FYI.

This story is over 5 years old.

Questi studenti disperati hanno trovato una nuova scusa per fare sesso prima della laurea

Agli sgoccioli della loro vita universitaria, i giovani laureandi inglesi hanno trovato una nuova scusa per fare sesso senza rimorsi: la Gold Rush, una specie di caccia al tesoro su Facebook.
28.5.15

Foto di Jake Lewis

Per gli universitari sta per iniziare un periodo lungo e frustrante: la sessione estiva è alle porte, e per qualcuno può fare la differenza tra l'aggiungere una laurea alle proprie competenze su LinkedIn e il ritrovarsi a trascorrere agosto sulle dispense. Il periodo in cui si possono passare ore in biblioteca a controllare di nascosto Facebook fingendo di ripassare sta per finire. Volete sapere qual è la soluzione per questa combo di stress pre-esami e panico da vita reale?

Il sesso.

E i laureandi inglesi si sono inventati la Gold Rush. All'inizio della loro carriera universitaria, gli studenti non hanno bisogno di scuse per fare sesso—ci sono le feste universitarie e l'alcol. Ma poi arriva il secondo anno, e ci si ritrova invischiati in una relazione o a passare le giornate in casa fingendo di studiare. Finché poi, il terzo anno, non si comincia a capire che "la vita reale" è dietro l'angolo.

Per far fronte a tutto questo, gli studenti inglesi hanno iniziato a creare dei gruppi Facebook appositi, dove gli utenti possono postare in forma anonima dei messaggi piuttosto espliciti diretti ad altri studenti dell'ultimo anno che vorrebbero farsi. Lo scopo di questi messaggi è rivelare quanto basta dell'identità del mittente perché il destinatario capisca di chi si tratta e possa decidere se farsi avanti o meno. Queste sono le pagine Gold Rush delle università di Swansea, Falmouth, York e Brighton e Sussex. Se non avete voglia di aprirle, sappiate che la maggior parte dei messaggi dice cose tipo, "AIla tipa con i capelli rossi di sociologia: scopiamo?" e "al ragazzo che si sta allenando in palestra: mi ti farei."

Se in questo periodo vi svegliate in piena notte per colpa dell'esame di storia, allora l'origine del termine "Gold Rush" dovrebbe esservi chiara. Nel caso non abbiate idea di cosa significhi, sappiate che si riferisce alla corsa all'oro del 1848, quando in sette anni circa 300mila persone si recarono in California in cerca di fortuna. Nel 2015 ha assunto un nuovo significato, designando l'attività dei laureandi che lasciano la propria ragazza per affollare le serate nei pub all'ossessiva ricerca di figa.

Ma non tutti gli studenti sono contenti dell'esistenza della Gold Rush. Kate, una di Bristol, mi ha detto che ritiene il tutto piuttosto "inquietante" e solo "l'ennesima scusa da rugbista per tirarsi giù le mutande."

"Già prima passavamo la maggior parte dei nostri quattro anni di studi a farci molestare nei locali," ha continuato. "Ma negli ultimi mesi le cose sono peggiorate—adesso i ragazzi pensano di avere l'obbligo morale di farlo."

Un'altra studentessa di Bristol, Chloe, è critica nei confronti della Gold Rush per un motivo molto più futile. "Perché aspettare gli ultimi mesi? Dovrebbero farlo sempre." Poi però ha aggiunto, "Se sei il genere di persona per cui una scopata può rovinare un'amicizia o rendere le cose imbarazzanti, allora evita. Specialmente se si tratta di una cosa imbarazzante con cui non vuoi dover fare i conti dopo."

La copertina di una brochure per la quale l'anno scorso la squadra di rugby della LSE è stata accusata di sessismo

L'obiettivo della Gold Rush è la rimozione totale dei freni inibitori. Non ci saranno scene di imbarazzo del giorno dopo, né balli romantici né amici che dovrebbero scopare da un secolo ma non sanno come dirselo. È tutto molto diretto: tutti sanno a cosa vanno incontro, tutti sono nel panico, tutti trovano conforto nel sesso occasionale. In più ci sono anche dei toga party sui cui flyer si legge, "QUANDO TI RICAPITERÀ DI FARE SESSO CON UNO STUDENTE?"

Per chi ha una relazione, la fine dell'università è un periodo difficile—con l'avvicinarsi della fine e la minaccia rappresentata dal lavoro e dal dover cambiare città, molte relazioni traballano e vanno in pezzi. "È il periodo in cui più coppie si lasciano," mi ha detto Rajesh, uno studente di Durham. "Una volta finita l'università e trovato un lavoro, molte persone si trasferiscono e non hanno intenzione di andare avanti con una storia a distanza. Per cui c'è un'ondata di nuovi single." E il fatto che i campus si trasformino in enormi orge a cielo aperto non aiuta a rafforzare le relazioni tra gli studenti.

È un fenomeno che interessa tutta la Gran Bretagna. Simon, uno studente del terzo anno all'università di Bristol, mi ha detto che lì la Gold Rush è "l'argomento del momento. Un'attrazione fortissima per i laureandi, che non vedranno più i loro compagni di corso." E come ogni moda social, più persone ne parlano più si espande—motivo per cui gli eventi su Facebook con migliaia di iscritti stanno contribuendo a normalizzare il concetto su cui si basa la Gold Rush. Ormai fa praticamente parte della normale esperienza universitaria.

Foto di Jake Lewis

La combinazione di studio notturno in biblioteca e ormoni a mille genera un utilizzo smodato di Tinder, Grindr, Happn e così via. La noia e la pressione del periodo di esami fanno il resto.

Per chi sta finendo l'università, la Gold Rush rappresenta un modo di dare l'addio a quel mondo. Per chi invece ha di fronte a sé ancora qualche anno di studi, è un bel modo di iniziare l'estate senza preoccupazioni. Nel periodo vicino alla laurea, la Gold Rush ricorda ai laureandi i piaceri della vita universitaria, offrendo loro l'ultima chance di goderne prima di entrare nel mondo reale—un luogo dove vestirsi con esattamente gli stessi vestiti con cui si era andati a dormire il giorno prima è fuori discussione. Se la vita universitaria è una bolla, la Gold Rush è l'ultimo soffio d'aria prima che scoppi.

*I nomi dei personaggi citati sono stati cambiati per proteggere la loro identità, visto che stanno cercando di laurearsi e si presume che dopo dovranno trovarsi un lavoro.

Segui Sam Farley su Twitter: @FarleyWrites