FYI.

This story is over 5 years old.

Ho chiesto dei consigli al pornoattore più famoso del mondo

Sto affrontando un periodo di scarsi contatti umani, perciò mi è sembrata l'occasione giusta per chiamare James Deen e fargli qualche domanda sulle relazioni, il sesso e la capacità di ascoltare gli altri.
8.4.15

Wikimedia Commons

Come ho già accennato su queste stesse pagine, sto attraversando un periodo di scarsissimi contatti corporei e interazioni umane. La colpa è mia, ne sono ben consapevole. Eppure, anche se mi è capitato di uscire con ragazzi molto particolari (uno dei quali voleva passare l'intera serata a parlare delle sue abitudini alimentari "da uccellino"), sono lontani i tempi in cui applicavo la regola del "purché respiri."

Ma posso permettermi di essere così schizzinosa? La mia libido vuole delle risposte. Per capirne di più ho chiamato James Deen. Chiunque abbia visto James Deen in azione, sa che riesce a creare una chimica tangibile con chiunque—incluse ragazze che sicuramente non definirei carismatiche. So che è il suo lavoro, ma non smette mai di meravigliarmi. Ho pensato che forse i suoi consigli mi avrebbero aiutato. Se è vero che potremmo innamorarci di chiunque ricorrendo a 36 semplici domande, c'è qualcosa del genere per il sesso, specialmente quando l'amore sembra irraggiungibile?

Il dialogo è importante

Non ha le risposte che cerco. Me lo dice subito, chiaro e tondo. Ma mi sento sollevata quando scopro che non ha poteri speciali capaci di innescargli in automatico una qualche attrazione per persone dalle quali non è attratto. Eppure riconosce l'importanza della comunicazione.

Deen cerca sempre di parlare con le sue partner per capire le loro intenzioni e agire di conseguenza. "Durante il sesso, le motivazioni dell'altra persona sono fisiche, emotive, o guidate solo dal divertimento," dice. "Bisogna capire chi hai davanti. Ma non c'è una formula magica applicabile sempre e con chiunque." Gli è capitato di lavorare con attrici con le quali non era per niente in sintonia e i risultati sono state scene in cui i due erano "fisicamente impegnati nell'atto del sesso, ma niente di più." Lo paragona alla differenza tra i video softcore e i video hardcore. "Qualche volta non c'è complicità. Ma spesso ricevi quello che dai."

Il mio parere: quando esco con ragazzi conosciuti su Tinder, spesso non ho aspettative, e di conseguenza parto già con poco entusiasmo. Vado con la stessa energia che ho quando devo incontrarmi con uno sconosciuto con cui una mia amica vuole farmi uscire a tutti i costi. Se capisco che la persona non mi interessa, tendo a non darle possibilità. Mi limito a essere educata e alle frasi di circostanza per arrivare incolume alla fine del (solitamente) breve appuntamento. Mi tengo sul superficiale.

Mantenere le distanze con spavalderia è l'arma di difesa più forte che ho; e palesa il fatto che non sono interessata. Non ci sono dubbi sul fatto che dovrei provare a utilizzare l'approccio a cuore aperto di Deen. Si tratta di fare del proprio meglio per cercare di instaurare un legame, indipendentemente dalla prima impressione.

Sii comprensiva

Quando in intimità si trova a che fare con qualcuno che, per fare un esempio, non applica al meglio le norme igieniche, Deen cerca di non giudicare. Ancora una volta, si tratta di comunicazione e comprensione. "Non giudico la cosa in sé, ma le motivazioni che vi stanno dietro," dice. "Invece della reazione più immediata ('Non ti lavi i denti perché fai schifo') penso, 'Non ti lavi i denti perché hai un problema alla bocca che risolverai la prossima settimana, e per adesso non te li puoi lavare.' Sono contento che tu ti stia prendendo cura di te, e ti capisco."

Il mio parere: sicuramente ho molto da imparare da Deen, e devo lavorare sulla tendenza a giudicare il prossimo. Mi è capitato di chiudere un'uscita con un ragazzo dopo soli 20 minuti a causa del suo dito giallo da fumatore accanito. In un'altra occasione ho completamente eliminato dalla mia vita un ragazzo carino (anche se non abbastanza realizzato a livello professionale per i miei gusti) perché non riuscivo a pensare ad altro che all'orzaiolo che aveva sull'occhio.

Non sto dicendo che quelle specifiche imperfezioni siano state l'unica causa della fine della nostra frequentazione, ma di certo non mi hanno aiutata a voler approfondire la conoscenza. Di nuovo, imparerò a utilizzare i consigli di Deen, e ad ascoltare chi ho davanti. Sicuramente non fa male.

Il sesso non è tutto

Lo sa anche il ragazzo che di lavoro fa sesso con una donna diversa ogni giorno: la vita è una sfida costante, e sta a noi saperla cogliere.

"Più vai avanti con gli anni più diventi misantropo. Capisci che la vita è difficile, e devi darti da fare. Di fronte alle difficoltà, ne risente ogni aspetto della tua vita," dice. "Quindi anche il solo uscire di casa e trovare qualcuno per cui provi dell'attrazione sessuale diventa complicato. Non basta dire 'È carina, mi piace, scopiamo.' Più cresci, più vivi, più le cose si fanno difficili. La vita è dura."

"Il fatto che stai affrontando questo periodo di magra significa che sei viva, che stai vivendo. Accetta la tua vita e le cose arriveranno da sole," dice Deen. "Il sesso è importante, ma non è tutto. La cosa interessante è che i nostri cervelli ci permettono di apprezzarlo."

Il mio parere: mi sono sentita estremamente sollevata da fatto che Deen creda che il sesso non sia la cosa più importante della vita.

Anche se tendo ad andare nel panico e a lasciarmi consumare dall'idea di quando incontrerò qualcuno che ponga fine a questo periodo di astinenza, nel momento in cui accetto la mia situazione riesco a condurre una vita normale. Finché le cose non cambieranno, mi conforterò con le parole con cui Deen, dal cuore grande e le notevoli erezioni, è riuscito a riassumere la mia condizione.

Segui Elianna Lev su Twitter.