FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

RAGAZZE CHE AMANO IL CIBO:TORTA FRITTA MESSICANA AL CIOCCOLATO

i
di it
01 luglio 2011, 5:22pm

Tutti noi andiamo nei ristoranti alla moda fingendo di riconoscere i diversi tagli di carne e non ridiamo leggendo funghi shiitake. Ma per quale motivo usare zafferano e olio al tartufo quando c'è il ketchup in bustine e le lattine di sidro? Perché usare le posate quando basterebbe un angolo del coperchio della margarina? Sono Joanna e nelle prossime settimane, e magari anche mesi, vi insegnerò a preparare deliziosi manicaretti con il minimo sforzo e il massimo concentrato di grassi possibile.

Ogni volta che sei in cucina ricordati questo: nella vita bisogna rispettare delle regole, sia in amore che in guerra, ma non ci sono regole su quello che si può friggere. Chiedilo al vero Boss della doppia impanatura: "Chicken" Charlie Boghosian. Lui è stato il primo uomo a pastellare una merendina, per poi arrivare a traguardi grandiosi come la ciambella fritta due volte o il panino al pollo fritto.

Boghosian potrebbe sembrare uno di quegli uomini che muoiono di infarto sul cesso per una cagata più difficile del solito. Ma non rinunciate per questo al fritto pesante.

Praticamente qualsiasi cosa diventa commestibile una volta fritta, questo lo sappiamo. Alcune persone sono diventate famose friggendo l'MDMA, sostenevano che diventasse gustoso, il che può essere o una bugia, oppure un miracolo. Quello che sto cercando di dire è che gettare qualcosa nel grasso fuso non consente semplicemente di preservare nell'ignoranza gli zotici di provincia, ma si tratta soprattutto un'elitaria tecnica culinaria.

Quindi, se come me, sperate vi venga diagnosticata un'insufficienza renale così da avere di diritto un bagno personale al primo piano, questa è la perfetta merenda per accompagnare il tè delle cinque.

Torta fritta messicana al cioccolato

Puoi provare lo stesso procedimento con qualsiasi tipo di torta, ma ovviamente io ho scelto la combinazione più ripugnante che potessi pensare: una torta al cioccolato e peperoncino alla messicana. È messicana perché c'è il chili dentro e come ben sapete i messicani sono incapaci di digerire cibi che non contengono peperoncino, fagioli fritti o visti turistici per entrare negli Usa.

Ingredienti

145 gr - farina
60 gr - cacao in polvere non zuccherato
225 gr - zucchero
1 cucchiaino - lievito
2 cucchiaini - cannella
¼ di cucchiaino - chili in polvere o pepe cayenne
2 uova
235 ml - latte
1 cucchiaio - aceto balsamico
1 cucchiaio - estratto di vaniglia
1 bottiglia di coca cola alla ciliegia (opzionale)

Fase 1.

Mescolare tutti gli ingredienti secchi in una ciotola. Ma attenzione, se aggiungete più di un cucchiaino di pepe o peperoncino la torta diventerà salata, riducendosi ad avere il gusto di un piatto di pollo al curry precotto. Il classico piatto che in realtà è fatto di interiora stufate con le spezie.

Fase 2.

Aggiungere tutti gli ingredienti liquidi e mescolare. Devono amalgamarsi bene, come nella foto ed essenzialmente sembrare una melma disgustosa.

Step 3.

Versare in una teglia imburrata e cuocere nel forno a 180 gradi per mezzora, una volta cotto far raffreddare e tagliare in pezzi. La tua torta messicana è pronta.

Step 4.

Adesso hai bisogno della pastella per friggerla. La pastella è più o meno un miscuglio denso di farina auto-lievitante, uova e latte. Se non vuoi che ti rimanga sullo stomaco puoi usare dell'acqua gasata per alleggerire la pastella. Ancora meglio-se invece pensi non sia ancora abbastanza dolce o diabetico-puoi utilizzare un bibita gasata. Io ho usato la Coca cola alla ciliegia. Quindi mischiare tutto e sbattere con la frusta. Semplice, no?

Step 5.

Inzuppa le fette di torta nella poltiglia alla Coca cola.

Step 6.

Teoricamente bisognerebbe avere una vera friggitrice, ma le pentole di metallo formato famiglia non fanno per me, quindi ho cotto poco alla volta in un pentolino. Però vinco lo stesso perché ho usato un olio vecchio di tre giorni in cui avevo fritto le uova, così la mia torta ha acquisito un retrogusto al French toast. Credo che sia quello che mangiano a pranzo i francesi.

Step 7.

Per finire: un po' di panna spray, un po' zuccherini, e finalmente puoi gustarteli tutti, sempre che non vomiti prima.

Ad essere onesti vi consiglio di tenervi il resto della giornata libera, perché dà problemi respiratori e digestivi, per non parlare dei rimorsi di coscienza, ma credetemi, il vostro palato vi ringrazierà per questo.

Bone-appetite!

tag: cibo spazzatura, torta al cioccolato, messico, vomito, donne, cucina, fritto,

JOANNA FUERTES-KNIGHT

http://viceland-assets-cdn.vice.com/wp/2011/06/girl-meets-food-deep-fried-mexican-chocolate-cake/