FYI.

This story is over 5 years old.

Fanno così schifo? Coldplay vs. The Black Eyed Peas

Siamo abituati a schifarli, ma lo facciamo con cognizione di causa? E chi fa più schifo? La sfida di oggi è tra britannici melensi e pseudo-rapper milionari

Nella rubrica Fanno Così Schifo? cerchiamo di analizzare alcune delle band più temute per capire se l'odio che molti hanno nei loro confronti sia giustificato o se queste band abbiano una brutta reputazione per motivi irrisori. La nostra analisi è il più possibile obiettiva e diamo un voto alla musica, all'attitudine, al look e alla fanbase di queste band per determinare se è vero o no che fanno cagare.

Pubblicità

Oggi è il turno di due band che hanno un sacco di cose in comune, anche se non sembra: i Coldplay e i Black Eyed Peas. Nell'annotazione da 1 a 10 il 10 sta per: fanno cagarissimo.

COLDPLAY

Musica: 4.4/10
I Coldplay hanno la reputazione di far musica per stronzetti senzapalle. Certo, forse c'è stata una rimozione collettiva del fatto che, un tempo, la musica dei Coldplay era considerata abbastanza figa. Dal loro primo album, Parachutes, la band ha raccolto abbastanza street cred da riuscire bene con il secondo, A Rush of Blood to the Head del 2002, che ha decisamente ottenuto il favore dei fan e della critica. In molti hanno comprato quel disco, anche gente che non comprava musica dai tempi di What’s the Story (Morning Glory)? degli Oasis. I Coldplay hanno cavalcato l'onda del successo, ma poi qualcosa è cambiato. Forse ci si aspettava troppo da loro, o forse quel riff fastidiosissimo di "In My Place" ha rotto il cazzo ad altri milioni di persone, oltre che a me. In ogni caso, ora sono in molti a guardare i dischi dei Coldplay con altri occhi, dicendosi: "aspetta un attimo… Questa è roba per ragazzine." Come dice Paul Rudd:

Attitudine: 6.4/10
I Coldplay sono stati spesso paragonati agli U2, non che questo sia un complimento. Il paragone si basa più che altro sul fatto che, sulle orme di Bono, anche loro hanno messo da parte la fama per dedicarsi ad attività umanitarie, tipo: "non dovete supportare noi, ma fare di questa Terra un posto migliore, la musica è il primo passo per diventare buoni." Quindi il commercio equosolidale, Amnesty Inrernational e i vestiti ecosostenibili di Gwyneth Paltrow sono la priorità assoluta. I Coldplay sono resident ad ogni cazzo di festival umanitario, il Band Aid 20, il Live 8 e Hope for Haiti Now, robe così. Almeno, però, i ragazzi hanno senso dell'umorismo sull'argomento, come dimostra il cameo in Shaun of the Dead:

Pubblicità

D'altro canto, i Coldplay hanno seguito l'esempio degli U2 anche nell'unica cosa che loro abbiano mai fatto di buono: non concedere le proprie canzoni alla mercé di ogni prodotto uscito sul mercato. Anche se, come gli U2, hanno venduto l'anima (e il nome di una figlia) alla marca più satanica: la Apple.

La promozione per il loro ultimo album, però, è la goccia che fa traboccare il vaso. Hanno nascosto i testi di Ghost Stories nelle librerie di tutto il mondo. La maggior parte delle band è onorata anche solo per il fatto che qualcuno alzi il culo per andare al negozio di dischi a comprare il loro album, ma loro addirittura hanno optato per costringere i propri fan a diventare topi da biblioteca a causa di questa caccia al tesoro per babbi.

Un'altra cosa divertente è questa: prima di chiamarsi in questo modo assai ridicolo, i Coldplay si chiamavano in altri modi ancora più ridicoli, per esempio Starfish e… questa è bella… Pectoralz. Ragazzi, PECTORALZ.

Look: 2.2/10

A differenza di Bono, Chris Martin ha almeno evitato di adottare un nome di merda o di indossare gli occhiali da sole di sua nonna. I Coldplay hanno un look normalissimo, per questo si salvano.

Fanbase: 5.5/10
I fan dei Coldplay sono più che altro genitori sui 30 o 40 anni che non hanno molto tempo di far ricerca musicale più accurata. Un giorno scopriranno i Vampire Weekend e ci rimarranno malissimo.

Quanto fanno davvero cagare: 4.625/10

Pubblicità

Forse è vero che i Coldplay non si staccheranno mai dal loro alone di sfiga, ma c'è da ammettere che ognuno di noi, quando è stato mollato, non ha trovato di meglio da fare che ascoltarsi "Fix You" piangendo al buio.

The Black Eyed Peas

Musica: 7.8/10

Esattamente come per i Coldplay, il nome dei BEP non è per tutti sinonimo della peggio musica di merda. Nei primi tempi, furono addirittura un gruppo hip-hop acclamato dala critica, una sorta di Tribe Called Quest Dei poveri. E poi niente, è arrivata Fergie. Ora, non abbiamo la più remota intenzione di aprire una discussione sul ruolo delle donne nell'hip-hop né tantomeno vogliamo reiterare qualche cliché sul fatto che le donne rovinano le band (perché è una cazzata). Sta di fatto che è a causa di una donna di nome Fergie che i Black Eyed Peas sono andati qualitativamente a puttane. Certo non è SOLO colpa sua, ma la sua inclusione in line-up è arrivata in un periodo di svolta per come i Peas venivano percepiti: da quel momento in poi, non gliene è fregato più niente di mantenere la propria crediblità in quanto rapper ma solo di fare un bel po' di quattrini. Non c'è niente di sbagliato in “Pump It,” “I Gotta Feeling,” e “Let’s Get It Started” (un tempo nota come “Let’s Get Retarded”), sono fatte apposta per essere catchy e stampartisi in testa, il problema è che hanno funzionato talmente bene che oramai chiunque preferirebbe ascoltare il suono delle proprie scoregge che “Boom Boom Pow” per l'ennesima volta. Le loro canzoni sono state usate in un numero incredibile di pubblicità, film e programmi TV—cristo, se ci fosse da ricavarci un po' di quattrini, siamo sicuri che i BEP saerebbero tranquillamente in grado "My Humps" come canzone ideale per i funerali. In pratica, hanno venduto l'anima per poter fare musica con cui torturare i prigionieri a Guantanamo Bay. E ci sono pure diventati ricchi.

Pubblicità

Look: 8.6/10
Punteggio alto perché si conciano come una gang da Mad Max che le prende da tutti

Attitudine: 7.9/10
La gente scherza sempre su quanto sia pomposo chiamarsi will.i.am. dimenticandosi però di apl.de.ap. Senza dimenticare l'inquietante Taboo, quello che pare un personaggio di Mortal Kombat. Poi c'è il fatto che si pisciano continuamente addosso.

Fanbase: 5.1/10
Oggigiorno lil fan medio dei Black Eyed Peas è un po' come uno che vota sempre lo stesso partito e poi se ne pente.

Quanto fanno davvero cagare: 7.35/10
I Black Eyed Peas sono una band che ha come obiettivo quello di fare montagne di soldi con delle canzoni insoportabili. E, diciamocelo, gli riesce alla perfezione.