Identità

Una guida definitiva al rimming

Con l'anilingus gli incidenti capitano—ecco come praticarlo in tutta sicurezza.
illustrazioni di Kim Cowie
12 febbraio 2020, 6:30am
Rimming

La prima volta che ho sentito nominare il rimming è stato da una mia amica più grande e molto più simpatica di me. Mi ha raccontato di quando il suo ragazzo le stava facendo sesso orale e all'improvviso era passato all'ano e lei era stata colta così di sorpresa che gli aveva scoreggiato in bocca. Questa è la tipica storia che fa scompisciare dalle risate chi non ha mai ricevuto o fatto rimming, ma suscita soltanto una scrollata di spalle, una risata secca e un gesto affermativo con la testa negli esperti.

Quando l'anilingus va molto, molto male

La regola numero uno del rimming è: aspettati l'inaspettato. Il che non significa che ti ritroverai con della cacca sulla faccia, è che ogni tanto con l'anilingus gli incidenti capitano. L'unico modo per ridurre le probabilità di imprevisti è arrivare preparati. Che è il motivo per cui ho scritto una vera e propria guida alla stimolazione orale dell'ano: per essere sicuri che quando ti troverai faccia a culo con il tuo o la tua amante, saprete entrambi come comportarvi.

LA PULIZIA PRIMA DI TUTTO

Su come pulirsi a fondo il retto esistono fior di articoli. Per ora, consiglio di guardare il sesto episodio della seconda stagione di Sex Education. Ma se non hai tempo, ecco una sintesi di quello che dice Rahim in quella puntata: accucciati, spremi, trattieni e rilascia. Se sai che riceverai un rimming e hai abbastanza tempo per prepararti, una peretta è sempre un'opzione. Ma se non hai tempo per lavare completamente l'interno, almeno prenditi qualche momento in bagno per pulirti meglio che puoi. A meno che non siate entrambi appassionati di scat, avere un proiettile in canna non è per niente desiderabile.

Ma non è solo questione di gusti: l'igiene è importante per la salute. La terapeuta del sesso e cofondatrice della app di appuntamenti BARE Gillian Myhill avverte: “È importante sottolineare che nell'ano si possono trovare batteri buoni ma anche pericolosi, come l'E. coli e la salmonella, che possono farti ammalare. Quindi: PULIRSI PULIRSI PULIRSI. E se fai rimming a una persona con genitali femminili, assicurati di non trasportare cose dall'ano al canale vaginale perché c'è un alto rischio di infezione."

RIMMING E MST

Oltre a verificare la pulizia fisica, è importante potersi fidare della salute sessuale dell'altra persona come per qualunque altro tipo di penetrazione. "Le MST si possono trasmettere con questa attività nello stesso modo in cui succede nel sesso orale con un pene o una vagina," conferma Myhill. "C'è il rischio di herpes, verruche, gonorrea, sifilide, epatite A e B."

Quindi sii prudente e non dire che non lo sapevi—l'imbarazzo di chiedere a una persona se ha qualche MST è sempre meglio di prendersi una MST. Se per qualche motivo vuoi comunque evitare domande, ricorda che le dighe dentali sono un efficace profilattico per il sesso orale di qualunque tipo.

LA POSIZIONE MIGLIORE PER IL RIMMING

Come quella del missionario è alla base del sesso etero, così viene da pensare che la posizione della pecorina sia alla base del rim job. È comoda, c'è una buona vista sull'area interessata e molto spazio per toccare altrove. Ciò detto, Michael*, 29enne di Liverpool, consiglia caldamente il sofà. "La comodità è fondamentale. La mia cosa preferita è far sedere l'altra persona sul divano, mentre io sto in ginocchiato sul pavimento davanti coi suoi i piedi o le gambe sulle mie spalle, così da poter ficcare la faccia fino in fondo. E poi è anche una buona posizione per quando ho bisogno di una pausa e mi viene voglia, per dire, di giocare con una palla per un po', come quando c'era l'intervallo al cinema e ti andavi a prendere il gelato."

Non siamo tutti uguali e per quanto la posizione preferita da Michael possa non piacerti, non dimenticare di sperimentare e girare il tuo partner da una parte e dall'altra, perché non si sa mai, le vie del piacere anale sono infinite. Come quell'episodio di Girls in cui Marnie si era ritrovata con la faccia di Desi nel sedere nel bel mezzo della loro cucina e l'internet non sapeva come reagire, no? Questo dimostra che c'è spazio per il rimming in ogni stanza e in ogni posizione.

LA TECNICA

Col rim job, devi lasciarti alle spalle ogni riserva. Non puoi fare le cose tanto per; un rimming svogliato può essere peggio di un non-rimming. “A me piace proprio buttarmici come su un pasto completo, entrarci dentro finché non sento che con il naso sto toccando la cassa toracica," spiega entusiasta Michael.

Per chi si sente meno sicuro di lui, Myhill continua a sostenere che chi va piano va sano e va lontano. Bisogna solo ricordarsi di provare cose nuove: "Vengono usate molte tecniche, dal disegnare cerchi attorno all'ano a spingere la lingua tra le pieghe; provale tutte e vedi cosa ti piace."

... E TUTTO IL RESTO

Per me e per gran parte delle donne che conosco, la tensione è una cosa che tutt'altro che eccitante. Se sei concentrata sul tenere il buco del culo stretto, rischi di non goderti alcun beneficio del contatto con la lingua. Da qualunque lato della barricata di trovi, cerca di essere zen e goditi i lati positivi.

“Parla con il tuo partner e prendila con calma. Se è una cosa nuova per entrambi allora è facile che sarete ugualmente nervosi," dice Myhill come incoraggiamento. "Prova a far sentire il tuo partner sicuro di sé e sexy." A questo scopo, io consiglio caldamente di inondare la situazione di discorsi zozzi che funzionano anche come dichiarazioni di consenso. "Ho un buon sapore?" è una delle mie preferite.

Anche Michael raccomanda di arricchire l'atto con del contatto fisico che vada oltre quello della lingua con l'orifizio posteriore. "Tenersi per mano mentre lo si fa è una delle cose più sexy, secondo me. La prima volta che l'ho fatto, abbiamo raggiunto un livello di intimità e vicinanza che non credevo possibile."

Congratulazioni! Ora sai come fare rimming. Non ti resta che buttarti sul tuo partner come se fosse l'unica riserva di aria nello spazio.

* Alcuni nomi sono stati cambiati per rispettare la privacy degli intervistati.

Segui Gina su Twitter.