Attualità

Il calciatore diventato 'professionista' senza aver mai messo piede in campo

Bernio Verhagen aveva un piano diabolico: farsi vendere e comprare come giocatore in tutto il mondo senza mai scendere in campo.
13 dicembre 2019, 9:30am
Bernio Jordan Enzo Verhagen
Bernio Jordan Enzo Verhagen alla firma del contratto a Città del Capo (Foto per gentile concessione del Cape Town City FC).

Qualche mese fa, il venticinquenne Bernio Jordan Enzo Verhagen ha fatto una mossa sorprendente per un giocatore di calcio dilettante olandese. È saltato su un aereo e si è diretto in Transnistria, la ex regione della Moldavia che si è dichiarata indipendente nel 1990, per giocare in una squadra chiamata FC Dinamo-Auto.

La FC Dinamo-Auto è praticamente una squadra amatoriale, priva anche di un suo stadio. Verhagen è rimasto in rosa per poco tempo e non ha mai avuto occasione di debuttare fra gli 11. Presto è tornato in Olanda, dove l'ho intervistato nel mio podcast per farmi raccontare la sua permanenza in Transnistria. Dopo l'uscita dell'episodio, ho ricevuto alcuni messaggi da parte di ascoltatori preoccupati che mi segnalavano che Verhagen era implicato in casi di frode con carte di credito.

Quando gli ho chiesto conto di queste accuse, ha detto che si trattava "soltanto di hater". Ma c'era qualcosa che non mi tornava. Ho deciso di tenere d'occhio la sua carriera che, per mia sorpresa, lo ha portato in Sudafrica, in Cile e in Danimarca prima della fine dell'anno.

1574690320697-WhatsApp-Image-2019-06-26-at-122833

La FC Dinamo-Auto presenta Verhagen. Foto per gentile concessione di FC Dinamo-Auto.

Quando ho visto su Twitter che il Cape Town City FC aveva annunciato l'acquisto di Verhagen, sono rimasto sorpreso. Verhagen non aveva giocato neanche una partita in Transnistria, e il Cape Town City FC è una vera squadra. Ma le cose si sono fatte ancora più strane quando Verhagen ha lasciato il Cape Town City dopo soltanto un mese, di nuovo senza aver giocato nemmeno un match, per risaltare fuori all'Audax Italiano, una squadra di Primera División [_massima divisione del campionato cileno_]. Pochi mesi dopo, Verhagen se n'è andato anche da lì—sempre senza aver toccato il campo da gioco.

Era il 5 novembre quando ho risentito il suo nome. Il Viborg FF, una squadra della prima divisione danese che aveva vinto la coppa di Danimarca nel 2000, ha pubblicato sul proprio sito una dichiarazione che diceva che avevano messo sotto contratto Verhagen. Aveva la maglia numero 28.

Appena prima che il Viborg FF lo presentasse ufficialmente come uno dei propri giocatori, Verhagen è stato intervistato dal giornale cileno La Tercera, via Skype. Verhagen ha detto che aveva lasciato il Cile insieme alla sua ragazza cilena, Nayaret Muci, che gli faceva anche da interprete per l'intervista.

1574978888921-Screen-Shot-2019-11-25-at-122057

Secondo La Tercera, appena prima dell'intervista Muci aveva postato alcune storie sul suo profilo Instagram in cui accusava Verhagen di tenerla prigioniera in Danimarca, di averla picchiata e di averle sputato addosso. Muci ha sollevato la questione ancora prima che il giornalista potesse farle una domanda, dicendo che era difficile "vivere con una persona che non ti lascia uscire dall'hotel," ma che andava "tutto bene." Più avanti nell'intervista, Verhagen ha detto di aver lasciato l'Audax Italiano perché i suoi compagni di squadra erano razzisti e lo avevano chiamato "scimmia" e "schiavo". Non ha voluto specificare quale procuratore lo avesse portato a quella squadra.

È un'intervista molto strana e preoccupante, che fa sorgere più dubbi di quanti ne sciolga. Chi rappresenta Verhagen? Perché continua a lasciare una squadra per un'altra dall'altra parte del mondo se non gioca mai? Non sarebbe il caso che la polizia danese facesse un accertamento sulla sua ragazza? L'ho contattato di nuovo e gli ho chiesto del suo procuratore su WhatsApp. "Vorrei che la smettessi di disturbarmi," ha risposto.

1574979044524-VerhagenViborg

Verhagen con la maglia del Viborg FF. Foto per gentile concessione del Viborg FF.

Quando l'ho contattata, la Federazione Calcistica Nazionale Olandese (KNVB) ha detto che Verhagen aveva giocato nelle giovanili del Willem II, squadra della Serie A olandese, per un anno, nel 2009. Da quel momento, è stato registrato in tre altre squadre amatoriali. Nonostante la KNVB debba essere informata quando un giocatore olandese viene venduto per la prima volta a una squadra extra-nazionale, non c'è alcuna traccia di un suo trasferimento all'estero.

Secondo gli ultimi dati registrati dalla KNVB, Verhagen è stato sotto contratto nella squadra olandese Den Dungen fino a quest'anno. Ho chiamato il loro selezionatore Marcel van Krieken, che ha detto che Verhagen aveva giocato tre o quattro partite e “non si era fatto particolarmente notare." Ha aggiunto anche che era molto simpatico, ma non capiva perché le squadre professioniste continuassero a ingaggiarlo.

La FC Dinamo-Auto in Transnistria non ha risposto quando l'ho contattata, ma il messaggio che annuncia con orgoglio l'inserimento in squadra di Verhagen sul sito ufficiale è stato rimosso.

Il portavoce del Cape Town City FC Julian Bailey ha detto che Verhagen era arrivato a loro "tramite un procuratore che ha un forte legame con la squadra," ma mi ha detto di non conoscerne il nome. Ha detto che prima dell'arrivo di Verhagen avevano visto un video di lui che giocava. "Il presidente della squadra è rimasto piacevolmente colpito, così gli abbiamo offerto un contratto." Ma quando Verhagen è arrivato al Cape Town City FC non era in forma e doveva allenarsi da solo. "Non abbiamo avuto la possibilità di vedere se sarebbe arrivato al livello dimostrato nel video," ha detto la squadra. "Ma il suo modo di fare era fantastico."

Secondo il Cape Town City FC, Verhagen se n'è andato così presto perché voleva tornare in Europa. Ma poi è andato all'Audax Italiano, in Cile. Lorenzo Antillo, presidente dell'Audax, ha evitato le domande rispondendo solo: "Preferirei non parlare di questo argomento. Sono rimasto coinvolto in una cosa in cui non volevo entrare."

Nel frattempo, in Danimarca, hanno cominciato a comparire un po' di articoli degni di nota. Il sito di news calcistiche Bold ha intervistato Verhagen, che ha detto che in passato era stato in prova a due squadre, Næstved e Randers. Bold ha verificato la dichiarazione interpellando entrambe le squadre, che non avevano idea di chi fosse Verhagen. Dall'intervista emerge anche che Verhagen si stava allenando da solo anche lì, come a Città del Capo.

Poi il giornale danese Politiken ha rivelato che Verhagen aveva già finto di essere un giocatore del FC Copenhagen in Danimarca, parrebbe per sedurre una donna e rubarle soldi e gioielli. In risposta a questa rivelazione, il Viborg FF ha rilasciato un lungo comunicato in cui dichiara che Verhagen fosse arrivato attraverso Stellar Group, un'agenzia che rappresenta grandi nomi come Gareth Bale.

In realtà, la squadra lo ha ingaggiato sulla base di email, documenti e telefonate fraudolente da parte di una o più persone che fingevano di lavorare per Stellar Group. Uno dei direttori della squadra ha detto di aver comunicato quasi quotidianamente con un uomo che diceva di essere il CEO di Stellar Mo Sinoush. A un certo punto hanno concordato di vendere Verhagen a una squadra cinese che aveva espresso interesse nei suoi confronti. Ovviamente, anche le lettere mandate dalla squadra cinese si sono rivelate completamente false.

Soltanto quando Verhagen è arrivato al Viborg FF si sono resi conto di essere stati truffati. Riguardando le email, hanno scoperto che quelle dello Stellar venivano da un account che finiva in ".co" invece di ".co.uk". Il Vigor FF sta attualmente collaborando con il vero Stellar Group per raccogliere le prove da consegnare alla polizia danese.

Il 26 novembre, il Viborg FF ha annunciato la rescissione del suo contratto. Il giorno dopo, Verhagen è stato arrestato in Danimarca per essere sospettato di aver assalito e derubato varie persone, inclusa Nayaret Muci, ed è stato accusato formalmente di frode il 3 dicembre. Sembra che l'improbabile storia del famoso calciatore che non ha mai messo piede in campo sia finita qua.

Guarda anche: