FYI.

This story is over 5 years old.

News

Il poliziotto urlatore di Bucarest

A volte in natura l'animale più debole emette suoni assordanti per intimorire l'avversario più forte. Tipo un chihuahua che abbaia contro un pastore tedesco. O tipo il poliziotto urlatore di Bucarest.
20 gennaio 2012, 3:00pm

Come ben saprete a volte accade che in natura l’animale più debole emetta suoni assordanti per intimorire l’avversario più grosso; per esempio un chihuahua che abbaia contro un pastore tedesco. Bene, l'uomo che vedete nel video qui sopra, filmato da Robert Chirileanu durante le recenti proteste a Bucarest, è il chihuahua. Circondato dai suoi compagni armati, ma non equipaggiato a dovere mentre conduce la carica verso un gruppo di manifestanti mascherati, ha deciso di sfoderare l’unica arma rimasta nel suo arsenale: la voce.

Non che gli avversari della polizia siano molto meglio. I dimostranti qui a Bucarest sembrano diventare sempre più stupidi di giorno in giorno. Qualche notte fa la loro tattica è stata gridare a squarciagola quanto fossero arrapanti le madri dei gendarmi e paragonandone genitori a feci umane. Poi, dopo aver fatto qualsiasi cosa per inasprire la polizia, che ha finalmente reagito, hanno intonato questo coro: “Stop alla violenza! Non fateci del male incivili!" Ah, e per rendere il loro messaggio di protesta “pacifica” forte e chiaro, hanno dato fuoco alla macchina di questo povero ragazzo.