Pubblicità
Attualità

Un tizio ha scritto a tutte le Nicole della sua università per ritrovare una ragazza

"Ciao, questa è una mail di gruppo a tutte [e 246] le Nicole, se non ti ritrovi in questa descrizione, ignorala pure."

di Mack Lamoureux
12 settembre 2018, 5:30am

Foto via Twitter. Alcune informazioni sono state rimosse per tutela della privacy.

Il desiderio e la passione ci fanno fare un sacco di cose senza senso, tipo grandi gesti romantici che, se va bene, risultano solo imbarazzanti. Ma se va male, posso rivelarsi davvero inquietanti.

Prendiamo il caso di Carlos Zetina, uno studente al primo anno all'Università di Calgary, in Canada, che a una serata universitaria incontra la ragazza dei suoi sogni, Nicole. Dopo un paio d'ore e qualche bicchiere, Carlos accompagna Nicole e la sua amica a casa e qui le chiede il suo numero—benissimo!, direte voi. Ecco, peccato che quando prova a mandare un messaggio a quel numero si rende conto che il numero non esiste.

Ora, capirà il nostro amico Carlos che si tratta di un chiaro segnale lanciato da Nicole (se davvero si chiama così) per non lasciargli il suo vero numero perché non le interessa rivederlo? Be', se avete letto il titolo dell'articolo avrete già intuito che NO, Carlos non l'ha capito. Anzi, ben determinato a ritrovare la donna della sua vita, decide che l'unica cosa da fare è mandare una mail a ogni Nicole iscritta all'Università di Calgary—246 ragazze in tutto.

Oggetto: Ci siamo incontrati ieri sera e mi hai dato un numero sbagliato

"Ciao, questa è una mail di gruppo a tutte le Nicole, se non ti ritrovi in questa descrizione, ignorala pure. Se invece sei quella che sto cercando ma non mi vuoi parlare, va bene lo stesso," scrive Carlos nella mail. "Se vieni dall'Olanda e pensi che Nietzsche sia deprimente, scrivimi. Sono Carlos, il ragazzo che ti ha accompagnato a casa ieri sera."

Non solo non sa leggere tra le righe o cogliere i segnali: Carlos non è nemmeno bravo a mettere gli indirizzi mail in BCC, e così tutte le Nicole della facoltà hanno visto gli indirizzi di tutte le altre destinatarie del messaggio. Le ragazze hanno iniziato a scriversi tra loro, escludendo quasi immediatamente Carlos dalla conversazione.

"Una di loro ha escluso Carlos e risposto a tutto il gruppo dicendo, 'Gli diciamo che siamo tutte la sua Nicole, in 250?'" Nicole Macmillan, studentessa alla UofC ha detto all'HuffPost. "E da lì è partito tutto."

Foto via Twitter. Il cognome è stato intenzionalmente rimosso.

Le ragazze hanno creato il gruppo Facebook "Nicole di ieri sera" e hanno deciso di incontrarsi per conoscersi. Alcune hanno postato le foto dell'incontro online e la cosa è diventata virale.

Incredibilmente, il loro incontro ha fatto spuntare la vera "Nicole di ieri sera," che, a un certo punto, scrive sul gruppo. Si tratta di una studentessa in scambio dall'Olanda che non ha ancora un indirizzo mail dell'università e che quindi non ha mai ricevuto quella che descrive nel suo post come "la bellissima mail." Apparentemente, questa Nicole ha il numero canadese solo da pochi giorni e quindi ha davvero sbagliato a darlo a Carlos, non era un segnale!

Il gruppo di omonime, protettivo e attento, dopo aver consultato la studentessa olandese ed essersi assicurata della sua volontà di essere messa in contatto con Carlos, ha completato la sua missione romantica. Secondo quanto riporta Toronto Star, che ha contattato Carlos, i due dovrebbero "uscire insieme la prossima settimana."

Una buona notizia per Carlos, e una pessima notizia per tutte quelle ragazze che speravano ancora di poter usare questo trucchetto per liberarsi di un pretendente indesiderato.

Segui Mack Lamoureux su Twitter.

Tagged:
Canada
email
Carlos Zetina