Pubblicità
soldi

Perché il sogno americano si è trasferito in Canada

Oggi solo il 7,5 per cento dei bambini nati nelle famiglie più povere degli Stati Uniti riesce a risalire la scala sociale.

di VICE News
26 ottobre 2016, 10:04am

Il sogno americano esiste ancora, ma oggi bisogna andare in Canada per realizzarlo. A dirlo è Raj Chetty, uno dei giovani economisti più in vista degli Stati Uniti.

La mobilità sociale è una delle pietre miliari dell'immagine meritocratica degli Stati Uniti. Tutti, in teoria, dovrebbero avere un'equa possibilità di migliorare, o peggiorare, le proprie condizioni di vita.

Tuttavia oggi solo il 7,5 per cento dei bambini nati nelle famiglie più povere degli Stati Uniti riesce a percorrere questa scala sociale. Si tratta di un tasso più basso di quello di molti altri paesi sviluppati come Danimarca (11,7%), Regno Unito (9%) e, appunto, Canada (13,5%).

Leggi anche: Il Canada vuole respingere questi lavoratori cinesi perché teme siano spie

A prima vista anche il dato relativo al Canada potrebbe sembrare relativamente modesto. Ma, come spiega Chetty, in una società caratterizzata da una mobilità perfetta non più del 20 per cento dei cittadini può migliorare le proprie condizioni al punto tale da entrare nel gruppo ristretto di chi guadagna di più.

"In realtà, queste sono differenze abbastanza marcate nella mobilità sociale dei paesi," ha detto l'economista. "Si può dire che le chance di realizzare il sogno americano siano il doppio per chi nasce in Canada rispetto ai cittadini degli Stati Uniti."


Segui VICE News Italia su Twitter, su Telegram e su Facebook