Abbiamo chiesto a Darlene di 'Mr. Robot' come sarà la terza stagione

L'attrice ha detto che diventerà tutto più veloce.
13.10.17
Immagine: USA

Mr. Robot è una serie che richiede una certa attenzione al dettaglio in chi la segue. Basta ricordare i fan che hanno risolto l'incredibile caccia al tesoro online per il primo teaser della terza stagione. La narrativa criptica della serie USA — raccontata per lo più dall'inaffidabile narratore e protagonista, Elliot Alderson — non è diversa per gli attori, anzi.

Carly Chaikin, che interpreta il ruolo della programmatrice hacktivista Darlene, mi ha raccontato che una delle sfide maggiori per lei è che nessuno ha una idea completa di cosa abbia in mente il creatore della serie, Sam Esmail. Per ogni nuova stagione, gli attori ricevono il copione del loro personaggio, ma non hanno idea di dove si andrà a parare. Forse è proprio qui che entrano in gioco gli spettatori più acuti.

Recentemente ho parlato con Chaikin della terza stagione (andata in onda ieri sera negli USA), dei fan di Mr. Robot super attenti, di Donald Trump e dei suoi progetti. La nostra discussione è stata editata per questioni di chiarezza e brevità. L'intervista contiene spoiler delle due stagioni precedenti di Mr. Robot.

MOTHERBOARD: Darlene è in una posizione pericolosa, perché ha appena capito che l'FBI tiene d'occhio lei e la fsociety. Come affronta questa stagione?
Carly Chaikin: Prova ad immaginare, l'amore della sua vita che viene colpito da un proiettile e muore davanti ai suoi occhi, il rapporto con suo fratello in crisi e l'FBI che la tiene d'occhio tipo sapendo tutto quello che lei fa. Non c'è bisogno di dirlo, si trova in una condizione molto disagiata del tipo "e adesso che cazzo faccio?"

Mr. Robot non è certo una serie leggera — anche se fa la parodia di una sitcom — ma la china presa da Darlene nella seconda stagione è stata particolarmente cupa. Ha ucciso una persona, e uno dei suoi cari è stato ucciso dalla Dark Army. Per te qual è stata la scena più difficile da recitare e concettualizzare della scorsa stagione?
La cosa più difficile è stato il modo in cui abbiamo girato, in blocco. C'erano queste tre scene tutte ambientate nella cucina della smart home. Prima ho detto agli altri chi avevo appena ucciso e poi siamo abbiamo girato la scena precedente in cui cercavamo di capire cosa fare.

Essendo in quella posizione — è stato terribile raccontare loro cosa mi stava succedendo e poi dover tornare alla scena "cosa facciamo?" Ho alternato le due scene per tutta la giornata di riprese, che è stata probabilmente la più dura di tutte.

Ma la scena in cui uccido Susan, ovviamente, è stata a tutti gli effetti una delle mie preferite di sempre.

E, per quella scena, Esmail ti ha dato molte indicazioni su come affrontarla, oppure ti ha lasciata libera di fare?
Ho fatto più o meno a modo mio. Ne parlavo proprio l'altro giorno, è interessante — che con tutte le cose che abbiamo da fare — non abbiamo il tempo di provare le scene. Sai, quando giri i film provi le cose giorni prima e hai tempo di parlarne. Ma in Mr. Robot abbiamo tempistiche molto strette.

Quindi per tutte le scene come quella dobbiamo davvero fare tutto da soli, arriviamo e iniziamo immediatamente a girare. Questa è una cosa su cui ho dovuto lavorare molto e Sam era tipo, "non voglio sentire niente, voglio solo vedere quello che fai." L'abbiamo fatta la prima volta e gli è piaciuta molto, quindi poi abbiamo apportato soltanto qualche piccola modifica. Ma a parte questo episodio, credo gli piaccia vedere cosa gli proponiamo.

Sembra che la seconda stagione abbia stabilito che le donne stanno portando avanti le storie più interessanti della serie — in particolar modo tu, Angela e l'agente dell'FBI Dom. C'era addirittura un episodio in cui Elliot non compariva del tutto. Come definiresti il trattamento dei personaggi femminili in questa serie, in rapporto alle precedenti per cui hai lavorato? Credo che non ci sia paragone con qualsiasi altro progetto a cui ho lavorato. Non solo abbiamo queste tre donne che rappresentano tre mondi diversissimi — la tecnologia, il lato aziendale, l'FBI — e ognuna vuole cose diverse, ma sono accomunate dalla stessa forza e indipendenza. Non hanno niente da invidiare a un uomo, e sono personaggi indispensabili.

Mi piace interpretare un personaggio che non è all'ombra del fratello maschio. Non sono la sua ragazza, sono sua sorella. Ma non sono la sorella del protagonista maschile. Ognuna ha la sua storia, i suoi obiettivi e la sua vita. E questo ci permette di stare in piedi da sole.

Mr. Robot riscuote davvero grande attenzione da parte dei fan. Il subreddit della serie è estremamente attivo durante la stagione, c'è chi ha tirato fuori la teoria di Elliot-in-realtà-è-in-prigione solo dalla premiere della seconda stagione. Quando leggi gli script della serie hai un approccio simile a quello di Sam? Be', per prima cosa, i nostri fan sono dei veri e propri geni e imparo un sacco di cose da loro. Quando leggo certi loro tweet vado fuori per quanto sono intelligenti. Anche tutta quella storia di sgamare il codice Morse nel teaser...

Sì , era una cosa davvero folle. Come è possibile che qualcuno abbia guardato quell'immagine dicendo "Oh, c'è un messaggio in Morse sulla cravatta"? Non avrei neanche badato alla cravatta. Li trovo incredibili. Sono loro quelli che spingono davvero me e Sam a mantenere alto il livello di qualità e creare un prodotto interessante perché ne colgono tutti i dettagli.

È assurdo, pensavo "Nessuno ci arriverà mai" e, invece, nel primo episodio sapevano già che Elliot è in carcere. Fortunatamente, ce lo avevano detto — lo sapevo già prima di ottenere lo script. Ma in generale, ci sono cose che nessuno di noi sa, tipo dove andrà a parare il tutto.

Ogni tanto, notiamo qualche elemento nello script che ci fa dire: "So che questo è molto più importante di quello che sembra." Ma poi smetto di interrogarmi, tanto so che Sam non ci rivelerà nulla.

Qual è la domanda più importante che vorresti fare a Sam e a cui lui non risponderebbe mai? Non voglio rivelare qual è la cosa che mi chiedo con più insistenza. Non voglio portarla all'attenzione degli altri.

Mi sembra giusto. Controlli mai cosa dicono e quali sono le teorie dei fan su Mr.Robot in posti come Reddit? Devo dire che non capisco Reddit fino in fondo. Ho provato ad andarci su ma mi sono persa, ma mi piace conoscere le teorie del pubblico, alcun sono così assurde che non so neanche come fanno a pensarle. Altre invece mi sembra che possano funzionare

È molto interessante vedere cosa azzeccano e cosa non notano.

Allora qual è la teoria più folle che hai scoperto? Mi ricordo che durante la prima stagione, girava una storia su Elliot che era tipo il figlio di Tyrell e Joanna *ride* o qualcosa di simile non mi ricordo bene.

Chiariamoci potrebbe anche essere vero. Non so davvero cosa succederà. Ma quella in particolare mi ha colpito.

Ok, quella era davvero matta. Mi ricordo di un'altra secondo cui tutti, te inclusa, sono solo un parto della mente di Elliot. Sì, la conosco anche io. Ho provato a pensare — e se fosse vero? Ma poi mi sono detta "Che cosa idiota!"

Credo che sarebbe troppo semplice, tipo che Elliot si sveglia e non è successo niente. Ma potrebbe anche essere vera e in quel caso rinnegherei lo show.

Mr. Robot coglie anche alla perfezione la paranoia dell'era digitale. Che mi ricordi, la seconda stagione è stata una delle prime volte in cui uno show ha fatto dei riferimenti alla corsa presidenziale di Donald Trump, in retrospettiva, una cosa veramente preoccupante e minacciosa. Nella stagione tre troveremo altri riferimenti all'era Trump? È una domanda interessante, perché lo show è ambientato nel 2015, quindi nella prima stagione eravamo al passo con i tempi mentre per il resto della serie saremo nel passato. Quindi, in un mondo pre-Trump.

Bisogna anche ammettere, però, che lo show non sarebbe quello che è se non avesse riferimenti all'attualità, anche se il bello è che resterà sempre ambientato in un mondo pre-Trump. È incredibile come resteremo nel passato, pur essendo comunque attuali, se non avanti rispetto agli altri.

Cosa puoi dirci della nuova stagione e cosa dobbiamo aspettarci da Darlene? Non posso essere più che contenta della nuova stagione. L'anno scorso lo show si è concentrato sempre di più sui personaggi, rallentando un po' il ritmo per entrare nella testa di ognuno di loro e capirlo meglio.

Nella terza stagione, riprenderemo il filo del discorso adottando il ritmo più serrato della prima stagione avendo però la consapevolezza data dagli approfondimenti sui personaggi forniti nella seconda stagione. Questa stagione è super eccitante, inquietante, estremamente divertente. Vedremo dove andrà a parare la storia.

Troveremo ancora Darlene in una situazione tra l'incudine e il martello. Il modo in cui reagirà sarà estremamente divertente.

Seguici su Facebook e Twitter