FYI.

This story is over 5 years old.

L'FBI ha sequestrato Silk Road 2.0

Il sito è stato sequestrato da un'operazione congiunta dell'FBI, dell'ICE Homeland Security Investigations e di “forze dell'ordine europee."
7.11.14
Immagine: Shutterstock

Silk Road 2, il sito che è spuntato fuori dopo che l'originale Silk Road era stato chiuso dall'FBI nell'ottobre del 2013, è stato disabilitato dopo essere stato confiscato dalle forze dell'ordine.

Secondo un avviso postato su Silk Road 2, il sito è stato sequestrato da un'operazione congiunta dell'FBI, dell'ICE Homeland Security Investigations e di "forze dell'ordine europee che hanno agito attraverso Europol e Eurojust."

Pubblicità

L'FBI ha arrestato Blake Benthall, che avrebbe gestito il sito sotto lo pseudonimo di Defcon, due giorni fa a San Francisco.

"Blake Benthall ha cercato di far resuscitare Silk Road, un sito segreto che le autorità hanno sequestrato l'anno scorso, creando Silk Road 2.0, un'organizzazione criminale praticamente identica alla precedente," ha affermato Preet Bharara, procuratore di Manhattan in una dichiarazione. "Diciamola tutta, questo Silk Road, in qualsiasi forma, è una strada per la prigione."

Screenshot: via Reddit

Ieri, intorno alle 14:30, entrambi i forum—che gli admin, i compratori e i venditori usano per comunicare—e il sito stesso in cui droghe e altri prodotti vengono venduti, hanno smesso di funzionare. E circa un'ora dopo è comparso l'avviso del sequestro.

Gli utenti di Silk Road hanno riportato di aver notato attività sospette sul sito nelle precedenti 12 ore. Alcuni venditori hanno affermato che i propri account erano stati bloccati ed era impossibile accedervi.

"Il mio profilo da venditore non è accessibile, e la stessa cosa è successa a un paio di altre persone," ha scritto un utente ieri. "Sta succedendo qualcosa di strano."

Altri hanno affermato di non riuscire a ritirare i propri soldi dal sito. "Dice che ho inserito un pin sbagliato, ma è una cazzata," ha detto un altro utente. "Il pin del mio account non funziona più e fino a ieri andava," ha scritto un altro. "Cosa sta succedendo?"

Man mano che messaggi del genere si sono fatti più numerosi, "Alfred", l'amministratore del forum neutrale "The Hub", una sorta di zona franca di incontro degli utenti del mercato nero del deep web, ha postato un minaccioso avvertimento ai due forum di Silk Road 2.

Pubblicità

"Dico a tutti," ha scritto, "non posso darvi dettagli, ma se riuscite a ritirare i vostri soldi dall'account fatelo IMMEDIATAMENTE. Per favore, fidatevi delle mie parole."

Gli utenti erano preoccupati del fatto che i moderatori—i membri dello staff di Silk Road il cui lavoro è gestire i forum—non avessero detto niente. Alfred ha affermato che non potevano farlo perché "i loro account erano stati bloccati."

ALCUNI UTENTI SONO ENTRATI NEL PANICO, ALTRI CREDEVANO NON CI FOSSE NIENTE DI CUI PREOCCUPARSI

Alcuni utenti sono entrati nel panico, mentre altri dubitavano che ci fosse veramente motivo di allarmarsi. E poi il sito è scomparso, ed è stato sostituito da un avviso ufficiale molto simile a quello che era apparso dopo il sequestro del primo.

Con il sito offline, nessuno può avere accesso ai propri fondi sul sito e i compratori, i venditori o lo staff non possono comunicare, a meno che non trovino un'alternativa a Silk Road.

Gli ultimi mesi sono stati un periodo burrascoso per il bazar della darknet. Dopo un attacco in febbraio, in cui sarebbero stati rubati circa 2,7 milioni di dollari in bitcoin, Defcon aveva promesso di rimborsare ogni utente che avesse perso dei soldi. Defcon ha senza dubbio ha mantenuto la parola, ma molto più lentamente del previsto, e recentemente uno dei membri dello staff aveva rinunciato al suo ruolo di moderatore affermando che gli utenti del sito erano stati "ingannati".

Silk Road 3 non è più il più grande bazar del deep web. Evolution e Agora, inaugurati recentemente, sono molto più forniti di droghe di Silk Road. Ed esistono già decine di altri siti come Silk Road.

Se questa è la fine di Silk Road come sito potrebbe essere anche la fine di Silk Road come brand. Ma il primo Silk Road e il suo sostituto dimostrano la resilienza di questi bazar della dark net. L'attrattiva di un luogo dove le persone possono commerciare anonimamente e in sicurezza lontano dai controlli dello stato è destinata a non estinguersi.

Il ventiseienne Benthall è stato accusato di associazione a delinquere per traffico di stupefacenti, che prevede una sentenza minima di 10 anni in prigione fino all'ergastolo; per hacking, che prevede una sentenza massima di 5 anni; per traffico di documenti contraffatti, che prevede una sentenza massima di 15 anni di detenzione; e associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro, che porta a una sentenza massima di 20 anni in prigione.