Pubblicità
Tech by VICE

L'Amazzonia sta andando a fuoco e il fumo si vede dallo spazio

Sono settimane che l'Amazzonia sta bruciando, mentre le politiche locali hanno intensificato la deforestazione. Lunedì, il fumo ha oscurato San Paolo.

di Madeleine Gregory
21 agosto 2019, 9:34am

Immagine a sinistra: National Oceanic and Atmospheric Administration, Immagine a destra: Alberto Shiguematsu 

A metà della giornata di lunedì il cielo sopra San Paolo, in Brasile, è diventato buio.

La città, come altre parti degli stati federati del Brasile Mato Grosso e Paraná, è stata oscurata da una coltre di fumo causata dagli incendi che stanno divorando l'Amazzonia, stando alle testate locali.

All'inizio di questo mese, l'Amazonas (il più grande degli stati del Brasile) ha dichiarato lo stato di emergenza per via del numero sempre maggiore di incendi forestali, ha riportato Euro News. La stagione degli incendi nell'Amazzonia è solo all'inizio—va da agosto a ottobre, e raggiunge il suo picco a metà settembre—, ma il fumo è già così tanto che si può vedere dallo spazio.

La settimana scorsa, la NASA ha pubblicato alcune immagini satellitari, che mostrano la distribuzione degli incendi e del fumo in Brasile. Citando il Global Fire Emissions Database, la NASA ha sottolineato che, per quanto i livelli degli incendi attuali siano leggermente sotto la media rispetto agli ultimi 15 anni, sono decisamente più alti della norma in alcuni stati, tipo Amazonas e Rondônia.

"Lo stato di Amazonas, in particolare, ha visto un'attività d'incendi ben sopra la media durante agosto," ha detto Mark Parrington, uno scienziato che si occupa di emissioni legate agli incendi al Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine.

Stando a Parrington, le fiamme in Amazzonia rilasciano una media di 500-600 tonnellate di diossido di carbonio nel corso di un anno intero. Nel 2019, per ora, hanno già prodotto 200 tonnellate di gas serra. Stando al Global Fire Emissions Database, sono stati individuati 8.668 incendi nell'Amazonas fino a questo lunedì. Questo numero supera i dati degli anni passati ed è solo di poco inferiore al record del 2016 di 8.836.

Tramite le immagini satellitari si è potuto tracciare il moto di spostamento del fumo, che ha completamente saturato l'aria a San Paolo. Gustavo Faleiros, che lavora per il notiziario ambientalista InfoAmazonia, ha detto via mail che la qualità dell'aria è persino peggiore in campagna che in città.

"Chi abita in campagna ha iniziato a lamentarsi del fumo dovuto agli incendi, perché l'aria lì prima era pulita e nel frattempo la città è piena di fumo e cenere," ha detto Alberto Shiguematsu, un abitante di San Paolo che sta pubblicando aggiornamenti su Twitter.

Stando a Shiguematsu, il cielo è diventato "molto scuro" intorno alle 15:15 di lunedì pomeriggio. Ha detto che nei 10 anni vissuti a San Paolo non aveva mai visto una cosa del genere. Magari leggeva sui giornali che c'era un incendio nell'Amazzonia, ma non avrebbe mai pensato che lo avrebbe colpito personalmente.

"Il fumo che arriva fin qui, a San Paolo, a migliaia di chilometri di distanza? Sono senza parole," ha detto.

La notizia di questi incendi arriva nel mezzo di un'operazione di deforestazione estesa voluta dal presidente di estrema destra Jair Bolsonaro, che ha scatenato non poche proteste localmente e molta preoccupazione a livello internazionale. Se il fumo dovuto agli incendi è una minaccia concreta per la salute degli abitanti della zona, un numero di incendi maggiore è anche un fattore di stress in più sulla foresta pluviale dell'Amazzonia come intero ecosistema.

In passato, l'umidità dell'Amazzonia l'ha protetta da incendi massicci, ma la siccità, la deforestazione e l'agricoltura potrebbero rendere gli incendi così frequenti da alterare completamente il paesaggio, ha avvertito uno studio nel 2014. Stando a un post di InfoAmazonia, l'Istituto nazionale di ricerche spaziali del Brasile prevede che le precipitazioni piovose nell'Amazzonia centrale e settentrionale saranno il 40 o 50 percento sotto la norma nei prossimi tre mesi.

"C'è una relazione diretta tra l'aumento degli incendi e la deforestazione," ha scritto Faleiros in un post. "Dei 10 comuni che hanno registrato gli incendi più consistenti nel 2019, sette sono anche nella lista di comuni con il numero più alto di avvisi di deforestazione."

Questo articolo è apparso originariamente su VICE US.