Pubblicità
Questo articolo è stato pubblicato più di cinque anni fa.
News

Chi è Monia Benini, la nuova coordinatrice stampa M5S in Europa

Secondo una lista riservata, Messora avrebbe inserito Monia Benini tra i coordinatori del gruppo di comunicazione. Ma chi è Monia Benini? Ripercorriamo la sua carriera attraverso teorie No Euro, No Europa, anti-vaccini, signoraggio e scie chimiche.

di Matteo Lenardon
05 luglio 2014, 9:21am


Monia Benini con Nigel Farage, via.

Il 30 giugno è un momento di tensione per il Movimento Cinque Stelle. Il gruppo di comunicazione per il Parlamento Europeo subisce un “leak”, il documento con stipendi e indennità—che raggiunge la cifra di oltre 104.000 euro—viene diffuso in rete. Non solo, anche i nomi dei nuovi coordinatori del gruppo di comunicazione scelti da Claudio Messora finiscono online, fra questi quello di Monia Benini. 

Ma chi è Monia Benini? Secondo il curriculum online è una traduttrice freelance con in passato esperienze di guida turistica e una carica da Presidente del CdA dell’AMSEFC, società che "gestisce i 39 cimiteri del territorio comunale e cura le operazioni e la manutenzione dei due cimiteri ebraici per conto della Comunità di Ferrara." Ora lavora al Parlamento Europeo per il secondo partito italiano.

Benini, in realtà, si è fatta notare in rete per le sue attività che molti tendono a includere nell’area del “complottismo”. Il complottismo, per chi non lo conoscesse, è quella branca della scienza che cerca di spiegare alcuni dei misteri e avvenimenti più complessi della storia umana attraverso il caricamento di JPG su Facebook. 

Benini ha infatti affrontato ogni tipo di battaglia online possibile contro entità che lei stessa definisce “élite mondiali oscure”. Ha fatto la campagna No Euro e No Europa, quella anti-vaccini, quella sul signoraggio, e soprattutto quella contro le scie chimiche. Per quest’ultima la si vede addirittura portavoce e porta striscione alla manifestazione nazionale tenutasi lo scorso dicembre.

Inoltre, sul suo profilo Facebook, aderisce alla teoria che vedrebbe i matrimoni gay spinti e finanziati dalla Goldman Sachs e la JP Morgan. Quindi non solo ai matrimoni gay c’è musica e gente più figa, ma puoi anche avere una consulenza gratuita su come diversificare i tuoi investimenti.


L’articolo che la Benini condivide porta a un forum di “economia alternativa” in cui il post viene inserito nella categoria “Matrimonio gay e altre stupidaggini” con a seguire queste tag illuminanti: “cabale di potere, clan, illuminati, ebrei, massoni, Storia e Società.”


Un commento di Monia Benini sul suo status Facebook sopra riportato.

Benini, nei commenti, spiega che le leggi pro-gay sono solo un altro modo per ottenere "una massiccia diminuzione della popolazione" da parte di "governi e banche potenti." Un tormento che torna spesso nella sua attività di attivista.

Perché Benini è anche una prolifica autrice. Grazie al suo curriculum ha accumulato abbastanza esperienza per vergare numerosi saggi di teoria economica, infettivologia e geopolitica. In vendita sul suo sito personale si trovano infatti libri dagli argomenti più disparati: si va dall’odio per le tasse imposte dall’Europa all’odio per la “massoneria europea” finendo con un manuale per liberarsi della “dittatura europea”. 

Ma l’Infinite Jest della Benini è “Sterminio Segreto”, un volume dedicato a ciò che la sanità mondiale “ci tiene nascosto”. Su Youtube è possibile vedere anche una video-intervista in cui anticipa tutti gli argomenti del tomo.

Queste sono alcune delle cose che Monia Benini dichiara nel video:

- È iniziata una pianificazione, diversi decenni di anni fa, per arrivare a una riduzione di 3/4 della popolazione mondiale attuale. Questo avviene con le sterilizzazioni forzate, le vaccinazioni e le inoculazioni su larga scala da parte di associazioni come quella di Bill Gates che portano all’infertilità sia maschile che femminile.

- Negli Stati Uniti esiste un monumento scritto in diverse lingue in cui si annuncia la necessità di portare a 500 milioni di persone la razza umana.

- Esistono nanomateriali nascosti negli alimenti che noi mangiamo. Come i corn flakes o le noccioline ricoperte da uno strato di vetro.

- Ci sono guerre batteriologiche silenziose legittimate dal potere. (in video si vede il Sig. Burns)

- La Rockfeller Foundation già nel 1968 parlava di vaccini da somministrare alla popolazione femminile affinché non ci potesse esserci l’impianto dell’ovulo fecondato nell’utero.

- Ho documentato come il vaccino dell’antitetanica venisse infuso con ormoni che rendevano sterile la popolazione femminile.

- L’azienda farmacologica Merck vuole vaccinare gli uomini contro il tumore all’utero.

- I pediatri vengono pagati affinché il numero di vaccinazioni aumenti. Si tratta di vaccinazioni non obbligatorie e superficiali. (in video si vedono stralci di articoli che collegano i vaccini all’autismo)

- L’industria farmaceutica si nasconde dietro la questione della Sanità e della filantropia per costringere a vaccinare obbligatoriamente i bambini che muoiono di fame nei Paesi del Terzo Mondo. Questo solo per il controllo e l’abbattimento della popolazione.

- Per colpa dei media che inventano pandemie da cui tutelarsi diventiamo strumenti e vittime di una vera e propria guerra condotta dall’élite mondiale contro l’umanità.

- La gente non si deve lamentare delle alluvioni, delle frane o di altri disastri naturali. Si devono chiedere cosa succede sopra le loro teste. C’è una élite di persone e multinazionali che nel nostro Paese ha avviato una sperimentazione di modifica climatica autorizzata e pagata dai nostri soldi. Vogliono cambiare il clima inseminando le nuvole di metalli pesanti attraverso l’aerosol.

- Ho letto su un Atlante che oggi saremmo dovuti esseri 12 miliardi, e fra pochissimi anni addirittura 20. Questo dimostra che qualcosa ha modificato l’incremento previsto!

Tutto ciò viene pronunciato con la stessa rassicurante serenità delle ricette sul finger food spiegate dalla tipa di Giallo Zafferano. 

Benini, comunque, non entra in politica grazie al M5S, ma attraverso il Pdci. Prima da segretario provinciale e poi da “collaboratrice parlamentare” del Senatore dei Comunisti Italiani Fernando Rossi. Dopo la caduta del Governo Prodi Rossi crea nel 2008 un “Movimento per il Bene Comune” a cui la Benini aderisce. Movimento che, secondo il suo stesso statuto, nasce dalla "constatazione che i partiti del centrodestrasinistra: subiscono in silenzio l’occupazione militare, politica, culturale e finanziaria degli Stati Uniti d’ America; hanno regalato ai banchieri privati la Banca dello Stato; sono permeati dalle logge massoniche; sono indissolubilmente legati ai banchieri ed alle lobby affaristiche."


Il Movimento ottiene alle elezioni solo un 0,33 percento, ma si può fregiare della stima di personaggi come Roberto Fiore, segretario di Forza Nuova che, del partito guidato dai due ex comunisti, scrive entusiasta "Forza Nuova è protagonista di un processo che già sta iniziando. Movimenti politici seri e credibili come il Bene Comune, di Fernando Rossi e Monia Benini, o Alternativa, il movimento di Giulietto Chiesa, stanno in questi mesi prendendo delle posizioni sempre più condivisibili."

Nell’ultimo anno Benini si avvicina invece sempre di più al Movimento Cinque Stelle. Si fa intervistare più volte dal suo attuale capo, Claudio Messora, partecipa a svariati meetup in tutta Italia e firma addirittura un editoriale contro l’immigrazione su Beppegrillo.it. 

Oggi la ritroviamo come una dei responsabili della comunicazione a Cinque Stelle. Senza essere passata da nessuna tornata elettorale, reale o telematica che sia. I sei milioni di italiani che hanno votato il partito di Beppe Grillo alle ultime Europee si sentono davvero rappresentati dalle idee di Monia Benini?


Segui Matteo su Twitter: @bknsty