Recensione: Iceage - Beyondless

Gli Iceage non sono più i punkabbestia di una volta e questo è un disco rock'n'roll raffinato, bello e credibile.
9.5.18

Che strano disco hanno fatto gli Iceage. Hanno messo da parte certo zozzume punkabbestia per un disco pervaso da un senso di grandeur, un disco da rockstar, che ricorda certi Primal Scream rock and roll per esempio.

Detta così magari qualcuno potrebbe storcere il naso, ma invece funziona. La voce scazzata c’è, e si sente comunque da dove vengono, in più è un disco molto fresco, estivo, divertente, feel good hit of the summer per dirla con i Queens Of The Stone Age che furono.

Pubblicità

È un disco ricercato dal punto di vista degli arrangiamenti ma senza essere stronzo o pretenzioso (a parte in un momento preciso, secondo me: il finale di “Showtime”, ma ci può stare), vario il giusto. C’è un pezzo in cui canta Sky Ferreira (che mi ricorda ancora una volta i Primal Scream, quelli con Kate Moss), un “closer to god" che fa saltare subito in mente il vecchio Trent Reznor, riffettoni da scuola di chitarra hard, un sacco di fiati, un riferimento a “roaring free jazz fireworks”, quella voce scazzata alla Bobbie Gillespie (ancora? abbiamo capito), pezzi raffinati, momenti di psichedelica spinta (“Catch It”), momenti da vaudeville (“Thieves Like Us”, “Showtime”)… Ci sono anche un sacco di elementi che potrebbero renderlo un disco insopportabile, presuntuoso e chi più ne ha più ne metta.

Ma la verità è che quando sai scrivere le canzoni puoi fare un po’ quello che ti pare, ed è il caso di questi stronzi (che peraltro avevo pure perso di vista). Non so voi, ma per me è abbastanza raro sentire un disco rock bello e credibile, di questi tempi. Bravi gli Iceage.

Beyondless è uscito il 4 maggio per Matador.

Ascolta Beyondless su Spotify:

TRACKLIST:
1. Hurrah
2. Pain Killer (ft. Sky Ferreira)
3. Under the Sun
4. The Day the Music Dies
5. Plead the Fifth
6. Catch It
7. Thieves Like Us
8. Take It All
9. Showtime
10. Beyondless

Segui Noisey su Instagram e su Facebook.