Il significato di NPC, il nuovo meme preferito dall'alt-right americana

Sta per 'Non-Player Character,' e secondo la nuova estrema destra indicherebbe le persone di sinistra tutte troppo grigie, pavide e uguali.

|
19 ottobre 2018, 3:13pm

Immagine via Twitter.

Benvenuto su Museo del meme—una rubrica grazie a cui non dovrai più far finta di aver capito un meme, perché lo spieghiamo prima.

All'inizio si diceva sheeple, crasi tra sheep (pecore) e people (persone) facilmente traducibile in italiano con pecoroni, termine che sta a indicare gente anonima, grigia e che si fa trasportare dalle cose—o dai potenti—senza mai arrivare a un risultato concreto.

Poi, grazie a 4chan, alcune frange del mondo digitale hanno cominciato ad additare gli altri, sempre intesi come normali fino allo sfinimento, con un altro termine, normies: i normali, insomma. Ora l’alt-right—la nuova destra consolidatasi con il Gamergate e che ha individuato in Trump la sua guida—ha trovato un altro modo per definirli e così distinguersi dalle masse: NPC.

Nel gergo ludico e videoludico, un NPC è un "Non-Player Character" (PNG in Italiano: Personaggio Non Giocante), ovvero uno dei personaggi che in un videogioco è controllato dal gioco stesso e non può essere interpretato dagli utenti; in modo simile, in giochi di ruolo à la Dungeons & Dragons, un PNG è un personaggio che viene gestito dal Dungeon Master ed è quindi, per l’appunto, “non giocabile.”

Nel momento in cui scrivo, la pagina Wikipedia per “Non-Player Character” rimanda automaticamente a quella dell’attrice comica e sinistrorsa Samantha Bee. Qualcuno deve aver fatto uno scherzetto, insomma—ma perché?

Tutto è cominciato la scorsa settimana, quando un numero sempre più consistente di account Twitter legati all’alt-right ha iniziato a usare il termine PNG per indicare i “liberal”, che sarebbero “contro” l’Amministrazione Trump perché troppo grigi, tutti uguali, poco coraggiosi.

npc

Da tempo la nuova estrema destra ha fatto sua la missione di imporsi come “nuovo punk rock,” spacciando come idee controcorrente e veramente rivoluzionarie le sue politiche d’odio ed "edgy". Il vero sistema che va invece sovvertito secondo l’alt-right? Quello del politicamente corretto di sinistra, ovviamente, che rovina i nostri videogiochi e le nostre guerre stellari. Questa è da tempo la direzione intrapresa dall’alt-right, nota peraltro per aver politicizzato un termine come cuck e cuckold in senso anti-liberal.

Cuck è un ottimo esempio di questo fronte delle culture wars: nato per indicare il marito di una moglie infedele, è finito per denotare la mancanza di virilità e le caratteristiche da beta di una parte di conservatori ritenuti troppo moderati (cuckservative), prima di dilagare come termine passepartout per una persona critica di Trump e dell’alt-right. I cuck sono virgin (vergini), sfigati e soli; a differenza dei chad, che sono muscolosi, sessualmente attivi e di gran successo con le donne (e solo le donne).

Chad, nome di persona divenuto sinonimo di maschio bianco muscoloso e popolare, è un’altra parola-arma finita nelle mani dell’alt-right (e dell'universo incel), i cui membri, pur venendo spesso dagli ambienti più isolati di internet, sono impegnati da anni a rammollire l’immagine dei loro opponenti. Se la prima fase riguardava l’aspetto sessuale, ora siamo passati alla seconda fase, in cui l’obiettivo è sociale e personale: gli avversari sono NPC, personaggi minori, comparse. Siamo passati, insomma, alla disumanizzazione.

Ehi, l’ho appena detto!

Come ha scritto il blogger David Futrelle, raccontando l’improvvisa comparsa nelle sue menzioni di centinaia di tweet che gli davano dell'NPC, c’è “dell’ironia nel fatto che i troll d’estrema destra stiano usando un vero e proprio esercito di account-marionetta che eruttano la stessa retorica e postano gli stessi meme col fine di dimostrare che liberal e persone di sinistra sono 'Personaggi Non Giocanti' senza anima e robotici."

La contronarrazione che questo meme mira a creare è piuttosto chiara: la vera ribellione è dall’altra parte, nella terra delle 'pillole rosse' e dei cappellini MAGA; perché gli altri, i liberal, sono tutti uguali e dicono tutti le stesse cose (“Orange man”, un chiaro riferimento a Trump, “is Bad”), senza far ridere e dando voce al solito politicamente corretto. Chad contro PNG.

Sin da subito il nuovo giocattolo è stato adottato dal sito InfoWars, che ha addirittura indetto un concorso mettendo in palio 10mila dollari per il meme migliore sul tema, mentre la faccia da NPC—una sorta di omino disegnato con poche linee e senza alcun tratto facciale degno di nota— sta dilagando in meme e fotomontaggi in cui i volti di attivisti, giornalisti e personalità di sinistra vengono sostituiti con questa maschera grigia e vuota.

L’operazione NPC è stata un successo: in pochi giorni un simbolo e una parola sono diventate d’uso in comune, perlomeno in un paio di bolle, e l’alt-right ha confermato la sua capacità di creare miti dal nulla.

Un tempo 4chan dichiarava guerra ai “forced meme”, ovvero i meme che non nascevano spontaneamente, ma per cui si era indotti a partecipare alla discussione che gli veniva cucita sopra. Non avevano vita lunga, i forced meme, sempre distrutti dalla loro origine non genuina e di laboratorio.

Oggi questa regola, però, non sembra più avere peso: bastano 4chan, qualche gruppo Facebook e chat su Discord per creare l’embrione di un meme e metterlo alla prova della discussione sui social. Ad oggi questo PNG sembra essere riuscito a imporsi, ma non chiedetemi se continuerà a farlo. D'altronde, che ne può sapere un povero PNG come me? :-(((

Segui Pietro su Twitter e Instagram. E se hai meme su cui vorresti sapere di più, scriviglielo o faccelo sapere sul nostro profilo.

Altro da VICE
Vice Channels