Pubblicità
Attualità

Il sito di debunking BUTAC è stato sequestrato dalla magistratura

Il provvedimento è arrivato dopo la querela di un "medico iscritto all’ordine che spaccia medicina olistica in televisione."

di Redazione
06 aprile 2018, 12:37pm

Grab via Facebook.

Questa mattina il sito BufaleUnTantoAlChilo (Butac)—che si occupa di smontare le bufale, e negli anni ha raccolto un buon seguito—è stato posto sotto sequestro preventivo dalla Procura di Bologna, a seguito di un’operazione svolta dalla polizia postale dell’Emilia-Romagna.

Stando a quanto spiegato dall’admin del sito al debunker David Puente, il provvedimento giudiziario è arrivato dopo “una querela per diffamazione per un articolo del 2015” che “faceva riferimento ad un medico iscritto all’ordine che spaccia medicina olistica in televisione (canali RAI).”

La denuncia non aveva però chiesto la rimozione dell’articolo; il pm, evidentemente, è stato di diverso avviso e ha sequestrato l’intero sito—che ora risulta completamente inaccessibile. Parlando con Il Post il gestore ha spiegato di aver già ricevuto querele in passato, ma che casi precedenti i magistrati avevano sequestrato i soli articoli interessati. “Il danno d’immagine per BUTAC,” ha continuato il gestore, “è ovviamente grosso.”

La decisione ha immediatamente causato diverse proteste sui social network, inclusa quella di Enrico Mentana. “Oscurare un intero sito informativo è una misura molto grave, quasi da censura fascista,” ha scritto il giornalista sulla propria pagina. “Se poi davvero il provvedimento è stato adottato su denuncia di un medico che promuove terapie oncologiche olistiche, allora è se possibile ancora più grave.”