LGBT

Sette anni nella vita del mio migliore amico transessuale, in foto

La fotografa transessuale Laurence Philoméne ha immortalato la vita quotidiana del suo migliore amico trans e intersessuale.

di Laurence Philomène
22 agosto 2018, 6:57am

Tutte le foto di Laurence Philoméne.

Lucky: A Star is Born è un progetto fotografico su una delle persone a me più care, Lucky.

Ho iniziato a fotografare Lucky nel 2011, la prima volta che ci siamo incontrati e abbiamo iniziato a uscire insieme (era tanto tempo fa—ora fa parte della famiglia, ed è felicemente sposato con una donna straordinaria).

Ho un'ossessione quasi compulsiva e documento tutto quello che succede nella mia vita. Questo progetto è cominciato così, fotografando ogni giorno la persona che amavo. All’inizio facevo foto quando uscivamo insieme, oppure organizzavo set fotografici e nelle immagini cercavo di raccontare l’evoluzione del suo stile. Man mano che il progetto prendeva vita, però, ho capito quale fosse il suo fine ultimo: semplicemente mostrare la vita di una persona trans e intersessuale, cosa significa affrontare la vita di tutti i giorni, amare e essere amati.

Da fotografa trans, per me è importante offrire un nuovo punto di vista rispetto a quello di alcuni fotografi cis che utilizzano i corpi delle persone transessuali a solo scopo artistico. Questo progetto voleva rappresentare l’amore tra me e Lucky. Attraverso questi ritratti voglio mostrare al mondo la bellezza delle persone che non si riconoscono nella distinzione binaria tra i generi. Voglio celebrare l’androginia "non neutrale", anzi al contrario—estrema mascolinità ed estrema femminilità al tempo stesso. In ogni scatto c'è lo spirito audace e completo di chi osa vivere appieno la propria vita.

Questa è solo una piccola parte di un progetto fotografico immenso che dura da anni. La mia speranza è che il lavoro nella sua interezza possa mostrare la complessità della nostra vita di esseri umani straordinari, psicologicamente instabili, poveri, queer e trans. L’essenza del progetto è immortalare l’identità come una forza in divenire, e non come un’etichetta invariabile.

Per vedere altre foto (alcune NSFW) continua a scorrere.


Questo articolo è comparso originariamente su Broadly.