Il più grande mercato nero online ha truffato i suoi utenti per almeno 11 milioni di euro

Evolution, che da quando l'FBI ha chiuso Silk Road 2.0 era il sito di riferimento per comprare qualunque prodotto illegale, dall'eroina alla ketamina, dalle armi ai passaporti falsi, sembra essersi rivelato un'enorme truffa.

|
19 marzo 2015, 4:02pm

La pagina dedicata al commercio di droga su Evolution

(Screenshot via)

Il più grande mercato nero della rete è ora offline, e si presume che abbia truffato i suoi utenti per più di 11 milioni di euro, causando ondate di panico in tutta la comunità di acquirenti. Evolution, che da quando l'FBI ha chiuso Silk Road 2.0 a novembre è diventato il sito di riferimento per comprare qualunque prodotto illegale, dall'eroina alla ketamina, dalle armi ai passaporti falsi, sembra essersi rivelato un'enorme truffa.

Martedì gli amministratori di Evolution—conosciuti con gli pseudonimi di Vert e Kimble—hanno messo offline il sito e sono scappati con tutti i soldi che spacciatori e acquirenti avevano depositato nei loro account. La cifra, in bitcoin, ammonta, secondo alcuni, a un corrispettivo in euro compreso tra gli 11 e i 16 milioni.

Un utente di Evolution, TripAddict, ha scritto sul forum di Reddit dedicato alla darknet (sic):

Confermato al 100 percento: Evo ha chiuso. Dannazione. Sono felice e triste allo stesso tempo. Ero sul punto di depositare circa 200 dollari in BTC e succede questo. Per fortuna non mi hanno fottuto. Mi spiace per quelli che sono stati fottuti.

Per gli amministratori di Evo: spero vi stiate godendo i 12M che avete fregato a migliaia di venditori e acquirenti fedeli, grandissime teste di cazzo.

Poco prima, NSWGreat, uno spacciatore che aveva un account su Evolution e sostiene di conoscere gli amministratori del sito, ha messo in guardia gli utenti (sic):

Odio portare cattive notizie, ma negli ultimi giorni ho avuto molti sospetti, soprattutto quando ho visto che i prelievi non funzionavano e, mentre di solito gli amministratori sono più disponibili nel dare spiegazioni sul perché sono lenti, questa volta nulla.

Ho accesso come admin a diverse parti del backend, gli amministratori si stanno preparando a darsela a gambe con tutti i soldi. Nell'ultima settimana tutti i movimenti di denaro non sono andati a buon fine. I prelievi automatici sono stati disabilitati.

Mi dispiace ma Verto e Kimble ci hanno fregato. Ho più di 20.000 dollari depositati nel mio account.

Non riesco a crederci, pezzi di merda. Ho cercato di avvertirvi tutti il prima possibile.

Evolution è stato uno dei due principali siti sulla darknet (l'altro è Agora) a prendere il controllo del mercato dopo la chiusura di Silk Road 2.0 l'anno scorso, quando l'FBI ha sequestrato bitcoin per un valore di circa 35 milioni di euro depositati negli account degli utenti. All'inizio di quest'anno, Ross Ulbricht è stato condannato in quanto amministratore del primo Silk Road.

Non è la prima volta che un mercato nero online si rivela una truffa. Nel 2013, i fondatori di due siti—Atlantis e The Sheep Marketplace—sono scomparsi con tutti i bitcoin. La truffa su The Sheep ha fruttato all'amministratore del sito 50 milioni di euro.

Sviluppatosi grazie all'anonimato garantito da Tor, Evolution ha da subito goduto della reputazione di sito popolare, affidabile ed efficiente, che forse è proprio il motivo per cui molte persone sono rimaste fregate.

Mike Power, autore di Drugs 2.0: The Web Revolution That's Changing How the World Gets High, mi ha detto che le conseguenze della truffa di Evolution saranno gravi.

"Evolution era il sito-mercato nero meglio progettato, amministrato e codificato della darknet. Aveva l'aspetto e dava l'impressione di essere quasi un sito legale—le pagine si caricavano velocemente, e si aggiornavano in fretta," ci ha spiegato. "I ragazzi che ci stavano dietro erano hacker vecchia scuola, e avevano buone competenze tecniche.

"È stata una truffa eseguita magistralmente, di dimensioni enormi, e dovrebbe servire da monito per tutti gli acquirenti del mercato nero online a non depositare i loro bitcoin in un sistema centralizzato come questo. Gli utenti non dovrebbero fidarsi di nulla e di nessuno—ma per molti correre questo rischio è meglio che avere a che fare con gli spacciatori faccia a faccia.

"Qualcuno, credo diverse persone, ci lascerà la pelle. Quelli del sito hanno appena fregato migliaia di spacciatori. Molti di questi spacciatori operano a credito per spacciatori più grossi di loro. È uno scenario tremendo, scorrerà del sangue."

Martedì sera, in seguito alla diffusione della notizia, è comparso un nuovo sito sulla darknet, Ironclad. Questo lo scopo dichiarato: "Essere un sito completo, affidabile e sicuro."

Che poi gli utenti credano o meno a questa dichiarazione d'intenti, è tutt'altra questione.

@narcomania

Altro da VICE
Vice Channels