FYI.

This story is over 5 years old.

Tecnologia

Il miglior gioco per Kinect è l'ultimo gioco per Kinect

Fru esce domani ed è il migliore gioco per Kinect che si sia mai visto. Probabilmente, però, è anche l'ultimo.
Immagine: Through Games

Il Kinect è un completo fallimento. La telecamera per motion tracking di Microsoft, inizialmente introdotta per Xbox 360 e poi aggiornata per l'uscita di Xbox One, sempre sembrata un'ottima idea—giocare muovendo il tuo intero corpo—ma non è mai riuscita a realizzarsi concretamente.

C'erano dei giochi di ballo, delle strane app per fitness (ora defunte) e una tonnellata di esperimenti fighi, ma mai una buona ragione per comprarlo. Così è stato, fino a Fru, un brillante puzzle-platofrmer che sarà pubblicato il 13 luglio.

Pubblicità

È diverso da qualsiasi cosa che abbia mai giocato. Come molti dei miei giochi preferiti, il genio di Fru è nella sua semplice premessa, cuore dell'intero progetto di design. A vedersi e a giocarsi sembra come uno dei Mario in 2D di Nintendo, ma il Kinect cattura e proietta la silhouette del giocatore in un nuovo livello. In base al livello, la silhouette ha differenti effetti sul gioco. Può rivelare parti di un livello, farne sparire e negli ultimi capitoli si presentano implicazioni ancora più strane che non anticiperò.

Lo spazio tra due piattaforme su cui saltare è troppo ampio? Basta proiettare il nostro corpo in mezzo per rivelare un ponte. Non riesci a superare quel muro? Mettici la mano sopra così che la tua silhouette crei un buco attraverso cui il tuo personaggio più passare.

Fru inizia con dei puzzle semplici come quelli appena menzionati, ma si trasforma rapidamente in una vera sfida sia per il cervello che—cosa rara nei videogiochi—per il nostro corpo. C'era un livello in particolare in cui ho dovuto far apparire una piattaforma con la mia silhouette in una parte dello schermo, mentre da un'altra parte della schermata dovevo evitare di far apparire la mia silhouette perché rivelava una piattaforma che doveva scomparire. Ho dovuto tirare indietro una gamba, mentre con slanciavo un braccio dall'altra parte—E in più, ho dovuto mantenere questa posizione mentre muovevo il mio personaggio con il gamepad.

Pubblicità

Questo è Fru al meglio della sua forma: un ibrido tra uno gioco di yoga e un platform. È un gioco fuori dal comune e lo raccomando a chiunque, anche a chi normalmente non gioca ai videogiochi. Ma, purtroppo, non saranno in molti a poterlo giocare.

Dopo il suo primo ciclo come estensione di Xbox 360, il Kinect di Xbox One è stato inizialmente venduto direttamente assieme a tutte le versioni della console. Quando la console è stata annunciata, nel 2013, Microsoft ha affermato che Xbox One non avrebbe funzionato se non fosse stata collegata a Kinect.

Dopo una serie di reazioni negative da parte dei fan e il costante sorpasso nelle vendite da parte della Playstation 4 di SOny, a giugno 2014 Microsoft ha infine smembrato il Kinect e la console, tagliando il prezzo di Xbox One da 499 a 399 dollari, e ha permesso ai giocatori di usare la console senza collegarvi l'estensione. Ciò significa che gli sviluppatori non erano più certi che i giocatori di Xbox One fossero anche muniti di Kinect, e ciò ha reso lo sviluppo di titoli pensati per l'estensione sempre più rischioso.

Microsoft non ha diffuso i numeri riguardanti le vendite di Kinect, ma supponiamo si aggiri attorno ai cinque milioni, il numero di Xbox One vendute prima dello smembramento. Il pubblico di Kinect era troppo ristretto.

Come molti sviluppatori, il game designer e producer di Fru Mattia Traverso era a buon punto con il suo progetto quando Microsoft ha sganciato la bomba annunciando lo scorporamento di Kinect e Xbox One.

Pubblicità

"Non voglio prendermela con Microsoft, come mostrano i numeri è stata una decisione saggia—Il problema è stata l'organizzazione," mi ha spiegato Traverso in una call su Skype. "Noi lo abbiamo scoperto su Kotaku. Eravamo nel bel mezzo dello sviluppo e pensavamo che il Kinect fosse venuto per restare."

Harmonix, gli sviluppatori di Rock Band, che stavano lavorando a un gioco per Kinect chiamato Fantasia a quel tempo, si sono trovato nella stessa barca. Il gioco è uscito nel 2014, ed è stato l'ultimo titolo di punta a supportare Kinect.

Immagine: Through Games

Traverso e il resto del team di sviluppo di Fru, Through Games, hanno potuto andare avanti perché non il piatto non era particolarmente ricco. Erano circa 15 le persone in totale a lavorare su Fru, ma il team principale era composto da sei persone, alcune delle quali, mi ha spiegato Traverso, si sono laureate il giorno in cui le abbiamo chiamate.

"Il budget era basso," ha detto. "Se questo fosse un vero studio di sviluppo in cui tutti hanno uno stipendio, ciò non sarebbe successo. Fru è stato fatto perché non dovevamo pagarci."

Questo aspetto, spiega Traverso, è anche parte di ciò che rende Fru un ottimo gioco. La maggior parte dei giochi che richiedono Kinect sono arrivati da grandi publisher. Queste aziende dispongono di strategie ben precise per il lancio di videogiochi su console: Investono molti soldi e energie in generi di giochi che sanno essere popolari. Questa strategia funziona se stai facendo il prossimo Call of Duty, che sembrerà proprio come quello precedente, ma non funziona con una nuova tecnologia come quella di Kinect, che cambia a livello fondamentale il modo in cui il giocatore interagisce con il gioco.

Pubblicità

"Credo che sia questo il motivo per cui la maggior parte dei giochi non ha funzionato," spiega Traverso. "Hanno bisogno di un nuovo paradigma. Pensa all'iPad, all'inizio tutti creavano dei joystick virtuali per i giochi, dopodiché il gameplay si è trasformato in un mix di tocchi e lunghe sfiorate sullo schermo. Ci vuole tempo. C'è bisogno di sbagliare, e per quanto riguarda Kinect le persone impegnate a sbagliare a interpretarlo non sono state abbastanza… Nei due anni di sviluppo di Fru abbiamo fatto molti errori e molta ricerca, e abbiamo guardato un sacco di persone giocare al nostro gioco."

I giochi che i publisher e Microsoft stavano tentando di portare su Kinect non potevano prendersi gli stessi rischi. Erano come dei vecchi giochi, ma aggiornati con un sistema di controllo strano, basato sui gesti e uno schema di controlli che non c'entrava per niente con loro. Hanno preso ciò che era famigliare e lo hanno reso frustrante, anziché ripensare completamente l'intera esperienza di gioco per renderla davvero affine al Kinect.

La tragedia, in questo caso, è che Fru è davvero il primo vero bel gioco per Kinect, ma anche l'ultimo.

Microsoft continua a spogliare il Kinect dei suoi punti di forza, che ora non è altro che un pezzo di hardware abbandonato. Traverso mi ha spiegato di essere ancora interessato ad esplorare nuovi metodi di gameplay per i suoi giochi, ma non farà mai un altro gioco per Kinect. È troppo tardi.

"Il mio prossimo progetto dovrà essere molto più sicuro," ha detto. "È troppo rischioso fare un gioco per Kinect. Se potessi tornare indietro lo rifarei, ma in futuro non ne farò un altro."