectrum Boutique, e collaboratrice di VICE. Ha cominciato a lavorare in questo ambiente nel 2013, in un sex shop di Manhattan, dove ha imparato "l'etica del lavoro, e molte cose sulla società e il mondo degli affari" mentre ancora era all'università. Ora mette le sue conoscenze al servizio di un'educazione sessuale improntata all'apertura, oltre a vendere vibratori.

Pubblicità

All'ultima Sexual Health Expo (SHE) di Brooklyn, Zoë ha fotografato dildo futuristici fatti di pietre dure con proprietà curative e un enorme arsenale di candele a forma di pene. Dopo la fiera è tornata a Detroit e ha scattato qualche foto del suo negozio. Ecco cos'altro ci ha raccontato della sua giornata.

VICE: Cosa ti ha portato alla convention?
Zoë Ligon: Cerco di partecipare a più fiere possibile. Le considero veri e propri corsi di aggiornamento. Anzi, proprio ora sto andando a un'altra conferenza! A parte il fatto che imparo sempre qualcosa sulla sessualità umana, apprezzo anche la componente di networking di questi eventi. La comunità di educatori sessuali è piuttosto piccola, e anche vulnerabile, a causa dell'atteggiamento negativo della nostra società nei confronti del sesso. Conoscerci ci permette di difenderci a vicenda, e di collaborare.

Com'è stata la tua giornata in fiera?
Mi sono svegliata alle 10 e subito preparata. La Sexual Health Expo cominciava a mezzogiorno, ci sono andata in macchina per risparmiare tempo anche se ero già a Brooklyn. Anche se sono arrivata tra i primi, ho dovuto fare una coda lunghissima e ho colto l'occasione per fare amicizia con due donne che avevano voglia di parlare ed erano esaltatissime per l'evento. Dentro c'era un po' di ressa perché ai primi arrivati davano dei gadget. Sono passata a salutare le mie amiche Bunny di Sybian e Vanessa di Chakrubs—entrambe avevano degli stand. C'erano già troppe persone e troppi vibratori, quindi queste deviazioni per salutarle mi sono servite per prendere un po' di fiato.

Pubblicità

Poi ho cominciato a esplorare gli altri stand, e tra un sacco di sex toy di merda ho trovato anche un paio di novità molto carine, per esempio Eva, un vibratore che sta fermo da solo dove lo metti e puoi tenere dentro anche durante il sesso penetrativo, e un disinfettante per tutti i materiali—anche quelli porosi (il sogno di una nerd dell'igiene sessuale come me). Ne ho subito ordinate delle scorte per il mio negozio.

Altro che ti ha colpito particolarmente?
Ho sentito diversi talk, ma la cosa che mi ha più emozionato è stata incontrare Tristan Taormino, scrittore, attivista per la sex positivity, regista porno e superstar dell'educazione sessuale.

nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 1

E invece c'è stato qualcosa che ti ha fatto storcere il naso, alla convention?
C'era un uomo odioso che faceva funzionare un vibratore gigante montato su una specie di cavallina. Era davvero una pacchianata, soprattutto in un ambiente come la convention, ma faceva abbastanza ridere.

Cosa sono tutte quelle pietre dure che vedo nelle tue foto?
Non sono bellissime? Sono Chakrubs—dildo scolpiti nelle pietre dure. Molti comprano le pietre dure per le loro proprietà curative, ma a parte questo, sono anche sex toy fantastici. I materiali duri sono l'ideale per stimolare il punto G e la prostata, e queste pietre in particolare trattengono anche il caldo e il freddo. È un elemento che piace a molti. Comunque per me sono bellissimi, mi stupisco ancora di quanto belli siano anche se ormai è un anno che li vendo!

Pubblicità

Qual è il dildo più strano che hai mai visto?
È difficile che io riesca a considerare qualcosa "strano", soprattutto tra i sex toy, ma quest'estate ho visto un dildo a forma di gamba amputata. Ognuno ha i suoi gusti.

Guarda altre foto di Zoë qui sotto.

nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 2
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 3
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 4
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 5
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 6
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 7
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 8
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 9
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 10
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 11
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 12
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 13
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 14
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 15
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 16
nella vita di una proprietaria di sex shop SHE convention 17