Stuff

Quest'uomo è stato attaccato da un puma e l'ha ucciso a mani nude

"Sono tutti sconcertati. Non aveva armi, coltelli o racchette da trekking con sé. Come ha fatto?"
Drew Schwartz
Brooklyn, US
foto di un puma
Foto di Eric Kilby via Flickr

Immagina: stai facendo una passeggiata per le montagne del Colorado, respiri l'aria fresca che sa di pino, il tuo sguardo si perde tra i pendii erbosi, quando all'improvviso senti uno strano rumore dietro di te. Si fa più forte e più vicino, come qualcosa (o qualcuno) che si avvicina. Ti giri, ed eccolo: un puma—un cazzo di puma—che ti punta. Punta alla tua testa e ti morde il volto, ti squarcia i polsi, le braccia.

Pubblicità

È finita, no? In questo momento molti di noi semplicemente si arrenderebbero, accetterebbero il fatto che non c'è modo di uscirne vivi, si chiuderebbero in posizione fetale e si farebbero maciullare a morte. Ma un uomo che faceva jogging è riuscito, lunedì, a sopravvivere a un attacco fatto esattamente così, respingendo un puma a mani nude e infine uccidendolo—ma nessuno sa come, secondo il Denver Post.

L'uomo, la cui identità resta ignota, stava correndo su un sentiero della Horsetooth Mountain del Colorado quando il felino l'ha attaccato alle spalle. Gli ha morso viso e polsi, e l'ha lasciato con delle ferite alle braccia, alle gambe e alla schiena—questo secondo Rebecca Ferrell, portavoce dell'organizzazione delle riserve del Colorado, la Colorado Parks and Wildlife. L'uomo ha "bloccato parzialmente" il puma con gli avambracci, ha ingaggiato una lotta e si è liberato. Poi è passato all'attacco.

Secondo Ferrell, è riuscito a mettersi sopra il felino e "soffocarlo" a mani nude. Non si sa se l'abbia strangolato o fatto soffocare in altro modo.

"È una storia incredibile. Sono tutti sconcertati e impressionati," ha detto Ferrell al Denver Post. "Non aveva armi, coltelli o racchette da trekking con sé. Come ha fatto? È un caso molto raro."

Sanguinante e malconcio, l'uomo è sceso a piedi dalla montagna e si è fatto ricoverare in un ospedale vicino, dove è tuttora. Ha chiesto agli agenti del parco di andare a prendere l'attrezzatura che ha lasciato sul luogo dell'aggressione, dove questi effettivamente l'hanno trovata—insieme al cadavere dell'animale.

La prognosi dell'uomo è ancora riservata—il Denver Post riporta che le ferite sono "gravi"—ma la Colorado Parks and Wildlife sta già cercando di fargli qualche domanda sull'accaduto. Speriamo che riescano a fare luce su come abbia ucciso a mani nude un puma di 40 chili, dotato di zanne affilate.

Segui Drew Schwartz su Twitter.