FYI.

This story is over 5 years old.

Mario ha acquisito coscienza di sé

Grazie a un gruppo di ricercatori che lavorano sull'intelligenza artificiale, Mario inizia a conoscere il suo universo bidimensionale.
17.1.15

"Cosa succede se salti su un Goomba?" chiede una gradevole voce femminile.

"Se salto su un Goomba, sicuramente morirà," risponde Mario con la sua nuova voce robotica. Come spiega il video, tuttavia, questa è una dimostrazione che riguarda i contenuti, non la forma.

Ma la questione va oltre il linguaggio: Mario, per come è stato progettato da un team di esperti di computer dell'Università di Tubinga, diventa agente autonomo all'interno dell'universo di Mario, cosciente delle sue regole e delle sue proprietà al punto da essere in grado di imparare e reagire.

Questo per dire che è lo stesso Mario a giocare: Mario controlla Mario.

Per essere esatti, Mario controlla Mario secondo gli impulsi e le spinte che impara su e giù per l'universo in cui si trova, diventando più o meno curioso e più o meno affamato. La curiosità si manifesta come una spinta a esplorare che si fa sempre più forte, mentre la fame si manifesta come un impulso crescente a raccogliere monete. Motivazioni semplici per un mondo semplice.