francia

In Francia il Front National ha perso ma per Marine Le Pen l'ascesa della destra "è inesorabile"

Tattiche e strategie politiche sembrano esser riuscite ad allontanare il Front National dal potere, ma il suo leader giura che l'avanzata dell'estrema destra è ormai inarrestabile.
14 dicembre 2015, 10:00am
Foto di Olivier Hoslett/EPA

Segui VICE News Italia su Facebook per restare aggiornato

Dopo aver racimolato più voti di qualsiasi altro partito al primo turno, il partito di estrema destra anti-immigrazione Front National (FN) non è riuscito ad aggiudicarsi neppure una regione al ballottaggio di domenica scorsa.

Cavalcando paure e diffidenza seguiti agli attacchi di Parigi del 13 novembre scorso, il Front National sembrava dover uscire sicuro vincitore dalla tornata elettorale, ma la decisione del Partito Socialista di ritirare i prorpri candidati dalle roccaforti lepeniane - il Nord e la Francia del Sud Est - ha portato i suoi supporter a votare per il Partito Conservatore dell'ex presidente Sarkozy.

Leggi anche: L'adunata della Lega Nord a Bologna è stata l'ospizio della destra italiana

L'affluenza finale, secondo le prime stime del ministero dell'Interno, è stata del 58 per cento—contro il 49 per cento del primo turno di domenica scorsa.

Secondo il ministero, le liste Union de la Droite - di centrodestra - hanno ottenuto in totale il 40,29 per cento dei voti. Le liste Union de la Gauche - formate dal partito del presidente, il PS, e altri partiti minori - si sono fermate al 28,90. Il Front National è arrivato al 27,13 per cento.

Il partito di Sarkozy ha raggiunto il 57,7 per cento dei voti nella regione del Nord-Pas de Calais-Picardia, contro il 42,23 di Le Pen.

Nel Sud Est, in Provenza-Alpi-Costa Azzurra, dove la nipote della leader frontista Marechal Le Pen era la candidata del FN, i conservatori hanno raggiunto il 54,78 per cento, contro il 45,22 del Front National.

Nella regione dell'Est, l'Alsazia-Champagne-Ardenne-Lorena, nella quale i socialisti non si sono ritirati ma dove il Front National al primo turno è andato molto bene, il centrodestra ha racimolato il 48,4 per cento, contro il 36,08 del Front national.

Il risultato non gioverà sicuramente alla strategia politica di Le Pen, che sperava nella vittoria per poterla utilizzare come trampolino di lancio per le elezioni generali del 2017.

Le Pen ha comunque detto che il risultato non scoraggerà "La crescita inarrestabile, elezione dopo elezione, di un movimento nazionale," aggiungendo che l'ascesa dell'estrema destra è ormai inesorabile.

Leggi anche: Il piano delle scuole francesi per offrire conforto e sostegno ai bambini sotto shock

Altro motivo di orgoglio, per Le Pen, sarebbe stata la totale scomparsa del Partito Socialista dalla mappa politica del paese.

Le Pen ha ringraziato chi ha votato FN, spiegando che il risultato è arrivato nonostante "Intimidazioni, infantilizzazioni e manipolazioni."

Malgrado manovre e strategie politiche siano riuscite ad allontanare FN dalla presa del potere, Sarkozy ha ricordato domenica che i politici devono fare molta attenzione contro la minaccia della quasi-vittoria del Front.

"Adesso dobbiamo prenderci il tempo per un dibattito profondo sulle paure dei francesi, che si aspettano risposte precise e forti" ha aggiunto Sarkozy, citando temi come l'Europa, la disoccupazione, la sicurezza e le questioni identitarie.


Segui VICE News Italia _su Twitter _e su Facebook