FYI.

This story is over 5 years old.

Música

Ho insegnato ad Avicii a fare il Dj

Ma lui sembra non ricordarsene, almeno per ora.
22 agosto 2014, 3:15pm

Avicii è forse il più grande fenomeno musicale svedese dopo gli Abba o Robyn. Il suo vero nome però è Tim, e prima di diventare una superstar viveva a Stoccolma, dove conduceva una vita piuttosto ordinaria. Una breve ricerca su Google vi darà un sacco di informazioni sulla sua carriera, ma del suo passato, prima del 2010, si sa ben poco.

Per questo quando un mio amico mi ha raccontato che un nostro conoscente di nome Daniel (siamo tutti di Stoccolma) aveva insegnato ad Avicii a fare il Dj, mi sono sentito nell'obbligo di riempire gli spazi vuoti della sua pagina Wikipedia.

Coincidenza, ho anche scoperto che la consolle su cui Avicii ha imparato a fare quello che fa si trova negli uffici di VICE a Stoccolma. L'ho fotografata, nel caso anche voi voleste prenderne una simile e diventare Dj. Dopodiché ho chiamato Daniel per parlare un po' di Avicii.

Daniel.

VICE: Ciao Daniel, è vero che hai insegnato ad Avicii a fare il Dj?
Daniel: Sì, è vero.

E come è successo?
Gli ci è voluto un bel po' di tempo per imparare, non è uno che impara in fretta. Era un po' timido. Era riservato e non osava chiedere troppe cose, o controllare se stesse facendo tutto bene. La maggior parte del tempo se ne stava seduto sul pavimento a suonare, quando tornava a casa il mio amico Alex parlava un po' con lui, mi dava i soldi e se ne andava. Dopo un po' mi chiamava e ricominciavamo tutto daccapo.

Che genere di musica suonavate?
Fammi pensare, doveva essere... Lui non portava musica propria, quindi suonavamo la mia. Penso fosse electro, o roba del genere. Non mi ricordo esattamente le tracce, ma di sicuro era la mia musica.

Lavoravi come Dj a quel tempo?
A Stoccolma io ed altri amici portavamo avanti un locale, si chiamava Konstig. Poi suonavo all'Ace, al Babasonic, e in altri piccoli club di musica elettronica della città.

Ho sentito che Avicii ti dovrebbe un piccolo favore.
Sì, è vero. Avevo sentito la musica che stava iniziando a produrre ed ero convinto che avrebbe avuto successo, così gli ho detto: “Un giorno dovrai suonare per me, gratis.” E lui: “Sì, si certo.” Chissà, pensava fosse uno scherzo. È una storia che risale a quando avevo ancora il Konstig, io pensavo di farlo suonare lì una volta diventato famoso, ma da allora non l'ho più sentito.

Hai mai provato a contattarlo e chiedergli questa serata gratis?
No, non l'ho fatto e non lo farò.

Perché no?
Perchè l'abbiamo detto una volta così, tanto per dire, e poi ci siamo fatti una risata. È più un'aneddoto divertente, qualcosa da raccontare agli amici. Mi sentirei abbastanza a disagio se dovessi contattarlo. Voglio dire, sarebbe un po' complicato. Sarebbe strano.

Secondo te cosa pensa lui di te che dici in giro di avergli insegnato a fare il Dj?
Forse che devo parlare con il suo avvocato o qualcosa del genere—non lo so.

In realtà ho contattato i manager di Tim. Dicono che Tim non si ricorda di niente. Come ti senti a proposito?
Se lo ricorda di sicuro. Insomma, è stato nel mio appartamento tipo cinque volte, ed è successo veramente.

Mi hanno anche detto che è stato Ash, il primo manager di Tim, a dargli lezioni da Dj, più o meno cinque anni fa. A quanto dicono loro le sue abilità sono solo merito di Ash.
OK, certo. Ma quello che dico io è successo DAVVERO. Te lo posso giurare.

Ti sei offeso?
Offeso? No, penso che stia mentendo. Può anche essere che i suoi manager non gli abbiano detto niente. Chi lo sa.

Siete mai stati amici?
Non direi. Sono stato a casa sua un paio di volte e abbiamo giocato a Guitar Hero. Ma c'erano anche delle altre persone. Non siamo mai stati grandi amici, andavamo solo alle stesse feste. Io avevo finito le superiori, lui le stava ancora frequentando.

Avresti mai detto che sarebbe diventato così famoso?
Sì, lo pensavo. Stava producendo musica di livello abbastanza alto ed è sempre stato un secchione. Tutte le volte che si metteva a fare qualcosa, diventava davvero bravo, ed è successo anche con la musica.

Come procede la tua carriera musicale?
Be'... Non suono più.

Ok. Ti sei mai sentito migliore di Tim?
A fare il Dj? Certo! All'inizio era proprio una schiappa.

Segui Caisa su Twitter