Perché il taglio dei vitalizi non è affatto una misura rivoluzionaria