Articoli

La darknet è piena di video perversi

Un sito chiamato Cruel Onion Wiki raccoglie video di donne che uccidono e torturano animali, spesso con tinte sessualmente perverse.

di Joseph Cox
13 novembre 2014, 4:16pm

Screenshot: Cruel Onion Wiki

Mentre l'FBI e altre forze dell'ordine si dedicano al sequestro di bazar illegali del deep web, altre aree del web ben più scabrose rimangono nell'ombra: un esempio è il nuovo sito in cui mi sono imbattuto che non riguarda droghe ma sesso, violenza e morte.

Cruel Onion Wiki, che ho visto apparire dal nulla nelle directory del deep web, contiene link a video di donne che torturano e uccidono animali, spesso con espliciti riferimenti sessuali. Conigli, gatti, una scimmia, un fagiano e alcune tartarughe, le creature vengono schiacciate, martoriate e soffocate da donne spesso in abiti succinti o completamente nude.

Tra i titoli dei video ci sono "criceto triturato tra le tette," "oca e coniglio nel culo" e "topo schiacciato nel culo 6". Avete capito, insomma. Sul sito ci sono in totale 103 video, molti dei quali hanno backup di riferimento in caso il file originale venga cancellato.

Per ovvi motivi non ho guardato i video, ma per confermarne l'autenticità uno dei colleghi di Motherboard ha guardato un pezzo del video il cui titolo faceva riferimento a una donna che schiacciava un coniglio con il tacco della scarpa. Secondo l'editor la scena era reale. Terrificante.

SI VEDE CHE SEI NUOVO DELLA DARKNET

Dai thumbnail anche le altre riprese devono essere molto esplicite. Un esempio è quello di un gattino in un lago di sangue, o l'uccisione dell'animale con la telecamera posizionata sotto un piano di vetro. In un video si fa riferimento addirittura a una donna che "ingoia dei cuccioli di topo."

Una sorta di aura mistica si è creata intorno alle donne che appaiono in questi video, con i nomi (presumibilmente non reali) di Beatrice, Elenora o Miss Wen.

C'è un certo feticismo nel riferimento alle scarpe indossate dalle donne, ad esempio in "pipistrello sotto lo stivale" o "cuccioletto sotto il tacco"; oppure viene sottolineato che non indossano calzature, come in "piccione schiacciato a piedi nudi".

Alcuni dei tag più popolari nel video sono "pressione letale", "schiacciamento con il culo" e "sotto vetro". Una ricerca di questi termini sul "clear web"—la parte di Internet a cui si può accedere con i normali browser—ha portato a risultati piuttosto rilevanti, dimostrando che il cosiddetto "crush porn" non è un'esclusiva della darknet.

Questo è un video abbastanza esaustivo sulle norme riguardo il "crush porn".

Il sito ha anche un suo forum. Gli utenti possono postare video, fare richieste o condividere link verso altri siti.

Un utente ha chiesto: "qualcuno ha il video in cui Beatrice schiaccia un coniglio indossando stivali fino al ginocchio mentre un tizio la prende da dietro? Vorrei tanto vederlo di nuovo."

Un altro utente, che presumibilmente non si sentiva a proprio agio con i contenuti del sito, ha affermato: "fottuti sfigati sadici...esaltarvi per l'uccisione di animali indifesi...fatevi aiutare o ammazzatevi."

Qualcuno gli ha risposto semplicemente: "si vede che sei nuovo della darknet." Per quanto possa essere inquietante, il crush porn è online da anni.

Alcuni metadata connessi al video che l'editor di Motherboard ha guardato rimandano al 2000. Anche il format e la risoluzione del video suggeriscono che la scena sia stata filmata molti anni prima della diffusione delle videocamere digitali.

Che il sito esista ancora dopo il sequestro di Silk Road 2 e di altri siti della dark net, è la dimostrazione di quanto sia difficile regolare qualunque cosa si trovi nel web sommerso. Internet, e il deep web in particolare, è uno spazio in cui le persone sono libere di esprimere se stesse e condividere i propri interessi con persone a loro simili, e il fatto che esistano forum sulla droga o, come ci ricorda questo sito, sulle più estreme forme di feticismo, è una naturale conseguenza.

E i producer non sono sempre innocenti. Quest'anno abbiamo letto le notizie sull'arresto di alcune attrici di performance di crush porn, e della punta di diamante in questo ambito Adam Redford. Ma quando si parla di contenuti, le autorità si ritrovano coinvolte in un gioco del gatto che insegue il topo che non potrà mai portare a risultati, non quando i video di donne che uccidono gattini con il loro culo vengono diffusi e consegnati a vita eterna sul web.