Cosa c'è nei frigoriferi degli studenti milanesi

FYI.

This story is over 5 years old.

Foto

Cosa c'è nei frigoriferi degli studenti milanesi

Durante l'università questo elettrodomestico dagli squittii inquietanti non è altro che uno scrigno di verità sul tuo conto. E queste sono le verità sugli studenti milanesi che hanno accettato di farsi fotografare.
Vincenzo Ligresti
Milan, IT
18.3.16

Tutte le foto dell'autore.

Incrostazioni e tanfo sono stati almeno una volta parte del frigo di ogni studente. Perché potrai pure dichiarare di mangiare fuori ogni sera o di fare la spesa degna di un ristorante e cucinare anche meglio, ma in fondo è vero: durante l'università questo elettrodomestico dagli squittii inquietanti non è altro che uno scrigno di verità sul tuo conto.

Dopo aver quindi esplorato il mercato degli affitti milanesi e visitato le case dei giovani che vivono da soli di Roma, abbiamo pensato di dedicarci alle cucine. Perché dopo anni vissuti in famiglia, trovarsi improvvisamente liberi di comprare ciò che si vuole o di non lavare il proprio piatto può avere effetti catastrofici sull'igiene e sul portafoglio. Molti dopo un po' imparano, altri si affidano ai pasti economici da riscaldare in microonde.

Pubblicità

Nonostante i silenzi abneganti, alcuni universitari di Milano ci hanno aperto le porte dei loro frigoriferi per spiegare quanto spendano e come cerchino di trasformare in cibo commestibile quello che acquistano.

Eccoli qua.

FRANCESCA - studentessa di mediazione linguistica, due coinquilini

Vivande rilevanti: mezzi limoni e limoni interi.

VICE: Dal tuo frigo sembra che in casa mangiate solo limoni. Sbaglio?
Francesca: Io adoro i limoni, fanno bene. Li metto nel tè la mattina, se non ho digerito bevo acqua e limone, ne prendo uno se ho bisogno di un break. La prima cosa che compro quando vado a fare la spesa sono i limoni. Soprattutto quelli sfusi. Quelli che vedi nel frigo sono un'eccezione, erano in offerta.

E oltre a risparmiare sui limoni, quanto spendi in genere?
Su questo possiamo fare bene i calcoli. Siccome non so mai quello che vorrò mangiare domani, faccio ogni giorno la spesa. Parliamo di spese molto piccole, di sette/otto euro. È molto utile, ma anche controproducente: si spreca un sacco. Quindi, in media, spendo 40 euro a settimana circa, massimo 50.

Ma in tutto questo, sai cucinare?
Diciamo che sono una cuoca artistica [ride]. Per esempio l'altro giorno ho provato a fare una torta, solo che mi mancavano le uova, il burro e il latte. Quindi ho provato a fare una torta di mele, frullando le mele con l'acqua e aggiungendo la farina di riso—perché ho trovato solo quella in casa. La torta è venuta una merda: tumefatta come la colla, sapeva di bruciato. Però giuro che con le robe salate sono brava.

Per esempio? C'è stata qualche tua cena memorabile?
Sicuramente a Capodanno, volevo preparare tutto il cenone da sola. Tra le altre cose, ho fatto l'arrosto, le patate al forno e soprattutto la maionese in casa. Però con tutti gli ingredienti giusti, stavolta.

ALÌ - studente di architettura, quattro coinquilini

Vivande rilevanti: salsa di sesamo, hummus e insalata in busta.

Pubblicità

VICE: In media quanto spendi per il cibo in una settimana?
Alì: Spendo circa 30/40 euro a settimana. Però metti in conto che mangio spesso in università a pranzo, quindi se contiamo anche i panini intorno ai 60 euro. Non è poco, ma per fortuna usufruisco anche dei buoni della borsa di studio. A fare la spesa di solito vado al Carrefour, ma per trovare i cibi tipici del mio paese—il Libano—vado dall'egiziano o in un posto che vende prodotti biologici e multietnici qua vicino.

Hai un frigo ordinatissimo. Avete delle regole per tenere la cucina così pulita?
Sì, abbiamo un giorno prestabilito in cui dobbiamo pulire tutta la casa. Di solito la domenica. In generale siamo molto puliti, dobbiamo esserlo visto che siamo in tanti. C'è da dire che tutti i miei coinquilini lavorano e spesso non sono a casa, e questo aiuta a mantenere l'ordine. Quindi, in generale, la persona che usa di più il frigo sono proprio io.

Te la cavi in cucina?
Non molto, però sono bravo a preparare i piatti libanesi: tanto riso, frittate e timballi di melanzane, tanto hummus e pollo al forno.

Ah, pensavo foste tutti vegetariani a vedere il frigo…
In effetti mangiamo tutti pochissima carne, ma non per ragioni specifiche. La verità è che siamo molto pigri, torniamo tardi e la carne non si cuoce da sola. Ecco il motivo di tutte quelle buste di insalata, preferiamo preparare qualcosa di veloce.

Dai, alla fine sembra una dieta variegata.
Sì, proprio. Se continuiamo a buste di insalata, ci verrà l'anemia a tutti.

FEDERICA - studentessa di moda, una coinquilina

Vivande rilevanti: carne trapassata.

Pubblicità

VICE: Guardando il tuo frigo, dire che è un po' vuoto. Ma la spesa la fate?
Federica: Poca. Se devo spendere lo faccio per altro, non per mangiare. Per esempio, mi è capitato di voler comprare un paio di scarpe bellissime. In quel caso o non mangi o vai al McDonald's a prenderti una cosa da un euro.

Mi sembra una scelta un po' drastica…
Ma mangio, però mangio sempre le solite quattro cose. Che ne so, la pasta con la panna, la pasta con le zucchine, le zucchine da sole, i piselli, la carne.

Per farmi capire, ieri che hai mangiato?
Ieri siamo passate dal cinese a pranzo e ho preso del riso al curry. Ovviamente era troppo piccante e l'ho lasciato. In generale, qualsiasi cosa mangio, ne devo lasciare almeno un po'. È più forte di me. Ma niente va sprecato, lo finisce sempre qualcun altro.

E quella carne da quanto tempo è lì?
Ma ci sta ancora? No, ma non può essere [controlla] Ti spiego. Il padre della mia coinquilina ha una catena di distribuzione, fa la carne insomma. Quindi, ogni mese, ci arriva un pacco con quella, il prosciutto, gli affettati. Proprio oggi dovrebbe arrivare, ma sei spuntato in anticipo. La roba è sempre tanta, la surgeliamo e ogni tanto ce la dimentichiamo.

Dai, allora il tuo frigo, virtualmente parlando, non è vuoto.
No, è pieno. E mettici anche che non facciamo mai spese grosse, molto piccole quasi ogni giorno.

NICOLA, studente di media design, nessun coinquilino

Vivande rilevanti: avocado.

Pubblicità

VICE: Il tuo frigo mi sembra abbastanza pieno. La fai spesso la spesa?
Nicola: Sì, l'ho fatta ieri e la farò anche oggi prima di pranzo. Non so perché, ma mi piace un sacco andare al supermercato.

Qual è la cosa che compri sempre?
L'avocado. Di solito lo metto nell'insalata, o in un piatto accanto a una bella bistecca con sale e pepe nero. Non vedi della carne nel mio frigo, perché è la cosa che compro quasi giornalmente, in alternativa al pesce.

Ah, quindi ci sai fare in cucina?
Direi di sì. Uno dei miei piatti forti è il cartoccio. Praticamente apri il pesce, l'orata, togli le budella, lo stomaco, ci butti dentro quello che ti pare, lo avvolgi nella stagnola e lo metti in forno.

Mi hai detto che vieni dalla Sardegna. I tuoi ti spediscono dei pacchi?
No, no, abbiamo capito che la roba c'è anche qua.

Sembra una dieta molto equilibrata. Niente pasta dello studente?
Solo quando vengono a cena gli amici (che si risparmia)! [ride]

ENZA, studentessa di filosofia, due coinquilini

Vivande rilevanti: tante bottiglie.

VICE: In media quanto spendi per il cibo in una settimana?
Enza: Mah, dipende dalle settimane. A volte non spendo quasi nulla perché vado a cena fuori, ma se dovessi fare una media direi un centone a settimana.

Ammazza, molto più degli altri. Ma che cosa compri per spendere così tanto?
Eh, tanti alcolici. Mi piace bere, ma mi piace bere bene. Quindi si alza un po' la media. Quelli per cui si spende poco li evito, perché poi l'hangover non si regge. Comunque sì, spendiamo sicuramente più in alcol che in cibo.

Pubblicità

Però la vostra cucina è molto pulita. Avete delle regole al riguardo?
Diciamo che io, oltre a studiare, lavoro di notte come dj, per cui quando non sono sotto esami o all'università pulisco. Soprattutto se ho organizzato una cena la sera prima con un po' di gente—e ne faccio diverse ogni mese. Poi nel weekend i mie coinquilini lavoratori contribuiscono alle pulizie comuni: sala, cucina, bagno, cose del genere… Per quanto riguarda la pulizia quotidiana della cucina, invece, la regola base è che si pulisce al momento quello che si è appena sporcato. Nessuno può lasciare una pentola a macerare nel lavandino.

Quindi quando fai le tue grandi cene cosa prepari? Sarai a questo punto una brava cuoca…
Sì, certo. Sono sicula. [Però] il piatto che so fare meglio è la paella. Poi faccio di tutto, mi vengono molto bene anche le lasagne e la pizza. Mi impegno, perché se ho ospiti mi piace trattarli bene. Ho gente almeno un paio di volte a settimana.

E quando cucini solo per te, cosa ti prepari invece?
Attualmente sto seguendo una dieta un po' salutare per compensare l'alcol. Quindi cerco di distribuire proteine e carboidrati in egual modo.

I tuoi non ti spediscono dei pacchi?
Ogni tanto sì, mia mamma mi manda i sughi fatti da lei, sottaceti, più che altro conserve. Ancora ho un sacco di roba del pacco di settembre.

GIORGIA - studentessa di giurisprudenza, tre coinquiline

Vivande rilevanti: non proprio, ma cartoni di pizza accatastati e un secondo frigorifero (spento).

Pubblicità

VICE: La tua cucina è un po' disordinata. Ogni quanto pulite? E quanto spendete per il cibo?
Giorgia: Puliamo una volta a settimana, ma non abbiamo un giorno prestabilito: ci alterniamo a caso. Per le spese, invece, credo circa 25/30 euro. Compro solo robe basilari: le uova, il latte, il prosciutto, le piadine. Ma i mandarini ci stanno sempre, quelli sono fissi.

Ok, però mi sa che nel fare conti non hai calcolato tutte quelle pizze…
Ma guarda che non sono tutte mie! [ride] Diciamo che prendiamo la pizza almeno una volta alla settimana, e buttiamo i cartoni ogni mai. Quindi sì, il calcolo settimanale lievita un pochetto.

E in cucina ti applichi? Sei una brava cuoca?
No, per niente. Cucino al massimo la pasta con tonno e zucchine o la carbonara. Ah, e anche le fettine panate, ma quelle già pronte della mamma. Sono di Viterbo e ogni mese quando torno mi porto di tutto. Tanta carne, l'olio, un sacco di roba sottovuoto.

Quindi, in sostanza, mangi un sacco di pizza e riscaldi quello che ti porti da giù. Ma non ti ricordi di un pasto memorabile che avete cucinato qui?
Devo essere sincera? Assolutamente no! [ride] Ho mangiato delle lasagne buonissime, ma le aveva preparate la mamma della mia coinquilina. Noi le abbiamo, ancora una volta, solo riscaldate.

Be' almeno siete coinquiline affiatate…
Sì, tranne quando si deve andare a comprare l'acqua.

Segui Vincenzo su Twitter

Segui la nuova pagina Facebook di VICE Italia:

Tagged:Vice Blog