New York

Due ladri di New York potrebbero aver disattivato una bomba cercando di rubarla

La polizia di New York sta cercando due persone che hanno rubato una valigia con dentro una bomba da un marciapiede di Chelsea.
20 settembre 2016, 11:10am
Foto di Rashid Abbasi/Reuters

Ahmad Khan Rahami, l'uomo sospettato di aver piazzato una serie di ordigni esplosivi a New York, è stato arrestato dalla polizia. Le autorità, tuttavia, stanno ancora cercando due uomini che avrebbero preso involontariamente parte alla mancata esplosione di un ordigno a Manhattan.

Si tratta di due ladri: avrebbero rubato il trolley che Rahami - il principale sospettato - avrebbe abbandonato su un marciapiede di Chelsea sabato notte. Le immagini delle telecamere sembrano mostrare i due uomini mentre aprono un sacchetto di plastica bianco, per poi lasciarlo sul marciapiede e allontanarsi con la valigia.

Ciò che hanno lasciato indietro era un ordigno composto da una pentola a pressione imbottita di esplosivi e pronta a esplodere.

Lunedì il capo della polizia di New York Robert Boyce ha dichiarato che gli uomini sembravano abbastanza sorpresi quando hanno aperto la valigia, ma se ne sono comunque andati portandosela dietro.

"Sul momento sembravano due persone che passeggiano lungo la 7th Avenue," ha detto Boyce. "Quando hanno preso la valigia, sembravano increduli. L'avevano effettivamente presa dalla strada e se la sono portata via."

La bomba alla fine è risultata difettosa. Le autorità non sanno ancora dire se la rimozione della bomba dalla valigia l'abbia in qualche modo disattivata. Un'altra bomba costruita con una pentola a pressione - che Rahami ha piazzato a Chelsea - è invece esplosa, ferendo 29 persone e danneggiando svariati edifici.

La bomba inesplosa lasciata in strada ha permesso di raccogliere una serie di indizi che hanno aiutato la polizia a rintracciare Rahami, incluse le sue impronte digitali e il cellulare —che era simile a quello usato in un altro tentativo fallito di far esplodere una bomba sabato nel New Jersey.

In un primo momento sembrava che gli uomini potessero essere dei complici, ma lunedì durante una conferenza stampa in seguito all'arresto di Rahami, le autorità hanno dichiarato che pare che il 28enne abbia agito da solo.

William Sweeney Jr., vice direttore dell'FBI di New York, ha spiegato che "non ci sono indicazioni che una cellula [terroristica] stia operando nella zona o in città."

"Chi in questo mondo trova una pentola a pressione con un telefono e si limita a prendere la valigia?" avrebbe riferito una fonte nelle forze di polizia al sito di informazione locale DNAInfo, che

ha scritto per primo dei due ladri. Gli investigatori sospettano ora che i ladri non avessero la più pallida idea di quello che avevano davanti quando hanno aperto la valigia.

Allo stesso tempo, un'altra coppia di ladri avrebbe aiutato la polizia a ritrovare una borsa che conteneva i cinque tubi bomba inesplosi vicino alla stazione di Elizabeth, nel New Jersey, dove vive la famiglia di Rahami.

Le autorità dicono che gli uomini hanno visto uno zaino poggiato sopra un secchio della spazzatura e lo hanno aperto, pensando di trovarci dentro qualcosa di valore. Quando, invece, hanno visto cavi e tubi, hanno mollato lo zaino in strada e hanno chiamato la polizia.


__Segui VICE News Italia_ su Twitter, su Telegram e su Facebook_

Segui Keegan Hamilton su Twitter: @keegan_hamilton