A trent'anni mi sono ritrovata a fare i conti con l'Alzheimer di mia madre

Stare a contatto con una persona cara malata di Alzheimer ti obbliga a lavorare su te stesso, come mai avresti voluto.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità