FYI.

This story is over 5 years old.

Il condom che cambia colore se hai una malattia sessualmente trasmissibile

Nel caso in cui si fosse affetti da clamidia, il preservativo diventerebbe verde, nel caso dell’herpes, giallo.
Immagine: via

Se Gabriele Falloppio fosse ancora tra noi non saprebbe più come festeggiare. Da quando, nel 1574, è stato il primo medico al mondo a proporre un uso profilattico del preservativo-budello nella sua opera De Morbo Gallico—alias Della malattia francese alias Della sifilide—il contraccettivo a barriera ha conosciuto soltanto momenti di gloria. Falloppio sarebbe sicuramente molto contento di sapere che nell'era delle smart-cose anche il condom, che ormai è addirittura di lattice, è diventato intelligente.

Pubblicità

I nuovi visionari del preservativo, dei liceali londinesi che veranno presto assunti—o minacciati—dalla Durex, hanno inventato un materiale speciale che cambia colore se rintraccia malattie sessualmente trasmissibili nello sperma. Il condom, che verrà lanciato sul mercato con il nome di 'S.T.EYE', è fatto di un particolare tipo di gomma costituito da molecole che reagiscono al contatto con batteri o virus specifici. Nel triste caso in cui si fosse affetti da clamidia, il preservativo diventerebbe verde, nel caso dell'herpes, giallo. Viola è invece il colore del condiloma acuminato, blu della sifilide.

"Volevamo realizzare qualcosa che aiutasse a diagnosticare le malattie sessualmente trasmissibili in maniera più sicura che mai, che permettesse alle persone di prendere provvedimenti immediati, nella tranquillità delle loro case e senza esami medici invasivi," ha dichiarato il 14enne Daanyaal Ali, uno degli inventori, all'Indipendent.

Un'idea sicuramente geniale, file under: come abbiamo fatto a non pensarci prima? Speriamo solo che la Regina li aiuti a realizzarla e che il preservativo continui a raggiungere sempre nuovi apici di popolarità, e di utilizzo consapevole.