FYI.

This story is over 5 years old.

L'insormontabile tristezza del ballerino solitario

Sanno come muoversi, ma non hanno nessuno con cui muoversi. :(
29 luglio 2015, 8:42am

La pessima reputazione di cui soffre chi balla lo shuffle è immeritata. È troppo facile sparare frecciatine sarcastiche dal bancone del bar all'indirizzo di quei poveri pazzi che hanno la bella pensata di divertirsi nei locali o ai festival. HAHA! Guarda quell'uomo che balla! Beccati queste tipe come si divertono! Che manica di sfigati, diciamo noi fra i denti, aggrappandoci ai nostri telefonini e ai nostri doppi vodka lemon come se fossero un pezzo di mobilio del Titanic. Guardali lì, a muovere gli arti! Che forme di vita inferiore! Che bestie selvatiche!

Fanculo. Ballare lo shuffle dev'essere molto, molto divertente. Io non ci ho mai provato perché trovo l'idea di ballare in pubblico, o anche in privato a dir la verità, tanto accattivante quanto l'idea di mangiare hamburger vegetali sconditi ad ogni pasto per un mese, come una specie di Super Size Me più noioso. Tuttavia, se io dovessi mai ballare, se dovessi improvvisamente decidere di lasciarmi andare e usare una pista da ballo per il suo vero scopo, invece che per scrivere tweet che nessuno caga e come punto di appoggio per lo zaino e il cappotto, mi piace pensare che ballerei lo shuffle. Se mi impegnassi adeguatamente, potrei diventare il prossimo Shannice Em, o Puff the Houseman. Davvero, lo penso sul serio. Se mi beccassi un giorno infrasettimanale dopo la quarta birra, probabilmente ti parlerei del mio sogno di diventare uno shuffler professionista e girare il mondo di locale in locale, scivolando con leggerezza su ogni dancefloor.

O almeno era così finché non ho visto queste foto. Le foto che seguono sono la cosa più triste che abbia mai visto dopo Billy Corgan a Disneyland. Queste immagini, immagini che rimarrano per sempre impresse nelle vostre cornee, sono foto dello shuffler in libertà. Foto di ballerini solitari nel loro habitat naturale. E mi fanno sentire strano. Ecco la cronaca minuto per minuto delle sensazioni che mi hanno procurato.

PRIMA FOTO: I PRELIMINARI

Tutte le foto sono di Adrian Choa.

COSA SUCCEDE: Qui vediamo lo shuffler appena prima di shufflare. In questo momento, sta soppesando le sue possibilità. Sente il richiamo dello shuffle, che di sicuro attirerà l'attenzione di tutti i presenti, ma anche quella bottiglia di birra ha un bell'aspetto. Le gambe leggermente piegate suggeriscono un inizio di movimento, ma è uno slancio pregno d'incertezza. È la cosa giusta da fare? È il momento di lasciarsi andare? Potrebbe fare la figura del coglione se lo facesse. Potrebbe fare la figura del coglione se non lo facesse. Se iniziasse a muoversi potrebbero farlo anche tutti gli altri. Vale la pena di correre questo rischio? Vale la pena di restare vivi?

LIVELLO DI TRISTEZZA: Leggera. Più che altro mi sento insicuro e un po' in ansia.

SECONDA FOTO: ATTIVAZIONE DELL'ENERGIA A RAGGI SOLARI

COSA SUCCEDE: Come possiamo osservare, il nostro primo shuffler potenziale è ritornato nella zona periferica, nell'acqua bassa, "ma va', scherzavo, vi prendevo per il culo ragazzi, vorrete mica che mi metta a ballare a questa festa in piscina con i DJ che mettono musica dance". Al suo posto troviamo un vero guerriero, uno di quei tipi che indossano il loro cappello da pescatore e prendono la vita per le palle, le bucano lo scroto, ci infilano una cannuccia, poi usano la stessa cannuccia per bere un Bacardi Breezer tutto d'un fiato. Riesco quasi a sentire il suo odore, e si tratta di un leggero e piacevole misto di carne cruda, carne bruciata, sudore genitale, Issey Miyake, sperma, autocompiacimento e una goccia di immenso disprezzo per se stesso. È inarrestabile. Magari rovescierà il tuo drink o sfiorerà il culo della tua fidanzata con la mano, ma niente può fermarlo. È qui per ballare e ballerà, che ti piaccia o no, zio. Questo spazio gli appartiene ora e, per dio, lo sfrutterà al meglio. Una volta partito, sarà meglio che nessuno si avvicini. E lui può andare avanti tutta la notte, o almeno è questo che ti dirà prima di cominciare a piangere sommessamente accarezzandoti i capelli e chiamando sottovoce la sua mamma. Non è mai successo prima. Gli dispiace.

LIVELLO DI TRISTEZZA: Mi ritrovo a pensare ai problemi emotivi di uno sconosciuto, problemi strettamente connessi con l'eiaculazione precoce, per cui sì, credo di essere piuttosto triste.

TERZA FOTO: SI VOLA

COSA SUCCEDE: Il Guerriero, come l'ho battezzato, ci sta dando dentro di brutto. Guardalo: questo è un uomo che dopo il primo Bacardi Breezer scrotale, non ha problemi a buttarne giù un secondo. Al lampone. Quando alza le braccia decolliamo insieme a lui, e quando decolliamo noi sta' sicuro che se ne accorgono tutti. Ha la faccia di uno che sta per lasciare che l'orso gay dentro di lui ruggisca più forte di quanto abbia mai fatto, e nessuno lo può giudicare. Sembra sul punto di mettere il turbo. Sembra sul punto di shufflare con tanta potenza che la pianta di fronte a lui non potrà fare altro che seccarsi e morire immediatamente di fronte a tanta vitalità e vigore. Tra dieci minuti tutti attorno a lui saranno grigi e senza vita, prosciugati inesorabilmente. Guardando bene, si può già individuare la sua prima vittima. Il tizio con gli occhiali da sole e i pantaloncini che stringe in mano quella specie di vaso contenente frullato rivomitato sta evidentemente per collassare come conseguenza delle cazzo di radiazioni emanate dal Guerriero. Questo, ragazzi e ragazze, signori e signore, è il ballerino nel suo elemento. Inchinatevi al suo cospetto.

LIVELLO DI TRISTEZZA: Non sarò mai amico del Guerriero. Non parlerò mai con il Guerriero. Non condividerò mai una bozza di Campari Mixx con il Guerriero. Non sarò mai il Guerriero, e questo mi fa sentire completamente distrutto.

QUARTA FOTO: IL TRISTE TRAMONTO

COSA SUCCEDE: Questa che vedete qui potrebbe essere l'immagine più triste del mondo. Seriamente, sto seduto qui, in ufficio, a piangere dentro al mio té e sono così triste che non riesco nemmeno a pensare di iniziare a pelare la mia arancia pomeridiana. Sono morto dentro, sono così alterato da questa foto, che il semplice pensiero di questo agrume succoso mi fa sentire come se avessi mangiato un posacenere. Questo poveraccio. Questo solitario, triste poveraccio. Eccolo lì, la persona più sola della storia umana, con indosso la sua nuova canottiera delle grandi occasioni, e le sue nuove scarpe delle grandi occasioni, e la sua nuova bandana delle grandi occasioni, una bandana che ha comprato apposta per questa occasione, una bandana che ha comprato apposta per indossarla con questo outfit delle grandi occasioni, un outfit in cui ha sognato di passare la notte ballando, che ora non può che rappresentare allegoricamente tutta la tristezza e la futilità della vita. Il suo inutile peso è sostenuto dai suoi stupidi piedi da ore: solo, completamente solo, la persona più sola di tutta la storia umana, in attesa che succeda qualcosa, in attesa che succeda qualcuno. Ma niente succederà. Non stasera, non domani sera, non la settimana prossima né il mese prossimo o l'anno prossimo o il decennio o la vita prossimi. Sarà preservato così, per sempre, nella gelatina dell'internet, inerte e immobile, in attesa, sempre in attesa. Non succederà mai niente.

LIVELLO DI TRISTEZZA: Guarda, ho già detto che non riesco nemmeno a mangiare un'arancia per colpa di questa foto. Più triste di così...

Io mi sono rovinato la giornata. Spero di aver rovinato anche la vostra.

Invitaci a ballare su Twitter: @Noisey_IT