Pubblicità
Stuff

Questo sondaggio per il nome del nuovo ponte di Bari stava per essere vinto dal gorilla Harambe

La Gazzetta del Mezzogiorno ha chiesto ai propri utenti di scegliere il nome del nuovo ponte asse Nord-Sud di Bari e, come sempre, internet ha dato il meglio di sé, rendendo come nome più scelto quello di Harambe.

di Tommaso Naccari
05 settembre 2016, 8:22am

Grab

via.

Aggiornamento delle 14.30: Viste le numerose segnalazioni, dal sondaggio sono state rimosse alcune opzioni suggerite dal pubblico, tra cui Ponte Harambe, Ponte Gabry e Ponte Riso Patate e Cozze :(

Agosto 2016, o più in generale l'estate, probabilmente, verrà ricordato per molti come il mese di Harambe.

La storia del gorilla ucciso nello zoo di Cincinnati nello scorso maggio era esplosa nelle settimane immediatamente successive al fatto, sulla scia dell'indignazione non ironica del mondo di internet. Ma invece di esaurirsi in un paio di settimane come la maggior parte delle vicende simili—tra cui quella del leone Cecil, ucciso da un dentista nello Zimbabwe nell'estate del 2015—i contenuti su Harambe hanno iniziato a trascendere dal loro significato originario, con il risultato che decine di migliaia di persone stanno proponendo di chiamare il nuovo ponte di Bari "Harambe".

In queste ore, infatti, La Gazzetta del Mezzogiorno ha indetto un sondaggio per aiutare l'amministrazione a trovare il nome del ponte sospeso dell'asse Nord-Sud, un ponte lungo 626 metri che—nella descrizione fatta daRepubblica qualche mese fa—"dimostra che i sogni e le idee che possiamo avere per questa città [Bari] diventano cose concrete" e che in pratica collegherà due punti del capoluogo pugliese. Fino alle 14 di oggi è possibile inviare le proposte di nomi, dopodiché si darà spazio al sondaggio. Al momento, tra i suggerimenti dei lettori su "Ponte Riso Patate e Cozze", i nomi di ex sindaci come Nicola Damiani, o presidenti di squadre di calcio come Vincenzo Matarrese, a vincere con poco meno di 100mila preferenze è proprio lui: Harambe.

La questione del ponte è solo il culmine, e probabilmente la massima dimostrazione italiana (spinta si da pagine italiane, ma anche da da pagine straniere) di ciò che è diventato Harambe per internet—nonché di come internet sia in grado di far degenerare rapidamente nel trolling qualcosa nato con un intento serio, come successo di recente con il concorso fotografico di Scicli.

Negli scorsi mesi lo zoo di Cincinnati ha prima

implorato il mondo di smettere di tirare fuori il pisello in memoria di Harambe seguendo il thread #DicksOutForHarambe e successivamente è stato costretto a chiudere i propri social, diventati ormai ingestibili. Così ad agosto, il mese in cui Harambe è definitivamente esploso come meme che non aveva più a che fare con la morte di un gorilla in uno zoo, sia Vox che il New York Mag si sono interrogati sul reale valore del gorilla, arrivando in breve alla conclusione che ormai sì, Harambe è fuori controllo.

Uno dei meme su Harambe.

Quello del ponte pugliese non è neanche il primo contest che rischia di essere monopolizzato da Harambe: oltre alle richieste di cambiare il nome di Cincinnati in Harambe City, lo zoo di Philadelphia potrebbe chiamare il cucciolo di gorilla nato sul finire di agosto proprio Harambe.



È difficile credere che l'amministrazione barese permetterà che internet imponga attraverso un giornale il nome di Harambe al nuovo ponte—anche se in tal caso, questo tratto di strada sospesa diventerebbe il mio posto preferito nell'Universo. In ogni caso voi potete far sì che ciò accada votando qua. Qualora poi accadesse davvero, potremmo spostarci tutti su Kickstarter a bere uno shot per Harambe ("because he took one for you").

Segui Tommaso su Twitter

Segui la nuova pagina Facebook di VICE Italia:

Tagged:
harambe
Bari
meme
Vice Blog