Gli hacker di AnonPlus hanno preso il controllo del sito di Salvini

“Se questo post raggiunge 1000 like mi raso a zero”.

|
09 febbraio 2018, 11:24am

Immagine: AnonPlus

È un momento caldo per politica e hacking in Italia: dopo le polemiche degli scorsi giorni legate all'hackeraggio della piattaforma del Movimento 5 Stelle, Rousseau, questa volta sono gli hacker di AnonPlus a colpire. Nella prima mezz'ora del 9 febbraio, sul sito Internet di Matteo Salvini hanno pubblicato questo testo "AnonPlus combatte i soprusi, le inequità, le corruzioni". I siti matteosalvini.it e salvinipremier.it sono andati offline temporaneamente probabilmente per mano dallo stesso staff della Lega a scopi protettivi, ma ora sono di nuovo in piedi.

AnonPlus sostiene di aver sottratto anche il contenuto delle chat di Telegram del segretario della Lega e dal suo profilo Twitter ha pubblicato una serie di dati, ancora da verificare: "Prima trance del database scaricato non sono stati filtrati o controllati a voi l'onere e l'onore di farlo." Il collettivo ha promesso di pubblicare il resto dei file sottratti nei prossimi giorni.

Gli hacker potrebbero anche avere ottenuto l’accesso alla pagina Facebook di Salvini, pubblicando dei falsi post che sono stati rimossi dagli amministratori.

Anonplus è particolarmente attiva in questi giorni. Il 6 febbraio ha attaccato il sito internet del Pd di Firenze, mandandolo fuori uso e prevelevando 2653 file — a quanto pare, datati — degli iscritti in città, tra cui i dati del segretario del Pd Matteo Renzi: indirizzi, mail, telefono fisso e cellulare di tutti. Un altro attacco di questo giorni è stato fatto ai danni della Città Metropolitana di Milano.

Su Twitter, AnonPlus dichiara di non essere affiliato a nessun movimento politico, di non essere schierato politicamente e di non essere affiliato ad Anonymous Italia. Sempre dal loro profilo Twitter rimanda al suo unico canale ufficiale attraverso cui comunicare con gli hacktivisti quando sono raggiungibili.

Motherboard ha provato a mettersi in contatto con AnonPlus. Vi aggiorneremo in caso di risposta.

Segui Federico su Twitter: @spaghettikraut

Seguici su Facebook e Twitter