serie tv

Tutti i riferimenti nascosti della quarta stagione di Black Mirror

Quanti ne avevi notati?

La quarta stagione di Black Mirror è uscita da quasi due settimane, e in un’intervista al podcast Black Mirror Cracked il creatore della serie Charlie Brooker ha dichiarato che c'è un sacco di materiale per i fan a caccia di riferimenti nascosti. “Visto che li hanno apprezzati così tanto nelle scorse stagioni, ci siamo impegnati ancora di più,” ha detto ai suoi intervistatori.

Abbiamo analizzato a fondo ogni episodio, letto interviste e percorso il labirinto di Reddit a caccia dei riferimenti ad altri episodi di Black Mirror o alla cultura pop nascosti nelle puntate della quarta stagione. E ne abbiamo effettivamente trovati un sacco.

Pubblicità

Questo non fa che confermare la teoria ormai consolidata per cui tutto Black Mirror sia in realtà ambientato nella stessa tecno-distopia. “Dicevamo sempre che è un universo condiviso, ma poi ho iniziato a dire che è un universo psicologicamente condiviso e ora alcuni episodi sono sicuramente ancora più collegati perché nella storia ci sono riferimenti specifici a cose che si vedono in altri episodi,” ha detto Brooker a Express.co.uk.

USS CALLISTER

- L’intero episodio è un omaggio a Star Trek , quindi è come una matrioska di riferimenti nascosti. Tutto in "USS Callister" rimanda ai difetti della serie originale, dal modo in cui vengono trattate le donne alla discriminazione razziale.

- Elena Tulaska (Millanta Brooks), la receptionist, utilizza l’app di incontri di “Hang the DJ”.

- Kirsten Dunst—che è fidanzata con Jesse Plemons—fa un breve cameo negli uffici di Callister.

- Quando parla con Nanette Cole (Cristin Milioti) di Space Fleet, Daly le dice che la serie è su Netflix. (Certo è una battuta un po' narcisista, ma forse il gigante dello streaming se l’è guadagnata.)

- Come notato dall'utente di Reddit Gaijira, Daly avvia il suo computer con un sistema operativo chiamato Ono-Sendai, che prende il nome dal computer usato da Henry Chase nell’iconico romanzo di William Gibson Neuromante, lo stesso che ha reso popolare il termine “cyberspazio”.

- L’ufficio è al tredicesimo piano—che è il nome di un altro classico cyberpunk, come sottolineato dal Redditor HairyFotr1.

Pubblicità

- I pianeti Skillane IV e Ranch visitati dall’equipaggio della USS Callister prendono il nome da Victoria Skillane e Iain Ranch, i criminali di “White Bear”, il secondo episodio della seconda stagione di Black Mirror.

- Il latte Raiman, la bevanda preferita di Daly, richiama il soldato Raiman di "Men Against Fire". La puntata è della terza stagione e in alcuni passaggi si parla del caseificio di famiglia di Raiman.

- Il regista Toby Haynes ha rivelato altri riferimenti nascosti all'Hollywood Reporter: “Michaela [Coel, che interpreta Shania] doveva essere vestita di rosso perché è la prima persona ad essere uccisa. Su Star Trek, infatti, il ragazzo in rosso viene sempre freddato. [Anche Daly è vestito di rosso.]"

- Haynes ha anche dichiarato che sul set Jesse Clemons aveva un vocal coach per aiutarlo a perfezionare il suo accento, ispirato al capitano Kirk di William Shatner della serie originale di Star Trek. “L’abbiamo fatto uno o due volte e sembrava assolutamente Shatner, come quando dice 'Fire' in apertura.”

- Haynes ha anche indicato alcuni riferimenti a Star Wars : “Nella scena in cui Cristin si sveglia nell’ambulatorio, l'accensione delle luci è un riferimento al trailer di Rogue One di Gareth Edwards—la ripresa che non è mai stata inserita nel film, quando Felicity [Jones] si alza e le luci si accendono in sequenza. E volevo che il tunnel in cui entra Jimmi [Simpson] quando riattiva i motori dell’astronave somigliasse ai tunnel del Bepsin di Cloud City ne L’Impero colpisce ancora.

Pubblicità

- Il “Re dello spazio” della scena finale, a.k.a. Gamer691, è la star di Breaking Bad Aaron Paul. Lo ritroviamo insieme a Plemons, che ha interpretato il torturatore neonazi di Jesse Pinkman.

ARKANGEL

- Sara ha un cestino porta pranzo di Waldo, che fa riferimento al personaggio dei cartoni diventato un politico nella puntata “The Waldo Moment” della seconda stagione.

- Quando le viene installato il sistema Arkangel, la giovane Sara viene messa di fronte a un cartone, Shimmer and Shine, su una piattaforma di streaming che somiglia molto a Netflix. Lo show, prodotto da Nickelodeon, non è attualmente disponibile su Netflix, ma è possibile che, sulla scia del buy-in Disney di Hulu, il colosso dello streaming si stia facendo avanti per un futuro contratto.

- Per testare il filtro del sistema Arkangel, Sara viene sottoposta a filmati militari che sembrano tratti dall’episodio della terza stagione “Men Against Fire”.

- Nella stanza di Sara c'è un poster del rapper Tusk, che muore in “Hated in the Nation”, l’episodio finale della terza stagione.

CROCODILE

- Mia potrebbe avere progettato la casa di Daly in “USS Callister”. L’utente di Reddit AZ_Enforcer23 ha notato che i disegni sulla sua scrivania corrispondono alle riprese aeree del complesso.

- “Anyone Who Knows What Love Is” di Irma Thomas, riprodotta nel corso dell'episodio, è anche la canzone che Abi (Jessica Brown-Findlay) porta ad American Idol in “15 Million Merits”. Un altro personaggio la canta durante il karaoke in “White Christmas”, e un altro ne canticchia un verso in “Men Against Fire”.

Pubblicità

- L’articolo di giornale sul ciclista ucciso contiene un messaggio in codice. “'Ovviamente la vera domanda è perché uno dovrebbe mettere in pausa la puntata per leggere una frase in un articolo di giornale,’ dice una voce nella tua testa prima di consigliarti di andare a condividere questa scoperta su Reddit.” Cosa che u/AFellowofLimitedJest ha fatto. L'articolo è stato pubblicato da UKN, un network che aveva seguito l’incidente del primo ministro nel primo episodio di Black Mirror, “National Anthem.”

- Wraith Babes, la serie porno dell’episodio “15 Million Merits” è disponibile nella selezione dei film on demand nell’hotel dove alloggia Mia. Lei preferisce però una produzione di Erika Lust, una nota regista femminista.

- Un titolo della categoria “Classici” nella sezione film on demand dell’hotel mostra un’ape robot di “Hated in the Nation”.

- La Fence’s Pizza—il cui furgoncino automatico causa l’incidente che si collega alle indagini di Shazia—è la stessa compagnia che consegna la pizza a Robert Daly in “USS Callister”.

- Quando Shazia visita l’hotel di Mia in cerca di informazioni sull’incidente automobilistico, il concierge le accenna della rigorosa politica sulla privacy dei clienti, introdotta dopo una violazione che ha permesso alla stampa di scoprire che un personaggio noto era solito frequentare prostitute. Quell’uomo era il giudice di Hot Shots, l'American Idol di “15 Million Merits”.

Pubblicità

- L’episodio si conclude con una rappresentazione teatrale per bambini di “Piccoli Gangster” del musical omonimo del 1976 in cui ha recitato la regista di “Arkangel” Jodie Foster.

HANG THE DJ

- La sublime colonna sonora dell’episodio è stata composta dai Sigur Ròs e Alex Somers.

- L’episodio prende il nome da "Panic" degli Smiths, in sottofondo sui titoli di coda.

- L’utente di Reddit CallMeJono ha scoperto che al minuto 44:40 dell’episodio, il quarto episodio della quarta stagione, Coach dice a Amy di contare fino a quattro. Lei lo fa, finendo al minuto 44:44. Il tutto è collegato al fatto che Amy non riesce a far saltare più di quattro volte un sasso nel laghetto artificiale ripreso più volte nella puntata.

- L'app di incontri compare anche in "USS Callister" e in "Playtest" della terza stagione.

METALHEAD

- I cani robot hanno una certa somiglianza con quelli progettati dagli ingegneri della Boston Dynamics, noti per i video virali nei quali alle loro realistiche creazioni viene riservato un trattamento perlopiù meschino. Forse è per questo che quei canidi computerizzati sono così assetati di sangue?

- La macchina che Clarke (Jake Davies) manomette poco prima di morire ha il logo della TCKR, la società che ha sviluppato l’aldilà digitale di “San Junipero”.

- Il Redditor TonyMoca ha scovato questa perla nascosta nella sequenza di avvio dell’auto, che è in realtà una lista di altri episodi di Black Mirror unita a un messaggio speciale:

Pubblicità

LOADED: \BMS1E1.drivers.tna.pigpoke LOADED: \BMS1E2.drivers.15mm.bing.abi LOADED: \BMS1E3.drivers.tehoy.men LOADED: \BMS2E1.drivers.brb.attic LOADED: \BMS2E2.drivers.white.bear LOADED: \BMS2E3.drivers.waldo.mt LOADED: \BMS2E3.drivers.white.xmas LOADED: \WHY.did.you.bother LOADED: \PAUSING.this.you.freak

- Bella (Maxine Peak) trova una cartolina da San Junipero nella casa lussuosa in cui si nasconde dal cane.

- Gli orsi bianchi alla fine dell’episodio potrebbero essere un riferimento a “White Bear” della terza stagione—anche se Brooker ha dichiarato a Entertainment Weekly che sono in realtà gialli.

BLACK MUSEUM

- Questo episodio è stato una bella prova per tutti i fan che amano setacciare ogni fotogramma in cerca di messaggi. Nella puntata, alcuni riferimenti sono così ovvi che anche uno spettatore poco attento cade nel gioco: ogni reperto del museo rimanda a una delle puntate precedenti. Questi sono quelli che abbiamo trovato noi:

· L’artista che si è impiccato in “National Anthem”
· Foto segnaletiche di Victoria Skillane di “White Bear” e del production designer Joel Collins, come sottolineato da lui stesso in un’intervista su Indiewire. Oltre alla celeberrima foto segnaletica di Jane Fonda, come scoperto dall’utente SophieBulsara;
· Il costume da caccia che Baxter (Michael Smiley), torturatore di Victoria, indossa in “White Bear”;
· Il caricatore di DNA di Daly di “USS Callister”con il lecca-lecca di Tommy;
· Corpi putrefatti di “Men Against Fire”;
· Una delle api robotiche di “Hated in the Nation”;
· La vasca da bagno in cui Mia uccide Anan Akhand, il marito di Shazia, della puntata “Crocodile”;
· Il tablet rotto di Arkangel.

Pubblicità

- L’ospedale in cui Rolo rimedia le vittime si chiama St. Juniper’s, un riferimento a “San Junipero” della terza stagione. Inoltre, l’azienda per cui lavora si chiama TCKR.

- Rolo spiega il trasferimento di coscienza e il concetto di cookie introdotti in “White Christmas” e Nish chiede se è “come caricare delle persone anziane sul cloud,” riferendosi alla tecnologia presente in “San Junipero”.

- La sottotrama del dott. Peter Dawson è basata su un racconto di Penn Jillette intitolato “Pain Addict”.

- Le cavie da laboratorio si chiamano Hector e Kenny, come i personaggi principali di “Shut Up and Dance” della terza stagione.

- Dawson fa esperienza della morte mentre cerca di arrivare a una diagnosi per il senatore degli Stati Uniti Whitley (Mark Kempson), che è stato avvelenato dai russi. Haynes sostiene che Whitley era rimasto coinvolto nella "vicenda", che secondo The Wrap sarebbe l'indagine di Robert Mueller sui rapporti tra la campagna presidenziale Trump e la Russia. Brooker ha parlato più volte dell'influenza dell’elezione di Trump sulla serie, quindi non si tratta di una cosa inverosimile.

- Nel notiziario che vediamo nella seconda storia, il redditor too_wit ha scoperto un riferimento a “National Anthem” (con la frase “Primo Ministro Callow sposa un maiale”) e a “Metalhead” (con la frase “Scoperti robot canidi militari”).

- L’utente hetzjagd ha invece notato “Il sistema Arkangel è stato tolto dal mercato” e “Il politico Waldo destabilizza l’equilibrio in Messico,” riferimenti ad “Arkangel” e “The Waldo Moment”.

- “15 Million Merits” è il titolo di un fumetto ripreso nella seconda storia raccontata da Rolo.

Se avete notato qualcos'altro, scrivete a Beckett Mufson su Twitter.