Pubblicità
sesso

Uomini gay spiegano come il sesso anale ha cambiato la loro dieta

“Il mio ragazzo è andato all’estero per due settimane, e il mio primo pensiero è stato, 'Finalmente posso mangiare il purè di piselli!'"

di Louis Staples; illustrazioni di Kim Cowie
14 giugno 2019, 8:10am

Illustrazione di Kim Cowie.

Ci sono situazioni che molti uomini gay vivono con un discreto timore, tipo farsi tagliare i capelli da un nuovo barbiere etero, calciare la palla per rinviarla a un gruppo di ragazzi al parco (non sono solo io, vero?) o le prime esperienze sessuali con gli ani, propri e altrui.

Dal momento esatto in cui ci imbarchiamo in questo viaggio alla scoperta del piacere anale, abbiamo il compito di diventare esperti in tutto ciò che ha a che fare coi sederi. Certo, alcuni uomini queer preferiscono altri atti sessuali, ma anche se l'anal non è la preferenza di tutti, è indubbiamente una parte importante della cultura gay maschile.

La maggior parte dei “passivi” (uomini che di solito vengono penetrati durante il sesso anale) conosceranno la sensazione di starsene sdraiati lì, pregando gli dei gay che quando l’“attivo” (l'uomo che sta per penetrarli) farà scivolare dentro il suo pene, non ci sia della cacca. Non è glamour, ma nel sesso anale e per chiunque lo pratichi [qui parliamo di uomini gay perché questo conosco, ma per altri punti di vista potete leggere questi articoli] un incidente come questo è quasi garantito, ad un certo punto.

Per evitarlo, molti si fanno prima delle lavande all’ano con del liquido. Ma non tutti sanno in che posizione si troveranno durante il sesso e a volte, se sei fortunato, potresti ritrovarti a fare del sesso non pianificato.

La natura spesso fa il suo corso in modo inaspettato, specialmente se sono stati consumati cibo, bevande o altre sostanze. Per questo a qualcuno capita di alterare le proprie abitudini alimentari quando c’è del sesso all'orizzonte, o creare una dieta che renda il sesso anale più semplice.

“Devi conoscere il tuo intestino e capire cosa funziona meglio per te,” mi dice il 31enne Phil, di Londra. “Per me, la Coca Cola Light è vietata. Mi fa sentire pieno d’aria e non fa bene al mio intestino. Evito anche qualsiasi cosa con il lattosio e cerco di stare lontano dal caffè se so che farò sesso.”

Drew, anche lui di Londra, mi dice che avendo un fidanzato, modifica la sua dieta in maniera significativa per adattarsi a un’attività sessuale regolare. “Il mio ragazzo è andato all’estero per due settimane,” dice. "Il mio primo pensiero è stato, 'Finalmente posso mangiare il purè di piselli!' Non per alimentare lo stereotipo sulla gente del nord, ma li adoro e mi mancano.”

Drew elimina anche altri cibi. “Evito i soliti sospetti come carni rosse, cibi piccanti, qualsiasi cosa con formaggio o un po' elaborata come torte o pasticcini,” spiega, prima di aggiungere: “Ora mi chiedo se ne valga la pena. Faccio tutta questa preparazione mentre lui mangia pizza e scopa!” I piatti piccanti compaiono frequentemente nella lista dei cibi da evitare.

Damian*, 28 anni, mi dice che il suo partner spesso se ne dimentica, e che questo può portarli a non fare sesso. “Se fai il passivo quella sera, la mia regola è di mangiare solo cibi che danno stitichezza. Pane bianco, pasta, pizza—qualsiasi cosa pesante e sei al sicuro,” dice. “Il mio ragazzo non ne ha idea, prepara chilli per cena e poi si aspetta di fare sesso e io dico… no.”

Tuttavia, Damian ritiene che la paura che venga fuori un pasticcio nel sesso sia soprattutto psicologica: “Anche se hai la sensazione che qualcosa andrà storto, la maggior parte delle volte non succede.”

“Mangiare troppa frutta, bere troppo alcol o mangiare cibi piccanti potrebbe irritare lo stomaco prima del sesso,” mi dice il nutrizionista di Londra Rob Hobson. “D'altra parte, disidratare i cereali integrali, senza troppa acqua insieme, rallenterà le cose.” Ma Hobson non consiglia di cambiare drasticamente la propria dieta. "È difficile da valutare, ma credo che mantenere un equilibrio e mangiare tutto con moderazione sia il modo migliore per sentirsi rilassati e in sintonia con il proprio corpo prima e durante il sesso.”

Alcuni passivi mi dicono che il nervosismo dovuto a brutte esperienze li ha dissuasi dal consumare certi cibi per il resto della vita. “Una volta l'ho fatto dopo aver mangiato del mais dolce,” dice Callum*, 25 anni. “Mettila così: non sono mai più stato in grado di guardarlo, figuriamoci mangiarlo da allora.” Graham* ha una storia simile. “Una volta sono stupidamente andato a mangiare del curry a un secondo appuntamento e siamo andati a casa sua,” spiega. "I gay che fanno sesso passivo dopo un curry sono più coraggiosi dei marines. Anche l'odore mi ricorda quella sera, adesso. Non c’è stato un terzo appuntamento.”

Il dottor Evan Goldstein, esperto americano di salute sessuale degli uomini gay, fondatore e CEO di Bespoke Surgical, dice che l’ansia pre-sesso può avere effetti sul transito digestivo. "Questa è una paura comune tra i passivi che praticano sesso anale per la prima o centesima volta,” dice. “Detto questo, si può arrivare ad avere la Sindrome del colon irritabile a causa di un disagio emotivo e può essere letteralmente una situazione di cacca. L'obiettivo è cercare di ridurre al minimo l'ansia e prepararsi al successo. Se non si riesce, allora si può battere in ritirata per quella sera.”

Goldstein mette in guardia anche contro le lavande prima del sesso.

“I clisteri, che a volte vengono utilizzati, sono progettati per persone con problemi di stitichezza. Quando si utilizza l'acqua del rubinetto, anche se può sembrare innocua, ci possono essere conseguenze negative,” spiega. “Ripetere regolarmente lavaggi con acqua di rubinetto o clisteri salini può portare a gravi lesioni, come ragadi o emorroidi, insieme a una maggiore incidenza di malattie sessualmente trasmissibili e HIV che possono essere accompagnate da sintomi come sanguinamento o dolore.”

Date queste riserve, una dieta sana può giocare un ruolo importante nel sentirsi a proprio agio durante il sesso anale. "Quando ti senti sicuro, puoi rilassarti completamente quando sei nel ruolo ricettivo, che è la chiave per un’entrata di successo", afferma Goldstein. “Per quanto riguarda i consigli dietetici specifici per i passivi, provare ad aggiungere cibi ricchi di fibre con molta acqua, che consente di ingrossare le feci e di fare delle semplici e idonee pause per il bagno.”

Alcuni passivi portano questa necessità di fibra a livelli più estremi. Matthew, un vegetariano, mi dice che usa regolarmente pacchetti di fibre. Damian, d'altra parte, prende l’Imodium, un trattamento per la diarrea, per impedire alla cacca di muoversi. Tuttavia, sia Goldstein che il nutrizionista Hobson non consigliano l'uso di tali sostanze. “Non consiglierei mai l'uso di lassativi, non è salutare o sostenibile,” dice Hobson. “Modificare il proprio rapporto con il cibo non sempre si traduce in scelte salutari,” concorda Goldstein. “Molti disturbi alimentari sono chiaramente collegati alla dismorfismo corporeo che di solito va a braccetto con la mancanza di fiducia in sé a livello sessuale.”

In definitiva, nel sesso e nella vita, è importante ricordare che a volte finisce tutto in merda—e va bene così.

*I nomi sono stati cambiati.

@LouisStaples

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter di VICE per avere accesso a contenuti esclusivi, anteprime e tante cose belle. Ogni sabato mattina nella tua inbox. CLICCA QUI .