Hanno chiesto a Moby di suonare per Trump e lui ha risposto così

Hahahahhahahahahahahahahahahahahah
11 gennaio 2017, 1:52pm

A quanto pare la squadra incaricata di organizzare il party di inaugurazione della presidenza Trump sta facendo un po' fatica a riempire la line-up. Anche il producer e DJ Moby è stato contattato da un agente che gli ha chiesto di suonare per Donald settimana prossima, e lui ha pensato di rispondere direttamente con un post su Instagram. La sua risposta, in breve, sarebbe un netto NO, ma Moby ha pensato di corredare il suo rifiuto con una richiesta scherzosa al neo-presidente in cui lo invitava a rendere pubbliche le sue dichiarazioni dei redditi, allora forse ci avrebbe pensato su. Ha poi aggiunto che se avesse veramente accettato di suonare il pubblico repubblicano si sarebbe dovuto aspettare un set pieno di Public Enemy e "remix di Stockhausen". 

Il team di Trump non si dev'essere stupito più di tanto della reazione di Moby, dato che poche ore prima del suo rifiuto aveva postato su Facebook uno status in cui diceva "Gli Stati Uniti sono a tanto così dall'incaricare come presidente un uomo che ha mandato in rovina aziende, si è vantato di molestare sessualmente le donne e continua a fare discorsi carichi di razzismo. America, mi hai spezzato il cuore."

Questo il suo post di ieri su Instagram:

Segui Noisey su Facebook e Twitter.