FYI.

This story is over 5 years old.

Beatballs trasforma in polpette la tua canzone preferita

Beatballs utilizza un algoritmo per trasformare le canzoni in ingredienti per polpette.
12.9.14

Recentemente Kickstarter ha lanciato una campagna che mira a convertire i tuoi pezzi preferiti in polpette, si sa, quelle che si mangiano. Anche se può sembrare uno scherzo dadaista, il progetto Beatballs è stato creato da un gruppo di studenti del programma Art Director che si svolge sull’isola di Hyper vicino a Stoccolma, e sembra (relativamente) serio.

Beatballs utilizza un codice personalizzato che converte diversi aspetti di una canzone―il tono della musica, la sua popolarità―in ingredienti per una ricetta di polpette. Come si suol dire: “attraverso una combinazione di programmi, design e la giusta quota di assurdità, abbiamo sviluppato un codice che converte la musica in un gusto”, affermano.

Nel caso vi stiate interrogando sul suo funzionamento, ecco una spiegazione insieme a una pratica infografica riguardo.

Assaggiatori esperti che hanno lavorato al progetto Beatballs, hanno analizzato come i vari attribuiti della musica possano essere espressi attraverso il gusto, tenendo conto di associazioni sociali, culturali e storiche di cibo e musica. Ogni canzone ha il suo DNA, che consiste in una giusta miscela esclusiva di tempo, ritmo,atmosfera e chiave, tra tutti gli attributi. Traducendo questi attributi nei loro sapori rappresentativi, Beatball crea polpette personalizzate con il sapore della canzone.

Qui c’è un esempio usando “Happy” di Pharrell Williams.

“Happy” è suonata in Fa minore, che dona alle polpette una base di ceci e aglio. Secondo l’analizzatore di canzoni Beatballs, il livello di energia, il ritmo e il mood superano la media. Questo ispira ulteriormente il profilo musicale con l’aggiunta di un pizzico di basilico, limone e fragole. Il risultato è una polpetta con un tocco di “felicità”.

Immagine via

Oltre a convertire le vostre canzoni preferite in polpette di carne macinata e spezie presumibilmente deliziose (non siamo sicuri se ci sia spazio per le fragole), il gruppo di studenti producono le polpette in stile Doc Brown con il Beatballizer. Il Beatballizer―guarda il video sotto―costruisce le polpette per voi usando vari ingredienti che seguono il codice del sapore della canzone. Il gruppo di studenti sta ora cercando di raccogliere fondi su Kickstarter per sviluppare una versione più piccola che può andar bene in ogni cucina, cosicché tutti noi potremmo assaggiare l’equivalente culinario, ad esempio, di “It’s alright ma (I’m only meatball)” di Bob Dylan.

Non è la prima volta che cibo e tecnologia si uniscono per creare piatti prodotti unici. Il gelato che s’illumina al buio è una di queste, oppure la cucina dati―o ancora il sushi a vapore. Il futuro del cibo non sembra poi così blando.

via Nerdcore