Stuff

Non importa se Cameron ha fatto o meno sesso con un maiale

Ieri è uscito sul Daily Mail un estratto della biografia non autorizzata del Primo Ministro britannico, in cui si dice che, tra le altre cose, a Oxford Cameron avrebbe infilato il pene nella bocca di un maiale morto. Ma alla fine, non è la cosa più...

di Joel Golby
21 settembre 2015, 2:11pm

Foto via

prof. Bizarro

Ok, ok, eccone una bella: pare—è sempre necessario dire "pare" quando si parla di qualcuno che forse ha fatto sesso con un maiale, perché puoi pure beccarti una denuncia se accusi uno di aver fatto sesso con un maiale, soprattutto se non l'ha fatto—ma insomma pare che lo stimato primo ministro inglese David Cameron abbia fatto sesso con un maiale. Be', "fatto sesso". "Fare sesso" può voler dire un sacco di cose, giusto? C'è un'intera gamma di cose che possono essere incluse nel sesso. Si può dire che infilare il pene floscio nella bocca di un maiale morto come trovata goliardica sia "fare sesso" con un maiale? Direi di no. Ma in casi come questo ci piace usare le parole come se le sfumature non esistessero, come se cercassimo di fare un'operazione a cuore aperto con un pezzo di selce o di spaccare l'atomo con un mattone.

Comunque, stiamo vivendo quello che potrebbe essere il giorno più importante della storia del Regno Unito. Per chi se l'è perso: ieri sera il Daily Mail ha pubblicato un estratto dalla biografia non autorizzata di David Cameron scritta dall'ex vicepresidente dei Tory Lord Ashcroft. Nel libro si dice che a Oxford Cameron prendeva droghe (dai, siamo stati tutti giovani), ascoltava i Supertramp (dai, siamo stati tutti giovani) e—ricordatevi che siamo tutti stati giovani—una volta ha pure infilato il pene nella bocca di una testa di maiale e si è fatto fotografare nell'atto, come cerimonia iniziatica per entrare nel Piers Gaveston Dining Club.

"L'autore cita una 'scandalosa cerimonia iniziatica' a un evento del Piers Gaveston in cui il futuro Primo Ministro avrebbe posto 'le sue parti intime' nella bocca di un maiale morto," riporta il Daily Mail. "La storia gli è stata raccontata da un compagno di Cameron che è poi diventato un parlamentare—e che sostiene che un altro membro del gruppo sarebbe in possesso di prove fotografiche." Secondo voi, quante volte capita alla persona in possesso di quelle prove di tirare fuori la foto per guardarla, ridendo sotto i baffi? Almeno una volta alla settimana, secondo me. Ah, aspettate: pare.

Immaginate: Samantha Cameron, con le braccia incrociate, siede furiosa su una chaise longue. Immaginate: David Cameron che ignora il telefono, e in ginocchio dice, "No, Samantha, non ho mai scopato un maiale." Immaginate: è il 2017, e il figlio di Cameron usa internet per la prima volta. Immaginate: l'intero ufficio stampa del partito Conservatore che alle 11 di ieri sera tira a sorte per chi deve fare la telefonata. "Ciao David," fa lo stagista. "Sì, lo so che stai guardando la tv. Volevo dirti... Lord Ashcroft ha detto al Daily Mail che hai fatto sesso con un maiale."

Ma la domanda è: l'ha davvero fatto? Lord Ashcroft è il miliardario che si è pubblicamente schierato contro Cameron nel momento in cui quest'ultimo non gli ha concesso un ruolo nel governo. Ora, se io fossi un miliardario incazzato—e spero che un giorno lo sarò, ho messo proprio questa mattina il mio pene nella testa recisa di un maiale e scattato una foto del tutto, spero funzioni come patto col diavolo—se fossi un miliardario incazzato, in grado di sostenere anche le spese legali più ingenti, farei questo scherzetto di dire che il Primo Ministro del mio paese si è scopato la testa di un maiale? Lo farei subito. Perché David Cameron può uscire da questo #piggate soltanto in un modo: indire una conferenza stampa e dichiarare pubblicamente che "Io, David Cameron, non ho mai inserito il pene nella bocca di un maiale." Se non lo farà, passerà alla storia come uno che scopava coi maiali. E il meglio è che non può nemmeno dimettersi: perché sarebbe come ammettere di averlo fatto.

Personalmente, ho i miei dubbi. David Cameron è un tory con la faccia rubizza, allevato in laboratorio appositamente per diventare Primo Ministro. Ogni decisione che ha preso in vita sua—ogni corso che ha frequentato, ogni lavoro che ha fatto—l'ha presa con l'obiettivo di diventare Primo Ministro. Mi sembra il tipo d'uomo che ha riflettuto un'ora e mezza prima di fare il primo tiro di canna, perché temeva che un giorno qualcuno scoprisse che si era sballato (ma solo un po'). Quest'uomo, questo stesso uomo, metterebbe il pene nella bocca di un maiale sgozzato senza pensare alle conseguenze, lasciando che qualcuno faccia una foto? Non direi.

Eppure date un occhio a Cameron, osservatelo da vicino, quei suoi occhietti e la sua faccia rosa. Tutte le foto in cui abbraccia maiali. Potete immaginarvelo, no? Aleggia sempre un leggero dubbio che ci fa pensare: forse. David Cameron che fa sesso con un maiale non è più una cosa inimmaginabile. D'ora in poi, l'idea di David Cameron che scopa un maiale è qualcosa in cui il Regno Unito può finalmente credere. Ashcroft lo sa. Ashcroft sa.

E questa è la morale: la satira è morte. Charlie Brooker aveva già immaginato questo scenario quattro anni fa per la puntata più pazza di Black Mirror, e ora è tutto vero. La satira non potrà più toccare vertici altrettanto alti. È un colpo da maestro. Anche se non ha piazzato il proprio pene dentro un maiale, Cameron non potrà uscirne finché non dirà le parole, "Non ho scopato la testa sgozzata di un maiale." Può rassegnare le dimissioni, negare, scrivere un libro su Lord Ashcroft che fa qualche nefandezza con un cigno: non importa. Ora, quando guarderemo il Primo Ministro del Regno Unito penseremo: il pene di quest'uomo puzza di bacon. Pare.

@joelgolby