Quanto tempo serviva per viaggiare 100 anni fa?

FYI.

This story is over 5 years old.

Quanto tempo serviva per viaggiare 100 anni fa?

Questa mappa mostra come si viaggiava nell'epoca in cui non esisteva il traffico aereo.

Bella questa mappa, vero? 100 anni fa faceva parte di un volume piuttosto fondamentale per l'epoca, "An Atlas of Economic Geography", redatto da John G. Bartholomew nel 1914 per Re Giorgio V.

Dentro c'era di tutto: mappe che mostravano i linguaggi utilizzati nelle varie parti del mondo per scambi commerciali, mappe che indicavano le malattie da temere in giro per il globo, altre su dove recuperare gomma, cotone o riso.

Il volume era pensato per i più piccoli, e l'obiettivo era quello di introdurli all'emozionante mondo dei viaggi commerciali—ai tempi, da fare ancora in nave—sin dalla giovane età. In particolare, dentro l'Atlante, si poteva trovare questa stupenda mappa isocrona.

Una mappa isocrona è una mappa che mostra quanto tempo è necessario per attraversare un determinato luogo, nel nostro caso, le isocrone sono linee che uniscono i luoghi che possono essere attraversati nello stesso lasso di tempo. Come si legge su Intelligent Life Magazine, "Puoi arrivare ovunque nella zona colorata di rosa scuro in cinque giorni—dalle Azzorre, a ovest, fino alla città russa di Perm, a est—, dopodiché, nelle zone rosa, impiegherai 10 giorni puoi arrivare fino a Winnipeg o al lago Baikal. Venti giorni per Tashkent o Honolulu—la differenza sta tutta in una componente fondamentale dell'urbanistica di inizio secolo: le ferrovie."

Benché l'evoluzione dei mezzi di trasporto sia un'evoluzione più che ovvia della storia dell'uomo fa piuttosto impressione pensare che appena un centinaio di anni fa si impiegava ancora così tanto tempo per percorrere certe distanze, e che 100 anni prima i periodi di percorrenza non erano particolarmente più lunghi. Chissà cosa ci riserverà il prossimo secolo.