Torpignattara

  • La stampa sta cercando delle "Molenbeek italiane" che non esistono

    Dopo gli attentati di Bruxelles, i media italiani si sono messi a cercare le "Molenbeek italiane." Ma tra servizi ansiogeni e reportage deliranti, questa volta la situazione è decisamente sfuggita di mano.

  • Un gruppo di neofascisti è indagato per i "Bangla tour" a Roma

    Tredici persone sono state accusate di far parte di un "gruppo criminale" che ha compiuto diversi raid razzisti contro la comunità bengalese di Roma.

  • Com'è possibile che nel 2015 vadano in onda servizi come quello della Gabbia?

    Nei giorni successivi agli attentati di Parigi, l'individuazione di potenziali sacche di jihadismo nelle città italiane è stato uno dei passatempi prediletti dai media. E questo servizio su Torpignattara ne è l'esempio più imbarazzante.

  • Le periferie romane sono in rivolta contro Roma

    Così come l'assassinio di Khan Muhammad Sha­h­zad a Torpignattara è soltanto la punta dell'iceberg, Torpignattara è solo uno dei numerosi focolai della periferia di Roma.

  • Notizie del dopo-sbornia

    Mentre centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo manifestavano contro il cambiamento climatico, a Milano i musulmani sono scesi in piazza contro lo Stato Islamico e un eurodeputato leghista ha detto che vorrebbe schedare i gay.

  • Cosa sta succedendo a Torpignattara?

    Come il quartiere-simbolo della convivenza multietnica romana si sta trasformando in un coacervo di tensioni razziali, fasciomafiosi, cronaca nera e rivolte dal basso che forse tanto spontanee non sono.

Pubblicità