Recensione: Priestess – Torno Domani EP

C'è un filo che parte da XDVR e arriva fino a questo EP, in cui Priestess dimostra sia i suoi pregi che le sue acerbità.
Elia Alovisi
Italy
9.11.17

In Torno Domani EP, a tratti, si sente la stessa foga espressiva che animava le canzoni di XDVR—una delle prime pietre miliari di questa cosa informe che chiamiamo la nuova scuola del rap italiano. C'è un filo, sottile ma resistente, che li lega in piccoli flash espressivi. I più palesi illuminano il modo in cui Priestess costruisce i suoi flow, affine a quello che Sfera Ebbasta ha usato per costruirsi una carriera. Lungo il corso dell'EP a volte—su "Cleopatra", principalmente—sembrerebbe naturale sentire comparire la voce del buon Gionata a dire quanto lei voglia fumare la sua Mary Jane.

Ma definire Priestess, o qualsiasi artista, esclusivamente in base all'opera di un suo collega più famoso sarebbe sia una semplificazione che un errore: i paragoni portano pressioni inutili e suggeriscono opinioni polarizzanti. Ma se consideriamo l'influenza di Sfera e Charlie sulla scena che li ha seguiti, considerando ciò che fanno grossa parte dello spirito del rap italiano contemporaneo, è impossibile non ricondurre a loro le sonorità e l'immaginario lirico di Priestess—le cui componenti sono menefreghismo, edonismo e uso di punchline, con piccole virate romantiche.

A far suonare fresco questo è EP sono sia il fatto che a rappare sia una ragazza—non dovrebbe essere così ma in Italia la situazione è grama, e fortunatamente le cose stanno migliorando—che la qualità delle produzioni. Le principali acerbità sono a livello lirico: viene in mente "Bubblegum", che invece di proseguire la suggestiva e dolceamara scena di amore adolescente della prima strofa si perde in riferimenti culturali di base (La ragazza dall'orecchino di perla di Vermeer, Amore e psiche) e banalità sentimentali (le rette parallele che non si incontrano mai).

L'interpretazione convincente di Priestess basta però a renderla convincente ed esaltante, anche nei suoi momenti più scontati a livello testuale. La sua voce non sfigurerebbe, applicata a strutture pop tradizionali—e "Buio cosmico", tra l'altro, potrebbe benissimo già sfondare le classifiche con il suo lento incedere bifronte, indeciso se essere un pezzo latino da classifica o una marcia apocalittica. Ad ora, Torno Domani è la promessa di una carriera dall'ottimo potenziale.

Ascolta Torno Domani EP su Spotify:

Segui Noisey su Instagram, YouTube e Facebook.