Guarda un malware che trasforma un computer in un inferno digitale

“Non ci sono parole.”
20 luglio 2016, 8:56am

Se state cercando di indurre un attacco di panico a qualche conoscente, dovreste prendere in considerazione il canale YouTube danooct1.

In un tentativo fai da te di risposta al museo dei malware curato da Internet Archive, il proprietario di questo canale testa da anni virus d'epoca per mostrare al pubblico del canale come ci si sentisse, ai tempi, a prenderne uno. Ogni tanto, poi, mette alla prova anche qualche malware inviato dagli appassionati, spesso software al confine tra la video art e il sadismo.

L'ottavo e ultimo episodio della serie dedicata ai sopracitati malware scritti dai fan del canale riguardava un trojan nominato MEMZ e creato da un utente con nickname Leurak. Il trojan—un tipo di malware che infetta un computer mascherandosi da software innocuo—entra in funzione aprendo una nota che informa la vittima del fatto che il suo computer è stato "fottuto dal trojan MEMZ" e che qualsiasi tentativo di arrestare il virus comporterà la "distruzione istantanea del sistema ospite."

Per i successivi cinque minuti, il trojan diventa progressivamente più caotico. Inizia in modo relativamente innocuo aprendo pagine web tipo Club Penguin o cercando "acquistare erba" su Google, ma le cose si fanno rapidamente più strane nel momento in cui lo schermo inizia a invertire i colori, andando a ritmo con un motivetto composto con suoni d'errore di Windows XP. A questo punto, il trojan inizia a scattare decine di screenshot per creare un effetto tunnel a schermo, cosa che ha spinto danooct1 a tentare di riavviare il computer.

Come promesso e minacciato dalla nota iniziale che accompagnava il trojan, però, il computer è ormai compromesso: ora è buono solo a far girare un'animazione ridicola di Nyan Cat. Eppure, invece che attirarsi l'odio e la disperazione di danooct1, il virus sembra essersi guadagnato la sua sincera ammirazione:

"È davvero figo," ha commentato. "Non ci sono parole."