Stuff

Puoi contrastare gli effetti di droghe e alcol con attività fisica e cibo sano?

Esiste un corrispettivo di "bruciare le calorie" per quanto riguarda l'assunzione di droghe e alcol—una soluzione che non sia semplicemente "smettere"? Ne abbiamo parlato con chimici, personal trainer ed esperti in riduzione del danno.

di Jack Blocker
09 agosto 2016, 6:36am

La società è sempre più preoccupata di "mangiare bene" e contare le calorie, e noi siamo sempre più ossessionati da come bruciarle. E pare che "mangiare meno, correre di più" non sia abbastanza. Vogliamo dati, preferibilmente qualcosa che possiamo condividere sui social dopo i tempi dei cinque chilometri di corsa nel parco e le foto dei bicipiti sudati post-palestra.

I creatori di contenuti online di tutto il mondo, allora, hanno cominciato a produrre "pillole" che ti dicono come far fuori il cibo che hai ingollato seguendo metodi totalmente implausibili. Un uomo ha dovuto sollevare pesi per cinque ore e 53 minuti per smaltire un Big Mac Menù; una donna ha dovuto pattinare per quattro ore per smaltire un burrito. Quel tipo di cose.

Ovviamente, è un modo abbastanza poco salutare di essere in forma: un approccio da abbuffata in entrambi i sensi, che premia gli estremi invece che la moderazione. Detto questo, amo i Big Mac e le punizioni corporali, perciò perché non provarci? Se in teoria funziona per il cibo che ti fa male, potrebbe essere una tattica valida anche per altri vizi, per esempio il consumo regolare di droga?

Ci sono modi di contrastare gli effetti negativi delle droghe sul lungo termine? Posso bilanciare gli effetti negativi dell'alcol bevendo più centrifughe allo zenzero? Si può riparare un cuore danneggiato dalla cocaina facendo 900 flessioni ogni mattina? Per scoprirlo, ho parlato con un po' di esperti di droga e di palestra.

QUATTRO LATTINE DI BIRRA

Quando ho superato i 25 anni, il mio rapporto con l'alcol è cambiato. Prima i quesiti che mi ponevo erano qualcosa di simile a: "Se bevo ancora quante possibilità ci sono di vomitare sul cane della mia ragazza?" Ora, invece, mi chiedo: "Se bevo una birra il martedì morirò d'infarto la mattina dopo?"

Per capire se l'esercizio fisico può invertire gli effetti di una confezione da quattro lattine, ho chiamato Joseph Van Der Merwe, un personal trainer di Londra. "In quattro lattine ci sono circa 600 calorie, più o meno, dipende dalla marca, quindi ti serviranno un 30-40 minuti di corsa per smaltirle," mi ha detto.

Secondo il dottor Adam Winstock, fondatore della Global Drug Survey (GDS) e psichiatra, questo approccio viene adottato da un gruppo di persone in particolare. "Sono soprattutto i ragazzi gay nella scena chemsex," ha detto. "Si danno ai bagordi venerdì, sabato e domenica e poi da lunedì a giovedì vanno in palestra." E questo li fa "tornare in pari" con il weekend? "La risposta è no. Ma se ti sfasci il weekend, è meglio se passi il resto del tempo a fare una vita sana e felice—palestra, niente fumo etc? Certo."

Joe concorda, è meglio andare in palestra che non andarci, ma aggiunge: "L'idea che la dieta e l'esercizio possano proteggerti dalle droghe e dall'alcol è come cercare di combattere un incendio a colpi di spugna."

UNA BUSTA D'ERBA

Ragazzi che fumano a Hyde Park. Foto di Jake Lewis

Guy Jones, un chimico che si occupa di riduzione del danno e test per la droga nell'ambito dell'organizzazione The Loop, mi ha spiegato che il THC contenuto nell'erba influenza il sistema endocannabinoide nel cervello, che è responsabile di molte attività, incluse la regolazione della fame e del sonno. Qualche anno fa, durante un attacco particolarmente pesante al mio sistema endocannabinoide, un amico ha rischiato di strangolarsi con la panna montata. La prospettiva che un mio amico morisse a causa di un dessert mi ha scioccato, e ricordo che il panico mi ha reso del tutto lucido.

Non ricordo esattamente quanto avessi fumato, ma ho chiesto a Guy se la paura è un modo efficace per far passare gli effetti di un grammo d'erba. "L'adrenalina non toglierà dalla circolazione la cannabis," mi ha risposto, "ma è possibile che generi un momento di lucidità."

Ovviamente, il problema numero uno dell'erba è che stai aspirando una pianta incandescente. Come dice Guy, "il tabacco è incredibilmente tossico e cancerogeno. Per evitare qualunque danno, con la cannabis, la cosa più importante è non fumarla con il tabacco." Sfortunatamente, secondo Joe, pulirti i polmoni a lucido con l'attività fisica non è fattibile. "L'idea che puoi, diciamo, correre 20 chilometri e ripulirti i polmoni... No, non succede così."

UN GRAMMO DI COCAINA

La prima cosa da sapere della cocaina è che ovunque, al di fuori dell'America del Sud, è tagliata con un sacco di merda perché gli spacciatori sono degli stronzi, e quella merda ha un sacco di effetti collaterali sul tuo corpo (anche se è improbabile che tutti ti facciano marcire la pelle). Ma non importa quanto tagliata è la cocaina che usi, comunque "avrai dei problemi al cuore perché questa sostanza blocca i segnali nervosi, interrompe il ritmo elettrico che fa battere il cuore regolarmente," ha detto Guy.

Tutte le persone con cui ho parlato mi hanno detto che non c'è modo di mitigare questi effetti collaterali. "Ci sono persone che pensano che consumare cocaina insieme all'alcol sia un modo per evitare le palpitazioni," mi ha detto Adam. "Ma quella combinazione è a dire il vero ancora più pericolosa, perché ovviamente finisci per farti ancora più coca e ancora più alcol, che non va bene né per il cuore né per il cervello." Guy è d'accordo, "Il consiglio che darei è, al di là del cuore, di non assumere tanto alcol in concomitanza con la cocaina."

E se, ho chiesto a Joe, il tuo cuore è una macchina ben funzionante che a riposo batte a 30 bpm, come quello di un atleta? "Non ti passerà più in fretta, ma è meno probabile che morirai."

L'uso regolare di cocaina può portare al rigonfiamento e alla formazione di cicatrici sul tessuto cardiaco, e se il cuore può tornare alle sue dimensioni normali, il tessuto cicatriziale—che è un danno permanente responsabile anche di potenziale morte precoce—non ha questa capacità.

UN GRAMMO DI MDMA

Un po' di MDMA. Foto di Michael Segalov.

A differenza della cocaina, l'MDMA non interferisce direttamente con gli impulsi elettrici del cuore. Ma, spiega Guy, "mette ulteriore pressione sul cuore perché ne costringe i vasi sanguigni, aumenta la pressione del sangue e fa lavorare il cuore con più sforzo."

Ancora, è difficile contrastare un potenziale danno al cuore—ma di tutte le droghe di cui ho parlato, l'MDMA è stato l'unico caso in cui la nutrizione poteva avere un ruolo importante nel contrastare il down psicologico. I medicinali da banco, come gli amminoacidi 5HTP, posso aiutare la ricostituzione dei livelli di serotonina—l'ormone della felicità che il cervello secerne durante l'uso di MDMA, e la cui assenza ti fa sentire depresso il giorno dopo—così come possono aiutare cibi ricchi di amminoacidi come il tacchino, il salmone e la quinoa.

Il punto, mi ha detto Adam, è che è sempre meglio mangiare in modo salutare, che tu sia o non sia sotto l'effetto di droghe. Ruth Kander Bsc, una dietologa, è d'accordo su questo, "È sempre meglio mangiare spinaci e banane rispetto a fritti"—ma non pensa che una buona dieta possa contrastare la natura distruttiva delle droghe. "Se bevete molto e vi drogate vi state distruggendo il fisico, non si può fare molto per quello."

UN GRAMMO DI KETAMINA

Data la natura di questa droga, unita a fattori variabili come la purezza e la tolleranza personale, non ci sono molti modi di ridurre il danno che causa. Stranamente, l'unica droga che probabilmente vi fotterà del tutto il cervello è anche quella più—relativamente—sicura. Guy mi ha spiegato come funziona:

"La ketamina blocca lo scambio di impulsi tra il cervello e il corpo. In piccole dosi produce quello che molti chiamano un fenomeno di piacevole dissociazione—un generico senso di fattanza. Dosi più massicce possono far sì che il consumatore entri in uno stato di completa anestesia, in cui non è in grado di muoversi ed 'esiste' solo nella propria testa—e questo è quello che di solito chiamiamo K-hole."

E anche se sei uno di quegli idioti che si fanno delle piste enormi per andare in K-hole, sul lungo termine farebbero peggio l'alcol, il tabacco e la cannabis. "La ketamina è un anestetico stranamente relativamente poco pericoloso, è anche nella lista dei medicinali essenziali dell'Organizzazione mondiale della sanità," ha detto Guy. "E come anestetico viene somministrato in dosi molto più alte di quelle ricreative."

Ovviamente, non è una giustificazione per calarsi un grammo ogni weekend. L'uso prolungato può causare effetti collaterali pesanti, soprattutto all'apparato urinario, a volte così gravi che l'unica soluzione è un trapianto. Tutte le persone con cui ho parlato mi hanno detto che l'unico modo per limitare gli effetti della ketamina è smettere di prendere ketamina.

CINQUE PALLONCINI DI GAS ESILARANTE

Alcune persone fatte di gas esilarante fuori da Westminster durante una protesta contro una legge restrittiva sul consumo di droga. Foto di Chris Bethell

Secondo la Global Drug Survey, il gas esilarante è la settima droga più popolare al mondo. Visto che la botta non dura molto e il prezzo è contenuto, la cosa non stupisce.

Dato che ogni volta che ho preso del gas esilarante pochi secondi dopo mi sono sentito perfettamente a posto, ho chiesto ad Adam se ci siano effetti a lungo termine. "I dati raccolti su 16.000 persone come parte della Global Drug Survey del 2015 e 2016 hanno mostrato che circa il quattro percento dei consumatori riporta sintomi compatibili con una neuropatia periferica—un danno al sistema nervoso—per esempio formicolii nelle mani e nei piedi," ha detto. "E questo per l'abbattimento della vitamina B12."

Come ci si può proteggere da questo danno? "La cosa più immediata è: drogarsi meno. Ma anche prendere supplementi di vitamina B12."

Ma se pensate che tutte le soluzioni ai vostri problemi con la droga siano in farmacia, prendete nota: "Drogarsi non funziona come un bilancio tra crediti e debiti; non esiste l'equivalente di bruciare i grassi. Bisogna o essere intelligenti, oppure stare sani e felici. Non fumate, allenatevi, non siate sovrappeso, sono queste le cose più importanti e quelle che possono influenzare il fatto che morirete giovani o no. Il grosso dipende dal peso, dal fumo, dalla genetica e dal benessere socioeconomico."

L'ultimo punto mi ha colpito. Parlando con Adam, mi ha spiegato che uno dei modi per evitare che la droga ti uccida è non essere povero. E Adam lo sa. "Un sacco di persone di cui mi sono occupato sono svantaggiate e hanno accesso a poche risorse. Questo le rende più vulnerabili, non sono abituati ad andare dal medico, non possono comprare frutta e verdura," mi ha detto.

"Quelli che leggono i quotidiani di sinistra, vanno a yoga e sono vegetariani... quando si drogano sono più protetti. Ma non sono protetti in senso astratto, è che hanno più capitale fisico e sociale e le droghe non possono scalfirlo con facilità."

Scusate, quindi, se devo fare il guastafeste: gli effetti a lungo termine delle droghe sono troppo distruttivi per risolverli con cibo biologico ed esercizio fisico. Perciò, se cercate un modo per ridurre il danno, drogatevi con sensibilità e moderazione, o non drogatevi proprio.

"Tutto quello che fai—ogni decisione che prendi—ha un impatto sulla tua vita. Quindi, sì, puoi vivere più a lungo potenzialmente mangiando cose più sane, facendo pilates e dormendo in modo regolare," dice Guy. "Ma se ti sta a cuore la tua salute, forse non dovresti proprio drogarti. E forse non dovresti nemmeno uscire di casa, perché attraversare la strada è pericoloso."

Segui Jack su Twitter: @JackBlocker

Segui la nuova pagina Facebook di VICE Italia: