L'osteria che l'estero ci invidia e dove lavorano ragazzi con patologie fisico-mentali