Pornhub sta vietando i porno generati dalle AI

"Non tolleriamo alcun contenuto non consensuale sul sito."
7.2.18

Nella sua ricerca di una piattaforma che ospiti i video porno falsi di celebrità create con un algoritmo di machine learning, la community di deepfakes si è rivolta subito a Pornhub, il colosso del porno che riceve oltre 75 milioni di visitatori al giorno.

Martedì, Pornhub ha dichiarato a Motherboard che considera i deepfakes una categoria di porno non convenzionale e che li vieterà.

"Non tolleriamo alcun contenuto non consensuale sul sito, e li rimuoviamo non appena ne veniamo a conoscenza", mi ha detto un portavoce via posta elettronica. "I contenuti non consensuali violano i nostri Termini di servizio [TOS], e includono contenuti come il revenge porn, deepfakes o qualsiasi cosa pubblicata senza consenso." Pornhub, in precedenza, ha detto a Mashable di aver "rimosso deepfakes segnalati dagli utenti."

La posizione di Pornhub su deepfakes è simile alle dichiarazioni rilasciate da Discord e Gfycat, e in linea con i suoi effettivi termini di servizio, che vietano un contenuto che "impersona un'altra persona, o dichiara il falso o travisa in altro modo un'affiliazione con una persona".

Tuttavia, nonostante la dichiarazione della società, Pornhub è ancora carico di deepfakes. Sono riuscito a trovarne facilmente a dozzine, pubblicati negli ultimi giorni, molti sotto il termine di ricerca "deepfakes" o con "deepfakes" e il nome di celebrità nel titolo.