Pubblicità
Munchies

Stanno per arrivare i Baci Perugina Rosa, ma finiranno in un lampo

Dopo quello bianco, quello dark e quello al latte, Nestlé sta per lanciare la bomba rosa. Ma attenzione, le quantità non sono infinite. Spoiler: arriverà anche un altro storico cioccolatino in versione pink.

di Andrea Strafile
10 settembre 2018, 3:49pm

Un bacio, insomma, cos’è mai un bacio? Un apostrofo rosa tra le parole t’amo.

Mai avrei pensato di scrivere questa citazione di Rostand in un pezzo come fosse la didascalia di una foto con il mare sullo sfondo e un fiore in primo piano ricondiviso da ultraquarantenni. Ma non c’è frase migliore per parlare di questa notizia bomba.

Volenti o nolenti, tutti noi amiamo le novità su qualcosa di dolce e innocuo. Se poi è dolce, innocuo e rosa, beh, nel 2018 questo vuol dire andare fuori di testa. Signore e signori, sta per arrivare il nuovo Bacio Perugina. Rosa. Fuori rosa acceso, dentro gianduia e la consueta nocciola: dopo un anno di lavorazione, finalmente lo vedremo accanto alla cassa dei nostri bar di fiducia. Siamo già sicuri che il Bacio Perugina Ruby manderà in tilt Instagram e si spera faccia ritornare ai colori bon-bon il caro Wes Anderson dopo i suoi tristi cani da spazzatura.

Qualche mese fa la notizia di come in Svizzera siano riusciti a creare una tavoletta di cioccolata naturalmente rosa con la rara fava di cacao Ruby è stata più discussa di quella del Bosone di Higgs. Le fave, che provengono dalla Costa d’Avorio, dall’Ecuador e dal Brasile, vengono trattate con dei complessi passaggi (solo gli svizzeri potevano metterli a punto, lo so) che garantiscono un colore naturalmente Big-Babol, senza aggiunta di conservanti o altro. È fruttato, è dolce, sa di lampone. Insomma, perfetto. Ovviamente l’obiettivo non dichiarato è stato quello di conquistare senza pietà i millennials e intenerire i più grandi, senza età e senza genere.

Il Bacio Perugina completamente rosa sarà disponibile nel box da tre, sfuso e in una bella scatoletta, entro ottobre, in alcuni negozi, bar e supermercati. “Alcuni” qui è d’obbligo, visto che, sia la fava, sia la lavorazione sono processi delicati su una materia prima abbastanza rara.

A tal proposito MUNCHIES ha sentito Nestlé per capirci qualcosa di più.

Verrà lanciato, ma in edizione limitata. Noi dobbiamo comprare il cioccolato da chi l’ha inventato e la disponibilità non è alta, anche perché il bello è che tutto è naturale”. La storia del Bacio Perugina ha cento anni, è partita come un cioccolatino fondente fino a quando si sono detti “perché non ricopriamo questa deliziosa tettina con diversi cioccolati?”. Così sono nati quello al latte, quello bianco e, per un periodo, quello Fondentissimo, con il 77% di cacao amaro e un incarto super dark.

“La produzione è appena iniziata”, mi dicono, “e la capacità non sarà molta. Ovviamente è una manovra di marketing abbastanza facile, che va a toccare un target ampio, ora che c’è anche Instagram. Attira nuovi clienti e stimola l’acquisto d’impulso. Quello di quando paghi il caffè al bar e ne compri uno, per dire”. Rara o no, sappiamo solo che i Baci Perugina rosa saranno una foto su tre su tutti gli scroll di Instagram e oltre: l’incarto sarà rosa, il cioccolato sarà rosa, i cuoricini si sprecheranno.

In attesa che tutto questo si avveri, ce n’è un’altra, di notizia. Appena appresa.

Tra qualche mese arriverà in Italia, direttamente dal Giappone, il Kit-Kat Ruby. Da lì in poi la conquista del mondo a suon di cioccolata sarà solo una morbida discesa.

E si spera con tutto il cuore che i bigliettini dentro al nuovo cioccolatino siano del leggendario Anonimo. Perché può essere rosa e delizioso quanto volete, ma una canzone di Fedez ha il potere di rovinarlo per sempre.

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram

Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanali.