FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

Vice Interviews - Hisham Bharoocha

28.4.10

Hisham Bharoocha è la versione adulta di quel compagno delle superiori che era bravissimo in matematica ma faceva anche colpo sulle ragazze ed era bravo a disegnare, eccelleva negli sport e sapeva come mettere mano al motore di una macchina, il tutto con un'inspiegabile nonchalance. In sostanza è un personaggio da telefilm adolescenziale creato da sceneggiatori di mezza età sessualmente frustrati. No, dai, scherziamo. Vogliamo solo dire che riesce a portare avanti una serie di progetti fantastici e veramente complicati, facendoli sembrare delle sciocchezze. In questo momento è in tour in giro per l'Europa con Soft Circle, il suo progetto solista, ma nei mesi scorsi è stato impegnato in un sacco di iniziative meravigliose come organizzare il 77 Boadrum, lo spettacolo con 77 batteristi dal vivo, capitanato dai Boredoms, a New York, essere un membro del Network di Damo Suzuki e praticare una tecnica di meditazione chiamata Vipassana. E poi ha anche suonato con i Lightning Bolt e i Black Dice. Abbiamo incontrato Hisham recentemente e gli abbiamo chiesto come riesce a gestirsi tutti questi impegni nell'arco di una giornata di 24 ore…

VICE: Oltre ad aver suonato in tutta una lista di gruppi che solo a pensarci ci viene da piangere dall'invidia, riesci anche a portare avanti una carriera di successo con le tue installazioni d'arte. Com'è possibile, ti svegli la mattina e pensi 'Mmmh, oggi mi va di fare questo" e bum! lo fai?
Hisham Bharoocha: Si tratta di una progressione naturale. Ero al primo anno di accademia d'arte quando ho incontrato i ragazzi dei Lightning Bolt e abbiamo semplicemente cominciato a suonare insieme. Poi ho lasciato il gruppo e ho suonato in giro con un po' di altra gente fino a che si sono formati i Black Dice. Dopo sei o sette anni ho lasciato i Black Dice per provare a suonare da solo. Nel frattempo non ho mai smesso di dedicarmi all'arte, quindi non ho mai concentrato tutti i miei sforzi preferendo una direzione rispetto ad un'altra.

Cosa c'è nell'acqua di Providence? Sembra che frequentare il Rhode Island Institute of Design sia condizione sufficiente per permettere alla gente di uscirsene fuori con qualcosa di incredibile e talentuoso..
C'è sempre la sensazione che qualcosa di grandioso stia succedendo a Providence. Quando andavo a scuola succedeva sempre qualcosa di divertente o assurdo. Ti parlo di cose di ogni genere, dal wrestling in maschera alle lotte estreme con il cibo della mensa, da incredibili case infestate di fantasmi a labirinti. Credo che chiunque sia passato da Providence in quel periodo sia costretto ad ammettere di essere stato influenzato dalla scena artistica e musicale di Fort Thunder, ll campus dell'RISD. È stato un periodo fantastico. Quando è stato demolito, l'ho trovato molto triste, ma allo stesso tempo si è creato un gap tra diversi gruppi di persone, permettendo la costruzione di nuovi spazi per performance e concerti e robe del genere.

Pubblicità

Oltre alla musica, qual è il media che preferisci?
Mi piace la pittura murale e qualsiasi dipinto su grande formato, oppure ancora i collage composti direttamente sui muri degli spazi espositivi. Trovo interessante l'idea di distruggere l'opera una volta terminata la mostra. Una specie di Mandala di sabbia dei monaci buddhisti. Adoro lavorare ai collage, li faccio spesso. C'è qualcosa di molto strano che succede quando ti ritrovi ad avere in mano due immagini estremamente distanti l'una dall'altra, e cerchi di creare tra di loro una relazione.

Come sei finito ad organizzare lo spettacolo con 77 batteristi dei Boredom la scorsa estate?
Avevo già lavorato con Eye in passato e mi è semplicemente stato chiesto di dargli una mano a scegliere i batteristi. Poi lui ha fatto la scelta finale anche in base alle esigenze di tempistica. Io ho ricevuto oltre 3000 richieste da batteristi da tutto il mondo, ed è stato brutto dover lasciare qualcuno da parte. So per certo che tutti i batteristi che hanno partecipato si sono divertiti da morire. Ho anche dovuto organizzare la sequenza dei batteristi, che era cruciale per assicurare che il ritmo venisse emanato dal centro, dove suonavano i Boredoms, e continuasse a diffondersi in maniera costante e fluida verso l'esterno della spirale. Potrei parlartene per ore, ma comunque dovresti comprarti il DVD. Ti dirò che collaborare all'organizzazione del 77 Boadrum è stata l'esperienza più forte che mi sia capitata per quanto riguarda la musica. Credo che la maggior parte delle persone che hanno assistito alla performance abbiano provato un'incontenibile sensazione di gioia e pace, ed è stato meraviglioso provare una cosa del genere in una città come New York.

Com'è stato lavorare con Eye?
Ti verrebbe da pensare che sia totalmente pazzo e ingestibile, ma in realtà è una persona molto composta. Rimane comunque notevolmente fuori di testa, ma quando ci parli lo vedi che ascolta ogni singola parola tu stia dicendo. Avere i suoi occhi addosso è abbastanza forte come sensazione, la sua energia è

Pubblicità

elettricità. Sono stato abbastanza fortunato a poter lavorare con lui per un po'. La prima volta che abbiamo interagito davvero è quando sono stato invitato a suonare ad una sua apertura in una galleria a Tokyo. Mi aveva sentito mentre facevo il soundcheck, è entrato nella stanza e mi ha fissato per un po', poi mi ha detto che avremmo dovuto suonare insieme. Entrambi abbiamo fatto un set solista, e poi suonato assieme. Dopodichè abbiamo formato un duo chiamato GaTax, ma finora abbiamo fatto solo due concerti. Suonare con lui è qualcosa di incredibile. Ha avuto una grossa influenza sulla mia crescita e sono onorato di chiamarlo amico. Il fatto che lui si fidi delle mie decisioni nel momento in cui collaboriamo per dei progetti come il Boadrum e GaTax per me è una questione veramente importante.

So che recentemente hai suonato con Damo Suzuki dei Can…
Damo gira il mondo e forma una band in ogni città in cui si ferma a suonare, con musicisti che non ha mai incontrato prima. Lui lo definisce il 'Network di Damo
Suzuki' e comprende praticamente lui e chiunque faccia parte del gruppo quel giorno. Io ho fatto parte della band per un unico concerto a Brooklyn in uno spazio chiamato Monkeytown. Sono riuscito a mettere insieme Brian Degraw dei Gang Gang
Dance, Dan Hogland degli Excepter, Tres Warren degli Psychic Ills, Arik
Roper degli Under Satan's Sun, e Jesse Lee dei Rusty Santos. Sono un grande fan dei Can, e quindi è stata una figata fare parte di una cosa del genere. Damo mi ha raccontato che suo figlio è uno skater sponsorizzato, lo voglio assolutamente veder skateare.

Mi sono scordato di chiederti della tua tecnica di meditazione. Sarà per caso il segreto che si cela dietro ai tuoi superpoteri artistici??
Può essere. Il Vipassana è una tecnica di meditazione che in origine venne insegnata da Gautama Siddartha, colui che sta dietro al Buddismo. Questa pratica esisteva molto prima che il Buddismo si trasformasse in una religione dogmatica. La meditazione si basa sull'osservazione delle sensazioni fisiche dell'individuo e su come la mente vi reagisce.

Sembra interessante. Come funziona?
Il primo step consiste nel seguire un corso di meditazione di circa dieci giorni. Io raccomando altamente di seguire il corso. Mi ha cambiato radicalmente la vita. Ti permette di imparare così tanto sulle tue avversioni e suoi tuoi desideri nei confronti delle cose, e come tutto ciò causi dolore nella tua vita. Se vuoi leggere qualcosa sull'argomento vai su www.dhamma.org. Non vorrei fare un danno cercando di spiegartela un po' alla cazzo, è roba pesante.

JIRO BEVIS

Visita la pagina myspace dei Soft Circle per le date del tour e qualche canzone.

Ascolta: Soft Circle - "Shimmer"