Canada

Presto i medici canadesi potrebbero prescrivere l'eroina ai dipendenti da oppioidi

Il Canada sta affrontando un picco di overdose da droghe illegali, e l'agenzia federale per la salute ha proposto di rendere l'eroina un'opzione di cura legittima per le dipendenze gravi da oppioidi.

di Tamara Khandaker
18 maggio 2016, 8:06am

Immagine via Flickr

Presto, in Canada, i medici potrebbero prescrivere l'eroina ai pazienti che abusano cronicamente di oppioidi — questo, almeno, è quanto vuole l'agenzia federale per la salute.

Il paese sta cercando di affrontare l'aumento di overdose da droghe illegali e una crescita particolarmente drammatica di quelle che coinvolgono il fentanyl, una sostanza circa 100 volte più potente dell'eroina.

Ad aprile, quando le overdose da fentanyl hanno ucciso 200 persone in soli tre mesi, la provincia della Columbia Britannica ha dichiarato un'emergenza sanitaria, mentre la scorsa settimana la vicina Alberta ha reso il naloxone, un antidoto contro le overdose da oppioidi, disponibile senza obbligo di prescrizione medica.

"Ci sono persone in tutto il paese che soffrono di disordini gravi nell'uso degli oppioidi e che ne hanno bisogno," dice il dottor Scott McDonald, che si batte da anni nella Columbia Britannica per rendere l'eroina un'opzione di cura legittima per chi è affetto da gravi dipendenze da oppioidi. "È un numero piccolo, ma significativo."

Le nuove leggi proposte da Health Canada, il dipartimento di salute pubblica canadese, permetterebbero l'accesso alla diacetilmorfina - il nome scientifico dell'eroina - nel rispetto del Safe Access Program (SAP), un programma che permette l'uso di sostanze altrimenti proibite nel caso di patologie o dipendenze.

Attraverso il SAP, alcuni esperti valutano le richieste di accesso a queste sostanze delle persone con patologie gravi o mortali, nei casi in cui i metodi di cura convenzionali non funzionano, non sono applicabili o disponibili.

La prescrizione di eroina per affrontare l'abuso di oppioidi è già legale in altri paesi come Germania, Olanda, Danimarca e Svizzera — per quei pazienti che non rispondono ai trattamenti convenzionali, come il metadone o la buprenorfina.

Nel 2014, la Providence Crosstown Clinic di Vancouver è diventata la prima clinica del Nord America a prescrivere legalmente l'eroina farmaceutica ai pazienti al di fuori di un test clinico. Arrivati alla fine del periodo di sperimentazione, i risultati si sono rivelati positivi e i dottori della clinica hanno richiesto l'autorizzazione per continuare a prescrivere la sostanza ai pazienti.

A settembre 2013, Health Canada ha approvato la richiesta, ma è intervenuta l'allora Ministro federale della salute Rona Ambrose, introducendo nuove norme che rendevano la diacetilmorfina una droga illegale e che impedivano ai medici di prescrivere qualsiasi tipo di droga illegale.

La Providence Clinic, insieme ai 202 partecipanti alla sperimentazione, hanno richiesto il controllo di costituzionalità della norma e hanno ottenuto un'ingiunzione che gli ha permesso di fornire l'eroina medica ai pazienti fino alla risoluzione della controversia.

McDonald, il medico a capo della clinica, dice che la decisione di Health Canada è "una buona notizia," e definisce l'eroina farmaceutica un "trattamento sicuro, economicamente vantaggioso e intensificato che salva delle vite."

Il consumo in strada spesso implica l'interazione con il commercio illegale di droghe e con il crimine organizzato, mentre l'assunzione in un ambiente controllato "toglie [i consumatori] dalla strada e dal ciclo distruttivo di reati legati al possesso o di prostituzione volti all'ottenimento di una dose," dice McDonald.

"[In strada] non sai nemmeno cosa stai consumando — è un miscuglio di diversi composti," dice, aggiungendo che è proprio questo che causa le overdose e i decessi. Dal canto suo, la clinica offre eroina pura prodotta in un laboratorio farmaceutico — di fatto è sterile, e i suoi effetti sono più prevedibili.

McDonald sostiene che la salute fisica e mentale dei partecipanti al progetto è migliorata, cosa che ha permesso ai medici di curare le patologie croniche e i problemi di salute mentale legati alla loro condizione.

"La droga in sé spinge più persone a entrare in cura, riduce il loro bisogno di consumare, e abbassa il loro uso illecito di eroina," spiega. "Gli altri vantaggi per la salute seguono in automatico."

Il governo ha invitato le parti interessate e la cittadinanza a partecipare a un periodo di consultazione di 30 giorni prima che le nuove norme vengano applicate definitivamente.


Segui VICE News Italia su Twitter, su Telegram e su Facebook

Segui Tamara Khandaker on Twitter: @anima_tk

Foto via Flickr