L'Italia è davvero il "laboratorio mondiale" del populismo?